Esempi di box doccia in cristallo

Elegante, minimale, versatile: il box doccia in cristallo piace a tutti e viene proposto dai produttori di sanitari in una quantità di modelli adatti a tutte le esigenze.

Si va dal box doccia classico in cristallo trasparente, con profili in acciaio, fino ai box doccia frameless, senza profili, perfetti anche in un bagno moderno.

.Le versioni più classiche hanno apertura scorrevole frontale o laterale, mentre i box doccia semicircolari possono avere apertura a battente completa, che facilita l'ingresso nella doccia.

Novità anche dal punto di vista della sicurezza: vetri e cristalli temperati sono antinfortunistica. Molto resistenti, se si rompono lo fanno in parti molto piccole e poco taglienti.

 

Box doccia cristallo: prezzi

Un classico box doccia in cristallo temperato di dimensioni standard (80 x 80 cm) costa circa 100 euro. I box doccia più piccoli paradossalmente costano di più: è il caso dei box doccia angolari 70 x 70 cm, molto usati nei bagni piccoli, che hanno prezzi maggiorati di circa il 20% come un box doccia cristallo su misura.

I modelli angolari 90 x 90 cm o angolari semicircolari costano in media 240 euro. Prezzi un po' più alti per i modelli con apertura a soffietto, che costano circa 290 euro.

I box doccia di grandi dimensioni angolari (100 x 100 cm) o rettangolari (70 x 120 cm) costano 300-350 euro.

Per finire ci sono i modelli angolari con lato fisso e apertura laterale a battente o girevole, che costano circa 380 euro.

Box doccia cristallo: costi di posa

Il costo di posa di un box doccia in cristallo è di circa 100 euro, con ampie variazioni a seconda delle zone. Nelle grandi città e nelle zone con minore concorrenza potresti trovarti di fronte a prezzi maggiori per via dei costi di chiamata dell'operaio più alti (da 50 euro in su).

Alcuni negozi di sanitari non effettuano servizio di posa, perciò bisogna provvedere da soli. La posa in opera dell'intera doccia costa circa 250 euro, inclusa posa del piatto doccia, del box e delle rubinetterie.

Box doccia cristallo, consigli per risparmiare

Un ottimo modo per risparmiare sulla posa in opera del box doccia è confrontare più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti consente di:

  • farti un'idea dei prezzi medi per il montaggio del box doccia nella tua zona;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sul prezzo della manodopera.

Alcuni idraulici sono più propensi a fare sconti per i lavori nelle vicinanze della sede aziendale o vicini ad altri cantieri, perché risparmiano sui costi di trasporto.

Inoltre, se acquisti il box doccia dallo stesso professionista che si occuperà del montaggio, hai diritto all'applicazione dell'aliquota Iva agevolata al 10% sia sulla manodopera che su una quota del prezzo di acquisto dei sanitari. Ne abbiamo parlato a proposito delle Agevolazioni fiscali per la ristrutturazione del bagno.

Raccogliere preventivi per il box doccia in cristallo in un clic

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti vicini a dove vivi tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non ti impegnano in alcun modo: se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te.

 

Box doccia in cristallo: quale scegliere?

Quando acquisti un box doccia puoi trovarti di fronte a due casi:

  1. hai già il piatto doccia
  2. devi sostituire il vecchio piatto doccia.

Nel primo caso le dimensioni sono vincolanti. Prendi accuratamente le misure del piatto doccia a filo delle pareti esterne (larghezza, lunghezza, raggio nel caso dei piatti semicircolari) e prendi nota anche dell'altezza della piastrellatura. Molti box doccia hanno un'altezza standard di 180 cm.

Nel secondo caso, bisogna prendere nota della posizione degli altri sanitari. Esistono infatti delle regole precise per ristrutturare il bagno, tra cui lo spazio minimo tra i sanitari, che deve essere di almeno 50 cm di lato ed 80 cm di fronte.

Box doccia cristallo 80 x 80 cm

E' il più comune, da utilizzare sia a centro parete che ad angolo. I modelli più diffusi sono quelli con le ante scorrevoli e con le ante fisse con modulo apribile a battente. La prima soluzione è utile per ridurre gli ingombri in un bagno piccolo ed è particolarmente consigliata nei box doccia angolari.

I box doccia di questa dimensione spesso sono trasparenti, per far sembrare la doccia più grande e non ostacolare il passaggio della luce naturale proprio nei bagni piccoli.

Box doccia cristallo 70 x 90 cm

I box doccia rettangolari in genere si utilizzano

  • nei bagni lunghi e stretti
  • nei bagni con muri rientranti, per occupare tutta la lunghezza della rientranza nel muro.

Molto diffusi i modelli con apertura a battente reversibile, in modo da avere un accesso comodo alla doccia anche dal lato più lungo.

Una particolare tipologia di box doccia rettangolare è quello semicircolare asimmetrico , ottimo per ridurre ulteriormente l'ingombro frontale del box doccia e non ostacolare l'accesso agli altri sanitari.

Box doccia 80 x 120 cristallo 8 mm

I box doccia più grandi hanno spesso i cristalli di spessore maggiorato per garantire una maggiore resistenza e sicurezza. I più diffusi sono quelli asimmetrici, che offrono un minore ingombro frontale e possono essere collocati anche in bagni di medie dimensioni.

La maggior parte di questi box doccia ha apertura scorrevole e viene spesso abbinata ad un piatto doccia a filo pavimento, sia perchè un piatto doccia tradizionale di quelle dimensioni sarebbe esteticamente poco gradevole, sia per agevolare le operazioni di pulizia.

Box doccia in cristallo: 6 mm o 8 mm?

I box doccia in commercio devono avere pari caratteristiche di sicurezza e non c'è differenza a livello di resistenza tra cristallo e vetro temperato.

Quando le ante sono molto grandi, però, molti produttori preferiscono realizzare il box doccia in cristallo 8 mm, che ha ottime caratteristiche di resistenza meccanica, come ulteriore precauzione.

In generale quando acquisti un box doccia con la marcatura CE le ante hanno esattamente lo spessore necessario per garantire la massima resistenza.

Box doccia in cristallo, satinato o piumato?

Entrambi servono a non mostrare l'interno della doccia. Con un box doccia in cristallo opaco la privacy è maggiore, mentre può essere minore la luce che penetra all'interno del box doccia lateralmente. Non è consigliabile in un bagno piccolo, specie se non viene condiviso da più persone contemporaneamente.

Il cristallo piumato è più "rivelatore", perciò potrebbe non essere adatto al bagno principale di un'abitazione o al bagno di un'attività. In compenso è perfetto proprio per i bagni piccoli, in quanto permette alla luce di penetrare all'interno del box doccia.

Un box doccia in cristallo fumè, invece, è trasparente e mostra benissimo l'interno della doccia, ma ha il vantaggio di rendere ben visibili le ante per evitare sgradevoli ... incidenti.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it