Bagno PiccoloEsempio di bagno piccolo

Devi ristrutturare un bagno piccolo e vorresti sapere quali sono le dimensioni minime previste dalla legge per questo ambiente della casa? Il tuo è un bagno piccolissimo e, come se non bastasse, è anche l'unico della tua abitazione?

E’ il momento di informarsi su cosa dice la legge riguardo alle caratteristiche che devono avere i bagni di un’abitazione. Se il tuo bagno non è a norma, potresti incorrere in sanzioni nel momento in cui tenti di vendere o affittare l’immobile. Oltre a pagare la multa, dovresti anche fare dei lavori per adeguare il bagno a quanto previsto dalla legge. 

In questo articolo parleremo proprio di:

  • dimensioni minime del bagno secondo la legge
  • distanze minime tra i vari arredi
  • quali interventi puoi fare per mettere a norma il tuo bagno
  • come risparmiare sui costi

Infine, un bagno piccolissimo può essere estremamente scomodo da utilizzare e ridurre il valore commerciale della tua casa. Per questo, ti proporremo un progetto per un bagno funzionale in appena 2 mq, tutto da copiare.

 

Le dimensioni minime del bagno

Cosa dice la legge in merito alle misure che deve avere un bagno per essere a norma?

Indicazioni in questo senso sono contenute nel solito Decreto Ministeriale della Sanità datato 5 luglio 1975, di cui parliamo spesso, essendo il principale riferimento normativo in materia.

Qui è indicata l'altezza minima che dovrebbe avere il soffitto del bagno (2,4 mq) e la dotazione minima che dovrebbe essere presente in almeno un bagno dell'abitazione: vaso, bidet, vasca da bagno o doccia, lavabo.

In ogni bagno deve essere presente un'apertura all'esterno per il ricambio di aria o un dispositivo di aspirazione meccanica.

 

Il secondo riferimento normativo è il Regolamento edilizio del proprio Comune.

Qui puoi trovare:

  • la superficie minima che un bagno deve avere, come nel caso del Regolamento edilizio di Torino (3 mq con larghezza non inferiore a 1,5 m). In altri Comuni la dimensioni minima è di 3,5 mq.

Oppure

  • indicazioni sulla dotazione minima, il che significa che tutti questi arredi devono entrare nel bagno, come nel caso del nuovo Regolamento edilizio del Comune di Milano del 2014. In questo caso lo spazio minimo per un bagno sarà dettato dalla necessità di inserire tutti gli arredi previsti.

 

Ristrutturare un bagno piccolissimo, le misure di riferimento

In molti casi, per rendere a norma dei bagni piccolissimi bastano soluzioni salvaspazio da sostituire agli arredi esistenti, a patto di rispettare le distanze previste dalla legge.

Queste sono in parte descritte dal DM.236/89, che riguarda i bagni a norma per i disabili e le persone con mobilità ridotta. 

  • Sanitari, per essere utilizzabili wc e bidet non devono avere ostacoli per 20 cm da ogni lato e 30 cm di fronte. Per posizionare correttamente un wc di dimensioni standard (36x55cm) avrai quindi bisogno di uno spazio di 85x75cm. Stessa cosa per il bidet. WC e bidet possono essere anche integrati.
  • Doccia, le dimensioni di un piatto doccia standard sono di 70x70 cm, ma occorre lasciare frontalmente o lateralmente uno spazio libero per l'accesso di almeno 60 cm.
  • Lavabo, può essere un semplice lavamani di appena 35 cm di profondità, ma deve avere anch'esso almeno 30 cm liberi frontalmente e 20 cm liberi da ambo i lati.

 

Bagni piccolissimi? Ecco alcune soluzioni

Ecco alcuni interventi per mettere a norma bagni piccolissimi con doccia:

  • Spostamento di una parete divisoria in modo da rubare più spazio ad un'altra stanza oppure creazione di un piccolo antibagno dove posizionare un lavabo salvaspazio con mobile contenitore. In commercio ne esistono di economici con profondità di appena 27 cm! 
  • Installazione di sanitari salvaspazio sospesi, con profondità di appena 45 cm, con scarico a incasso. In alternativa è possibile installare un wc con doccetta integrata, con profondità di circa 50 cm.
  • Se il bagno ha la finestra, creazione di un box doccia "passante", con piatto doccia a filo pavimento e porta a scomparsa, che si può chiudere dopo l'uso lasciando la finestra perfettamente accessibile.

 

Oltre a queste soluzioni, trovi altre idee per un arredo bagno salvaspazio in un nostro precedente articolo sulla ristrutturazione di un bagno piccolo

 

Come risparmiare sulla ristrutturazione

Alcuni di questi interventi possono essere piuttosto costosi. In questo caso puoi risparmiare in maniera significativa confrontando diversi preventivi di ditte che lavorano nella tua zona.

Molte ditte hanno a disposizione delle convenzioni per l'acquisto dei materiali e degli arredi e possono acquistarli per te a prezzi scontati.

Inoltre, in alcuni periodi dell'anno in cui hanno un calo fisiologico del lavoro, alcuni professionisti possono decidere di praticare degli sconti anche sulla manodopera.

Se vuoi, puoi richiedere diversi preventivi a ditte che lavorano vicino a te compilando una semplice richiesta di preventivo tramite il nostro portale. In poche ore riceverai tre preventivi gratuiti di altrettante ditte che lavorano nella tua zona, con il dettaglio dei prezzi.

In questo modo potrai renderti conto facilmente di quali sono i prezzi medi praticati nella tua zona ed avrai già alcuni contatti a cui chiedere informazioni, se lo desideri.

I preventivi che riceverai non ti impegnano in alcun modo: se non vanno bene, li puoi rifiutare e rimetterti alla ricerca della soluzione più giusta per te.

 

Il nostro progetto per un bagno in 2 mq

Ecco il nostro progetto per mettere a norma un mini bagno di appena 2 mq ed inserire tutta la dotazione prevista dalla legge in modo da renderlo utilizzabile come bagno principale dell’abitazione.

Il progetto prevede per prima cosa l’ampliamento del bagno tramite la creazione di un piccolo antibagno con una porta a scomparsa, rubando una parte dello spazio (ulteriori 2 mq) al soggiorno adiacente. 

Nell’antibagno vanno lavabo e biancheria

Il lavabo dovrà necessariamente essere poco profondo, per non ostacolare il passaggio. In questo caso, abbiamo optato per un mobile contenitore sospeso dove riporre biancheria e prodotti per la pulizia, che ospiterà un lavabo da appoggio.

Lo specchio verrà integrato nella piastrellatura, realizzata con piastrelle rettangolari in gres porcellanato bianco.

Il wc con doccetta integrata

Una porta sempre a scomparsa satinata divide l’antibagno dal bagno vero e proprio. Per quanto riguarda i sanitari, abbiamo scelto un wc con scarico a incasso e doccetta integrata, in sostituzione del tradizionale bidet. La profondità del wc è di appena 50 cm. 

Il box doccia angolare a scomparsa

Per quanto riguarda la doccia, nell’angolo abbiamo creato un pratico box doccia angolare di 70 cm di lato, con ante a soffietto. La piastrellatura in gres bianco portata anche nella doccia contribuisce a dare continuità allo spazio e il piatto doccia antiscivolo a filo pavimento contribuisce a migliorare la sicurezza.

Un piccolo termoarredo che da calore

Sopra al wc, un piccolo termoarredo orizzontale dove appoggiare salviette e asciugamani sostituisce il tradizionale radiatore e permette di risparmiare ancora spazio.

Media calcolata su 15 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it