mosaico per il rivestimento della doccia

Il mosaico è tra i rivestimenti più classici per la doccia, e non accenna a passare di moda. Merito delle infinite varianti di questa tecnica potenzialmente declinabile in tutti gli stili, dal neoclassico all' high tech.

Il mosaico neoclassico è appunto quello che rende omaggio alla tradizione latina, con tessere in marmo o in pietra, rigorosamente bianche o nere, alternate per formare greche, cornici e persino decori a pavimento. Per facilitare la posa, le tessere si vendono già montate su un supporto in rete.

Il mosaico moderno, invece, può essere realizzato in

  • vetro
  • monocottura
  • bicottura
  • gres porcellanato.

Le possibilità sono infinite, dal mosaico colorato, monocromo o sfumato, al mosaico randomizzato in tessere o in mattoncini, al mosaico glitter per chi vuole dare al bagno un tocco di luce in più.

Con la bicottura si possono realizzare bellissimi mosaici art déco con decori floreali o geometrici.

Chi ama lo stile minimalista può optare per un mosaico monocromo di colori neutri, con fasce verticali o orizzontali in contrasto, oppure per un originale mosaico in 3D.

Doccia a mosaico: prezzi

Quanto costa un mosaico per il rivestimento della doccia?

Un semplice mosaico monocromo in bicottura costa circa 6 euro/mq, mentre i mosaici decorativi sono più cari. Ad esempio, i mosaici con disegni geometrici effetto 3D costano circa 15 euro/mq.

Se vuoi un bel mosaico classico senza spendere molto, in commercio esistono piastrelle in monocottura di piccole dimensioni (10 x 10 o 10 x 30 cm) da abbinare a inserti decorativi a mosaico. Le fasce costano circa 20 euro/mq, mentre le greche, più sottili, costano 3-4 euro al metro lineare.

I mosaici in gres porcellanato sono un po' più cari, ma anche notevolmente più resistenti agli urti e all'usura. Alcuni sono molto originali, come il mosaico effetto tessuto (20 euro/mq), o le piastrelle con mosaico a rilievo e bordo rettificato (prezzo, 25 euro/mq). Le classiche piastrelle a mosaico effetto pietra, invece, costano intorno a 30 euro/mq.

E i tradizionali mosaici in marmo, pietra naturale o vetro?

Per questi rivestimenti di pregio difficilmente si scende sotto i 100 euro/mq, anzi, il prezzo può salire notevolmente per i marmi pregiati.

Doccia a mosaico: costi di posa

La posa in opera di un mosaico in marmo o pietra naturale costa in media 45 euro/mq, mentre la posa di piastrelle in vetro o materiali ceramici (monocottura, bicottura o gres) costa circa 15 euro/mq.

I prezzi variano sensibilmente da località a località, anche in funzione dei costi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea di quanto costa una doccia con mosaico nella tua città;
  • trovare piastrellisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare rivestimenti in offerta - alcune ditte godono di convenzioni con i rivenditori di rivestimenti e possono acquistare i materiali per te, a prezzo scontato.

Preventivi per la doccia con mosaico... quando hai poco tempo

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro portale. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per la tua doccia con mosaico da tre ditte specializzate vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti alla ricerca della soluzione migliore per te!

Il piatto doccia con mosaico

E' possibile rivestire anche il piatto doccia in mosaico?

Certamente sì, basta acquistare un piatto doccia piastrellabile. Si tratta di speciali piatti doccia in poliuretano e ABS, da tagliare della forma desiderata e rivestire con la piastrellatura preferita. Possono accogliere tutte le tipologie di rivestimento di cui abbiamo parlato finora, purchè abbiano uno spessore compreso tra 3 e 20 mm.

Di solito sono venduti in due formati

  • 100 x 100 cm, per piatti quadrati
  • 100 x 200 cm, per piatti rettangolari.

Il formato più piccolo costa circa 250 euro, il più grande 300 euro.

Quali sono i costi aggiuntivi per la posa di questo tipo di piatto doccia?

Innanzitutto la posa in opera, che costa in media altri 250 euro. Chi non vuole interrompere il disegno del mosaico può installare una canalina lineare piastrellabile, che costa circa 260 euro.

Da tenere presente che non tutti i tipi di mosaico sono adatti per la doccia a pavimento. Vetro, monocottura e alcuni tipi di bicottura possono essere troppo delicati per il pavimento, perciò, è bene verificare sulla scheda del prodotto fornita dal produttore la classe di resistenza al calpestìo delle piastrelle (indice PEI), che dovrà essere almeno 1, meglio 2.

Quale box per la doccia a mosaico?

Qual'è il box doccia più adatto per le piastrelle a mosaico?

Sicuramente un box che non nasconda il mosaico, ma ne faccia il punto centrale della stanza da bagno. I box in cristallo sono tra i più adatti per la grande trasparenza, specialmente in versione frameless, senza profili. Il prezzo è abbastanza elevato rispetto alle altre tipologie, circa 500 euro.

Per le docce ad angolo si può scegliere una variante ancora più minimale del box doccia, costituita da un singolo pannello in vetro che ripara la doccia dal resto del bagno. E' la doccia walk in, per la quale però esistono precisi limiti dimensionali.

La terza opzione è il box doccia in muratura, che può essere rivestito interamente a mosaico. Il mosaico ideale per la doccia in muratura è quello monocromo, perfetto per piastrellare grandi superfici e delimitare visivamente le diverse aree del bagno.

Le grandi docce in muratura in stile "imperiale" possono essere decorate con palladiane di marmo o pietra e persino rosoni in marmo.

Alcuni consigli per un mosaico perfetto!

Come si sceglie un mosaico per la doccia? Ecco cinque consigli per non sbagliare.

  1. Il mosaico deve essere il focal point del bagno: se i rivestimenti del bagno sono già decorati o la parete a mosaico non è ben visibile, meglio rinunciare.
  2. Meglio evitare il mosaico su grandi porzioni di parete, specie se il bagno è piccolo.
  3. Tra le fughe delle tessere si possono formare muffe, quindi, in un bagno cieco è importante provvedere ad una buona aerazione.
  4. Il mosaico monocromo generalmente si abbina a rivestimenti colorati e il mosaico colorato a piastrelle monocrome. Fanno eccezione gli abbinamenti tono su tono, con mosaici che riprendono il colore delle pareti, con diverse tonalità.
  5. Il mosaico si può abbinare anche a piastrelle dello stesso colore, ma più grandi, o addirittura a rivestimenti monolitici come il microcemento.
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it