Bagno senza piastrelleEsempio di bagno senza piastrelle

Utilizzare la vernice al posto delle piastrelle per rivestire il bagno? Al di là delle opinioni sull’estetica, il bagno senza piastrelle è una delle tendenze più in voga negli ultimi anni. 

Fino a qualche anno fa, infatti, erano pochi i materiali disponibili per rivestire il bagno e renderlo perfettamente pulibile e sanificabile come indica la normativa italiana in materia di servizi igienici. In massima parte, venivano utilizzati materiali duri e lisci, difficilmente lavorabili, come pietra, ceramica o marmo.

I costi di applicazione dei rivestimenti tradizionali erano e sono molto alti, dal momento che occorre estrema precisione per tassellare interamente il bagno, riducendo al minimo il numero di tagli. Inoltre, nel caso di una ristrutturazione occorre necessariamente rimuovere il precedente rivestimento e smaltirlo in discarica, con costi ulteriori e un inevitabile allungamento dei tempi.

I rivestimenti in ceramica o pietra naturale devono essere rimossi e ripristinati ogni volta che si deve modificare anche una piccola porzione dell’impianto idraulico - ad esempio, per riparare una perdita. Un operaio specializzato deve intervenire anche per piccoli lavori di ripristino della piastrellatura, facendo aumentare considerevolmente i costi anche solo per sostituire un sanitario rotto.

Fortunatamente negli ultimi anni sono stati prodotti tanti materiali innovativi, che permettono di realizzare rivestimenti per il bagno con o senza piastrelle, con costi decisamente più contenuti rispetto ai rivestimenti tradizionali. I nuovi rivestimenti in resina (in questo articolo trattiamo in parte i rivestimenti in resina), smalto o microcemento hanno aperto le porte a nuove combinazioni stilistiche soprattutto per le ristrutturazioni, permettendo di realizzare in poco tempo e a costi ridotti bagni con o senza piastrelle sulle pareti, senza smantellare il rivestimento precedente. 

I nuovi rivestimenti possono essere continui, con le fughe o persino a mosaico, lucidi, opachi, colorati o neri, in simil legno o in simil pietra, con potenzialità praticamente infinite dal punto di vista delle combinazioni e dei decori.

In questo articolo, parleremo in particolare di due tipologie di rivestimenti di recente introduzione che permettono di realizzare soluzioni eleganti e originali per le pareti del bagno, con un costo veramente competitivo. Parliamo degli smalti sintetici e del microcemento (o microtopping® di Ideal Work Srl), due materiali estremamente resistenti all’usura e all’umidità che possono essere applicati anche sulle vecchie piastrelle del bagno con uno spessore aggiuntivo di soli 3 mm. La posa di questi rivestimenti avviene in poco tempo e con prezzi al mq che non hanno nulla da invidiare alle tradizionali idropitture utilizzate per il resto dell’abitazione.

 

Lo smalto idrorepellente per le pareti del bagno ( vernice al posto delle piastrelle )

Ogni volta che si modifica o ristruttura un vecchio bagno, occorre smantellare del tutto o in parte la vecchia piastrellatura, livellare il fondo e applicare le nuove piastrelle. I costi dell'operazione sono molto elevati: per la posa dei rivestimenti in ceramica, infatti, serve un professionista esperto, molta pazienza e precisione e molte ore di lavoro.

Gli smalti idrorepellenti costituiscono una soluzione decisamente più economica, anche se vanno comunque applicati su superfici regolari, perfettamente lisce e pulite. Se sono presenti  vecchi rivestimenti, questi  andranno ripristinati dove mancanti o rotti. La muratura nuda andrà carteggiata, livellata e pulita. Infine andrà stesa una base livellante prima di procedere alla stesura dello smalto vero e proprio.

I tempi di asciugatura degli smalti per le pareti del bagno vanno dalle 24 alle 48 ore, considerando circa 5 ore di tempo tra una mano e l'altra. Per un risultato ottimale, sono consigliabili almeno due mani. 

Sia tempi che costi di applicazione variano moltissimo sulla base del risultato che si intende ottenere. Una singola mano di smalto idrorepellente ha un costo di circa 3 euro al mq, esclusa ovviamente la manodopera (altri 5-8 euro al mq) ed eventuali decori di carattere artistico realizzati con stencil o a mano libera.

 

Microtopping® o microcemento

Cos'è il microtopping®

Il microtopping® o microcemento è composto da materiale cementizio unito ad uno speciale polimero. La sua peculiarità è quella di essere a base acquea, molto meno inquinante e facile da stendere rispetto ad altri rivestimenti liquidi.

Quando si può usare il microtopping®

Il microtopping® può essere steso anche sopra al vecchio rivestimento o su qualsiasi altra superficie purché adeguatamente trattata.  Permette di realizzare un bagno senza piastrelle sulle pareti o sul pavimento, eliminando il rischio di muffe, infiltrazioni o deformazioni dovute agli sbalzi termici.

Inoltre, il microtopping® è perfetto per rivestire una doccia in muratura a filo del pavimento o una doccia senza piastrelle in stile minimalista. L'effetto finale si adatta benissimo ad un bagno moderno, con costi di realizzazione decisamente più bassi rispetto alla piastrellatura tradizionale.

Colori stili e tempi

Il colore del microtopping® al naturale è grigio o bianco, ma sono disponibili diverse finiture capaci di adattarsi agli stili più diversi. La stesura del microtopping® al naturale prevede solo due mani, mentre finiture particolari possono richiedere fino a quattro mani tra base, microcemento, finitura e resine protettive. Il risultato è un pavimento e dei rivestimenti estremamente resistenti all'usura e all'umidità, particolarmente adatti per bagni di servizio posti in zone molto umide come una cantina o una taverna.

I tempi di realizzazione di un rivestimento in microtopping®, come di altri rivestimenti in resina, variano da poche ore a diversi giorni. Per consentire l’asciugatura del prodotto tra una mano e l’altra infatti occorrono almeno cinque ore e, di conseguenza, difficilmente una superficie pur se piccola potrà essere rivestita in meno di tre giorni.

Prezzo al Mq del Microtopping®

Il prezzo al mq del microtopping® viene considerato a lavoro finito, ossia non si distingue tra materia prima e manodopera. I prezzi medi per la posa del microtopping® al naturale sono di 80-100 euro al mq.

 

Come risparmiare sulla tua ristrutturazione

Per risparmiare, puoi richiedere diversi preventivi a ditte specializzate che operano vicino a dove risiedi. Molte ditte, infatti, hanno già investito nella formazione dei propri dipendenti per l'applicazione di questi rivestimenti innovativi e possono quindi realizzare un rivestimento in microtopping® in meno tempo e con costi inferiori.

Per facilitare la ricerca del professionista a cui affidare il lavoro, puoi richiedere diversi preventivi di ditte che operano nella tua zona direttamente dal nostro portale. E' sufficiente compilare una breve richiesta in cui descrivi il tipo di lavoro che intendi svolgere e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi, realizzati per te da tre ditte diverse operanti nella tua zona.

In questo modo, potrai valutare rapidamente una gran parte delle soluzioni disponibili e renderti conto esattamente dei costi e dei tempi di realizzazione.

Media calcolata su 4 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.
Attendere..

X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it