Gestire la ristrutturazione o la realizzazione di un bagno dalla forma lunga e stretta, può richiedere un impegno non indifferente. Servono idee intelligenti e pratiche, per rimediare a due ordini di problemi: il primo, riguarda il fatto che il bagno appare (come d’altronde è) lungo e stretto, quindi ne va modificata la resultanza ottica, il secondo, più concreto è trovare il modo di farci entrare tutto quello che serve, senza lasciare per strada nulla.

Bagno stretto e lungo…quando le misure contano

Prima di dare il là a qualche idea per ristrutturare o realizzare nel migliore dei modi un bagno stretto e lungo, ecco qualche numero che bisogna sapere. Si tratta delle distanze tra water, vasca e gli altri sanitari, che vengono stabilite per legge e se non rispettati rendono il bagno non a norma. Quindi quando pensate alla disposizione dei sanitari, tenete presente che: il water deve distare 20 centimetri dal bidet, 10 centimetri dalla doccia, 10 centimetri dal lavabo ed essere installato almeno a 15 centimetri dal muro. Il bidet deve distare 20 centimetri dalla doccia, 10 centimetri dal lavabo ed essere a 20 centimetri dal muro. Infine tra lavabo e doccia devono esserci almeno 5 centimetri e 10 tra due lavabi gemelli. Vi gira la testa? Tranquilli, adesso passiamo a qualcosa di più creativo e semplice.

Sanitari per il bagno stretto e lungo: come sistemarli?

La prima cosa da sistemare è sicuramente la più ingombrante: se desiderate assolutamente che nel bagno ci sia una vasca, deve essere il pensiero numero uno. Intorno ad essa nascerà il resto del bagno. Il luogo adatto per mettere la vasca è sicuramente a incastro, laddove il lato lungo incrocia il lato piccolo. Sarebbe il caso di sceglierla squadrata (a parallelepipedo) per risparmiare spazio.  Se poi il bagno ha una larghezza davvero ridotta, è il caso  di fare una scelta radicale: sistemare tutti i sanitari sullo stesso lato, lasciando l’altro come via di passaggio più agevole, invece di fare slalom tra un elemento e l’altro. Se amate lo stile moderno, potete unire l’utile al dilettevole: scegliendo magari sanitari squadrati e a parete, risparmierete spazio e darete uni stile davvero contemporaneo all’ambiente. L’ultima cosa da adattare sono i mobili: invece che i classici armadietti lunghi fino a terra, si potrebbe optare per delle mensole, o magari per degli scaffali elevati, che sfruttano il bagno anche in altezza.

Colori e complementi per il bagno stretto e lungo: impariamo a ingannare gli occhi

Facciamo subito una riflessione: se il bagno è davvero stretto, non  è forse il caso di rinunciare alle classiche piastrelle per virare verso un rivestimento in vernice idrorepellente? Sarà possibile risparmiare 4 centimetri circa, che non sono un’enormità, ma fanno comunque comodo. Una volta deciso se optare per le piastrelle o la vernice, è il caso di meditare sui colori. Le nuance chiare e luminose, sono senza dubbio le migliori, perché regalano sempre l’illusione di una maggiore ampiezza. Se volete accostare due colori, provvedete a mettere quello scuro sulla parete corta e quello chiaro sulla lunga.

È poi importante la scelta dei punti luce: assolutamente da evitare i lampadari. Meglio optare per plafoniere, applique o faretti che non rubano spazio e fanno sembrare il bagno più ampio. Discorso a parte per gli specchi, oggetto fondamentale in questo gioco delle illusioni: vanno scelti possibilmente rettangolari e sistemati sulle pareti lunghe, per far sembrare la stanza più grande.

Un ultimo suggerimento sulla ristrutturazione e l’arredo di un bagno lungo e stretto riguarda la porta d’entrata: la scelta di un modello scorrevole a scomparsa, se le dimensioni delle pareti lo permettono, sarà un modo ulteriore di guadagnare posto in un luogo che soffre per mancanza di spazio.

Media calcolata su 1 voto
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it