Doccia sostituita alla vascaNegli utlimi anni la doccia è diventata la soluzione preferita dagli italiani

Fare il bagno, per quanto possa essere piacevole e rilassante, è diventata un'abitudine vecchio stile, che mal si concilia con le esigenze di una grande quantità di persone, per i motivi più disparati. 

Gli anziani e i disabili, ad esempio, possono avere la necessità di sostituire la vasca con una più pratica doccia a filo pavimento, guadagnando tanto spazio di manovra in più.

Le persone sensibili alla tematica ecologica, invece, vorranno sostituire la vecchia vasca con una doccia per ridurre i consumi di acqua.

Infine, c’è la gran parte della popolazione alle prese con tanti impegni da conciliare dentro e fuori casa, che trova la doccia infinitamente più comoda, pulita e veloce rispetto alla classica vasca da bagno. 

Se rientri in quest’ultima categoria, ti farà piacere sapere che sostituire la tua vecchia vasca non comporta dover rinunciare alla possibilità, di tanto in tanto, di fare un rilassante idromassaggio.

In questo articolo ti forniremo una panoramica dei prezzi per la sostituzione della vasca con la doccia, con alcune indicazioni sulle agevolazioni fiscali in particolare per gli anziani e i disabili. 

Infine, nella maggior parte dei casi, è possibile effettuare la sostituzione della vecchia vasca con una doccia nuova di zecca senza effettuare opere murarie, ma i costi sono comunque piuttosto elevati.  Qui troverai alcuni consigli su come risparmiare sui costi di questa operazione, semplicemente confrontando le offerte presenti sul mercato.

 

Sostituzione della vasca con la doccia, come risparmiare sui costi

La sostituzione della vasca con la doccia fai da te, anche se non servono opere murarie, non è una soluzione praticabile - perchè ci sono diverse operazioni tecniche che rischiano di metterti in seria difficoltà… insomma, rischi di fare un pasticcio.

In molti casi però è possibile risparmiare più importanti seguendo pochi semplici consigli.

1.Confronta i preventivi e risparmia sulla manodopera

Le ditte che offrono i pacchetti “tutto compreso” che trovi pubblicizzati in vario modo praticano prezzi fissi che comprendono costi aggiuntivi che spesso puoi evitare di pagare. 

Ad esempio il costo orario della manodopera è riferito a tariffe standard nazionali che possono essere più alte rispetto a quelle praticate da un buon artigiano nella tua zona. La sede da cui partono gli operai può essere fuori zona rispetto a te e dovrai quindi pagare la trasferta. 

Infine, avendo un volume di lavoro piuttosto consistente e facendo tanta pubblicità, anche il ricarico sui costi vivi che la ditta sostiene sarà maggiore rispetto ad una ditta più piccola. 

Per questi motivi, prima di decidere a chi affidarti per fare il lavoro sarebbe un’ottima idea raccogliere e confrontare diversi preventivi di ditte specializzate nella tua zona. 

Se vuoi, tramite il nostro sito puoi richiedere tre preventivi gratuiti ad altrettante aziende che lavorano vicino a te. In poche ore avrai tre preventivi riferiti solo agli interventi che devi effettivamente fare e potrai farti un’idea chiara di quanto puoi risparmiare.

2. Compra da solo i materiali 

Acquistare da solo il piatto doccia, gli accessori e gli eventuali rivestimenti mancanti ti permette di sfruttare le tante occasioni di risparmio che trovi nella grande distribuzione. Un’unica accortezza: prendi sempre accuratamente le misure del bagno prima di scegliere, magari chiedendo consiglio al professionista che hai scelto per effettuare il lavoro. 

3. Attento alle dimensioni 

Se decidi di sostituire la vasca con una doccia più piccola, per motivi di spazio, puoi risparmiare in maniera consistente decidendo di creare un unico piatto delle stesse dimensioni della vecchia vasca dove mettere sia doccia che lavatrice. In questo modo, risparmierai una parte dei costi per la modifica della platea ed i rivestimenti.

4. Crea una zona a mosaico

Le piastrelle a mosaico salvano la situazione nel caso in cui tu non abbia più le vecchie piastrelle per rimpiazzare il rivestimento che è stato rimosso. Sceglile per rivestire solo la zona doccia: l’effetto è molto moderno.

 

I prezzi per la sostituzione della vasca con la doccia

Ecco le operazioni da effettuare per sostituire la vecchia vasca con una doccia e i relativi costi.

1. Rimozione della vecchia vasca

Questo primo step avviene in due fasi. Nella prima si toglie il rivestimento intorno alla vasca e la si incide lungo i bordi per rimuoverla dalla parete e dal pavimento dove è fissata.

Nella seconda fase tutto il materiale prodotto dall'eliminazione della vasca e la vasca stessa vengono smaltiti a norma di legge e viene pulita l'area che dovrà accogliere la tua nuova doccia.

Il costo dell'intera operazione (rimozione e smaltimento) parte dai 600 euro in su.

2. Creazione platea isolante e installazione nuovo piatto doccia

L'area dove si trovava la vasca viene isolata per evitare perdite d'acqua e la parte del vecchio scarico non più utilizzabile viene rimossa. 

In seguito viene installato il piatto doccia, collegando lo scarico vecchio al nuovo e sigillando il tutto per evitare perdite d'acqua.

Il costo della creazione della platea isolante e dell'installazione del nuovo piatto doccia va dai 450 euro in su.

3. Ripristino rivestimenti e installazione box doccia

Il ripristino dei rivestimenti ha un costo piuttosto variabile. Se hai una parte del vecchio rivestimento da parte, pagherai semplicemente il costo della posa delle piastrelle, che per la posa dritta di piastrelle piuttosto grandi (20x20) è di circa 15 euro al mq.

In caso contrario, dovrai anche considerare il costo dei materiali, per cui ti rimandiamo ad un nostro apposito approfondimento.

L’installazione del box doccia, solo di manodopera, ha invece un costo che si aggira intorno ai 150 euro, inclusi eventuali elementi a muro come porta sapone, porta asciugamani, etc.

 

Sostituzione della vasca con la doccia, quando si ha diritto alle agevolazioni fiscali

Viene spesso pubblicizzata sia la detrazione Irpef del 50% che l’IVA agevolata al 10% per la sostituzione della vasca con la doccia. In realtà, come chiarito da una circolare dell’Agenzia delle Entrate, questa è detraibile solamente in due casi.

Vediamoli nel dettaglio:

  • Quando la sostituzione avviene nell’ambito di un intervento di manutenzione straordinaria, come una ristrutturazione o il rifacimento degli impianti. La sola sostituzione della vasca con la doccia infatti viene considerata manutenzione ordinaria e non si può portare in detrazione.
  • Quando la sostituzione si configura come un intervento atto ad eliminare le barriere architettoniche. Anche in questo caso, però, occorre inserire altri lavori che “assorbano” anche questo intervento nella categoria delle manutenzioni straordinarie, come ad esempio una piccola modifica dell’impianto idrico.

Media calcolata su 1 voto
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it