Installazione del bidetInstallazione di un Bidet

Quando si ristruttura o si costruisce un immobile, accade di frequente che il costo per il rifacimento dell’impianto idraulico superi di molto quanto preventivato.

Il motivo è che spesso si fanno previsioni esageratamente ottimistiche su quelli che saranno i costi da sostenere, complice la cattiva abitudine di alcuni professionisti di pubblicizzare prezzi inferiori a quelli reali per poi esigere un salatissimo "conguaglio". In questo modo, finiamo per risparmiare dove non era il caso di risparmiare (ad esempio, sui materiali e sulle opere in muratura) per poi spendere una follia per finiture ed elementi decorativi.

Per distribuire le risorse a disposizione in maniera più razionale è d’aiuto documentarsi attentamente sui prezzi di mercato per la realizzazione delle singole fasi della ristrutturazione.

In questo articolo, ad esempio, troverai tutte le fasi di realizzazione dell’impianto idraulico del bagno, con i relativi prezzi. Conoscere i costi reali ti aiuterà a valutare meglio le offerte disponibili nella tua zona e a risparmiare sono dove è veramente il caso di farlo.

Ricorda che un impianto idraulico realizzato a regola d'arte può durare anche 40 anni, se soggetto a manutenzioni regolari. Realizzarlo in economia ovviamente si può, a patto di non scendere a compromessi sulla qualità dei materiali e dell'esecuzione.

 

Come risparmiare sulla ristrutturazione dell'impianto idraulico

Se devi rifare l'impianto idraulico, la prima cosa da fare è confrontare diversi preventivi di ditte che operano nella tua zona. A meno di non risiedere nel quartiere industriale di una grande città, le ditte che si occupano di idraulica e che hanno la sede operativa entro i 50/100 km dalla tua residenza non saranno più di tre.

Si tratta quindi di contattare la ditta, spiegare nel dettaglio che di che genere di lavoro si ha bisogno e farsi redigere un preventivo scritto.

Ti consigliamo di evitare di prendere accordi verbali, visto che andrai a spendere una cifra di una certa importanza. Un preventivo scritto è una tutela contro eventuali sorprese dell'ultimo minuto e, nella maggior parte dei casi, è gratuito.

Inoltre, se per la sostituzione dell'impianto idraulico del tuo bagno hai intenzione di usufruire delle detrazioni fiscali, ricorda di specificare che vuoi che tutte le spese vengano inserite in fattura. Infatti, per ottenere i rimborsi Irpef occorre che tutte le spese siano documentate.

Infine, al completamento dei lavori la ditta deve rilasciare una certificazione che attesta che questi sono stati eseguiti in conformità alla normativa vigente. Tale dichiarazione ti permetterà di attestare che il tuo bagno è a norma e di evitare quindi sanzioni ed ulteriori spese di adeguamento alle norme vigenti. Nessuna ditta può esigere il pagamento a parte delle certificazioni di conformità e i costi indicati nel preventivo sono sempre riferiti ai lavori realizzati a regola d'arte.

Non sono compresi nel preventivo i costi relativi ai sanitari, a sifoni e termoarredo e alla rubinetteria. Questo perchè variano in base alla tipologia che scegli per il tuo bagno.

Una volta acquisiti almeno tre preventivi, non ti resta che confrontarli e capire qual'è il costo per rifare l'impianto idraulico del bagno nella tua zona.

Se vuoi, compilando una semplice richiesta tramite il nostro portale, puoi richiedere tre preventivi gratuiti ad altrettante ditte che lavorano vicino a te. In poche ore avrai tutte le informazioni che ti servono per capire quali sono i prezzi reali praticati nella tua zona.

Se tra i preventivi che hai ricevuto ce n'è qualcuno che ti interessa, puoi anche prendere in considerazione l'idea di richiedere un sopralluogo, per vedere fisicamente quali sono i lavori da fare. Il sopralluogo di solito è gratuito e permette sia a te che alla ditta che realizzerà i lavori di fare ancora maggiore chiarezza sugli interventi da fare e sui costi.

 

Il costo di un impianto idraulico al nuovo

Ecco quali sono le fasi di realizzazione di un impianto idraulico nuovo e i prezzi relativi alle singole operazioni.

 

  1. Le tracce. Per prima cosa occorre creare la sede in cui posizionare le tubature (le cosiddette "tracce").
  2. La posa delle tubature. Nelle tracce andranno posate le tubature con le relative valvole e derivazioni.
  3. I punti idraulici. Infine andranno creati i punti idraulici, comprensivi di tubazioni di scarico e di carico di acqua calda e fredda.
    I costi per queste opere sono orari e vanno in base ai materiali utilizzati ed al costo della manodopera nella tua zona. I prezzi medi sono di 200 euro al mq per la posa delle tubature più 180 euro al mq per ogni punto idraulico (wc, lavabo, bidet, vasca e doccia sono tutti punti idraulici). 
  4. Installazione dei sanitari. L'installazione di un sanitario costa circa 80 euro, sia che si tratti di wc, bidet o lavandino. 
  5. Posa del piatto doccia. Una media di 250 euro andranno per la posa del piatto doccia. Per i costi di realizzazione di un piatto doccia a filo pavimento ti rimandiamo ad un precedente approfondimento.
  6. Sostituzione/posa della vasca. La posa della vasca da bagno costa 150 euro, mentre la sostituzione della vasca da bagno con la doccia è più complessa e ha un costo medio di 1.200 euro.
  7. Posa delle rubinetterie e allacci. La posa delle rubinetterie dipende dalla tipologia di rubinetti (monocomando, bicomando, a incasso, etc.) ed ha un costo medio di 60 euro per ogni rubinetto.  Alcune ditte fanno pagare a parte anche gli allacci, che hanno un costo che va dai 30 ai 35 euro al mq.

Qual'è il costo complessivo? Per un bagno di 10 mq con 4 punti acqua la spesa va da 900 € in su, anche a seconda del materiale usato per le tubazioni. I bagni in tubi multistrato sono tra i più economici, mentre i più costosi sono quelli con tubi in rame.

L'impianto idraulico a vista per un bagno d'epoca

In alcuni casi l'impianto idraulico del bagno può essere lasciato a vista. Si tratta di una soluzione che viene spesso proposta per le residenze storiche, dove realizzare le tracce nei muri richiederebbe speciali autorizzazioni.

L'impianto idraulico a vista è ovviamente meno costoso di quello interno, dato che non occorre realizzare le tracce. Tuttavia, occorre che le tubature siano particolarmente resistenti al calore, agli urti e alla corrosione, per evitare perdite.

Per questo se hai deciso di realizzare un impianto idraulico a vista nel tuo bagno, ti consigliamo di evitare le economiche tubature multistrato a favore delle care vecchie tubature in rame. Le tubature in rame in passato erano le più usate per l’impianto idraulico del bagno dato che questo materiale - piuttosto costoso - è uno dei più salubri e resistenti.

Infine, impianti idraulici parzialmente o totalmente a vista possono essere realizzati anche in bagni in cui lo spessore dei muri è inferiore ai 10-12 cm, il minimo indispensabile per la realizzazione degli impianti di scarico. 

Media calcolata su 1 voto
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it