Usare mattonelle adesive per decorare il bagno? Si può, e senza spendere molto.

Rinnovare il bagno senza demolire il rivestimento esistente? Si può, grazie alle nuove tecniche produttive che permettono di realizzare piastrelle adesive adatte anche al bagno.

Le piastrelle adesive per il bagno si dividono in

  • rivestimenti autoadesivi pellicolari;
  • pavimenti in Pvc adesivo;
  • pavimenti in Pvc adesivo con finitura di lusso (LTV - luxury vinyl tiles).

Le finiture disponibili sono veramente tantissime, dalle piastrelle effetto maiolica a quelle effetto cementina vintage, fino alle piastrelle con decori geometrici o a mosaico.

Le piastrelle adesive per le pareti del bagno formano una pellicola sulla piastrella che è possibile riposizionare alcune volte. Sono resistenti alla condensa e al calore, hanno una finitura resistente all'acqua e possono essere pulite con detergenti neutri. Unico neo la durata: appena 2-3 anni.

I pavimenti in Pvc adesivo possono avere la stessa resistenza all’usura delle piastrelle ceramiche tradizionali e, se ben tenuti, possono durare anche 10 anni.

Il vinile è estremamente resistente all’umidità e all'attacco di muffe, ma i collanti utilizzati per la posa possono essere sensibili all'acqua. E' bene quindi utilizzare sempre piastrelle indicate per l'utilizzo in bagno. In nessun caso queste piastrelle possono essere posate su superfici a diretto contatto con acqua (doccia o vasca).

In questo approfondimento parleremo di quanto costano le piastrelle adesive in Pvc per il bagno, compresi i prezzi di applicazione. Inoltre ti daremo alcuni consigli per scegliere le piastrelle giuste ed alcune alternative per rinnovare il bagno senza togliere le piastrelle esistenti.

Piastrelle adesive per il bagno: prezzi

Tipologia Costo indicativo
Piastrelle adesive per pareti effetto cementine da 20 €/mq
Piastrelle adesive per pareti dorate o argentate da 35 €/mq
Piastrelle adesive per pareti geometriche da 20 €/mq
Piastrelle adesive per pareti dècor da 40 €/mq
Piastrelle adesive per pareti effetto mosaico da 25 €/mq
Piastrelle adesive per pavimento grande formato (30 x 30 cm) da 10 €/mq
Piastrelle adesive per pavimento effetto parquet da 15 €/mq
Piastrelle adesive per pavimento effetto legno grezzo, cemento o pietra da 20 €/mq

 

Piastrelle adesive: costi di applicazione

L'applicazione delle piastrelle pellicolari per le pareti del bagno è semplicissima e può essere eseguita anche fai da te, a patto di avere l'accortezza di pulire, sgrassare e asciugare bene la superficie di posa.

L'applicazione dei pavimenti vinilici adesivi è più complessa e andrebbe eseguita da un professionista. Il costo è di 10-15 €/mq a seconda dello stile di posa. In molti casi andrà sostituito anche il battiscopa.

Un consiglio per risparmiare

I costi di applicazione delle piastrelle adesive per il bagno variano a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per essere sicuro di scegliere un preventivo davvero conveniente ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea di quanto costano le piastrelle viniliche adesive per il bagno nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare buone offerte anche per i materiali - alcune ditte specializzate godono di convenzioni con i rivenditori e possono acquistare i tuoi rivestimenti per te a prezzo scontato.

Preventivi per le piastrelle adesive per il bagno... se sei sempre di corsa

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, tramite il nostro sito puoi richiedere preventivi a professionisti vicini a dove vivi.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per rinnovare i rivestimenti del bagno da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione giusta per te!

Piastrelle adesive per il bagno: quali scegliere?

La scelta delle piastrelle adesive dovrebbe tenere conto di

  • formato delle piastrelle esistenti;
  • livello di usura previsto;
  • livello di umidità e temperatura ambientali;
  • necessità igieniche.

Nella scelta dei rivestimenti pellicolari bisognerà tenere conto di una fuga di circa 2 mm, necessaria per garantire la perfetta aderenza su piastrelle con bordi bisellati. Ecco la corrispondenza dei formati:

  • piastrelle adesive bagno 14,8x14,8 cm → piastrelle 15x15 cm
  • piastrelle adesive bagno 19,8x24,8 cm → piastrelle 20x25 cm
  • piastrelle adesive bagno 19,8x19,8 cm → piastrelle 20x20 cm
  • piastrelle adesive bagno 29,8 x 29,8 cm → piastrelle 30x30 cm.

Il problema del formato si pone anche per i pavimenti in Pvc adesivo, in quanto se scegli un formato maxi per un ambiente piccolo saranno richiesti molti più tagli e i costi di posa potrebbero aumentare. In bagni molto piccoli meglio optare per piastrelle di piccolo formato.

Per quanto riguarda il livello di usura, i rivestimenti pellicolari possono essere calpestabili, ma adatti solo ad un traffico leggero. Per il bagno di servizio o per i bagni di pubblici esercizi meglio optare per un pavimento in Pvc con classe di resistenza PEI 3 o superiore.

Sebbene i rivestimenti adesivi siano resistenti all'umidità sono sconsigliati in bagni ciechi o soggetti a forti condense, a meno di non potenziare l'impianto di ventilazione.

Le piastrelle adesive per il bagno sono sconsigliate anche in caso di bagni soggetti a stretti standard igienici, in quanto sono incompatibili con detergenti aggressivi.

Piastrelle adesive per il bagno: le alternative

Esistono alternative ai rivestimenti vinilici adesivi che consentono comunque di evitare la demolizione del rivestimento esistente. I più diffusi sono

  • smalti vetrificanti;
  • carta da parati vinilica adesiva;
  • resina;
  • microcemento.

Gli smalti vetrificanti sono vere e proprie vernici idrorepellenti da applicare sulle piastrelle esistenti. L'effetto finale dipenderà molto dal formato del rivestimento esistente.

I rivestimenti monolitici consentono livelli maggiori di personalizzazione.

La carta da parati vinilica è resistente all'acqua e può essere applicata anche sulle piastrelle, dopo aver steso un apposito primer per colmare le fughe. La durata è simile a quella di una carta da parati classica, ossia circa 10 anni. Alcuni sistemi per la decorazione del bagno consentono di impermeabilizzare la parete e possono essere usati anche nel box doccia. I costi in questo caso vanno da 80-100 €/mq in su, più altri 20 €/mq per l'applicazione.

I rivestimenti in resina possono avere uno spessore di appena 2-3 mm ed essere applicati anche su superfici a diretto contatto con acqua, con la possibilità di scegliere tra tante finiture diverse. Il costo di applicazione va da 20 €/mq a seconda dello spessore.

Il microcemento ha una durata persino superiore ai rivestimenti ceramici, è perfettamente impermeabile e consente una scelta di finiture ancora maggiore. Il costo di applicazione è di 80-100 €/mq.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it