con una vasca da bagno piccola angolare l'ingombro è ridotto al minimo

Il bagno piccolo non è un problema che riguarda solamente le vecchie case, ma anche molti appartamenti di recente costruzione. Per questo i produttori di sanitari sono impegnati ad inserire propri cataloghi vasche da bagno di piccole dimensioni che siano al tempo stesso sufficientemente comode da svolgere degnamente la loro funzione.

Proprio come le vasche standard, le vasche da bagno di dimensioni mini possono essere di due tipologie:

  • da incasso
  • da appoggio o freestanding.

Le vasche da incasso a loro volta possono essere di diverse tipologie, dai semplici gusci da inserire in un involucro in muratura o da rivestire con appositi pannelli forniti dal produttore alle vasche da sottopiano, piastrellabili con il rivestimento desiderato.

Inoltre, sono quasi sempre predisposte per una determinata posizione all'interno della stanza (angolare, centro parete, centrale).

Le vasche freestanding, invece, sono finite a 360°, possono essere posizionate dove si preferisce e persino spostate.

In entrambi i casi la rubinetteria viene venduta a parte. Alcune vasche hanno la predisposizione per la rubinetteria integrata, ma molte sono indipendenti, ossia possono essere abbinate a rubinetti da incasso nella parete o a miscelatori a colonna.

Vasca da bagno piccola: prezzi

La vasca da bagno più piccola è lunga meno di un 1 metro (90 x 90 cm) e, completa di rivestimento, costa circa 500 euro.

Per realizzare una vasca da bagno piccola da collocare in posizione angolare è possibile acquistare un guscio per vasche da incasso da abbinare ad un involucro in muratura. Un guscio per vasca da bagno piccola con seduta ha dimensioni minime molto contenute (105 x 70 cm) e costa circa 100 euro; la vasca completa di involucro in muratura e rivestimento con piastrelle economiche, invece, costa in media 400 euro.

Le vasche più grandi hanno costi più contenuti. Una vasca da bagno piccola di dimensioni superiori a 120 cm, con pannellatura in acrilico bianco, costa circa 200 euro. Ne esistono tante versioni con pannellature decorative (es. effetto legno) che, chiaramente, costano di più: per una vasca da bagno piccola di design bisogna prepararsi a spendere almeno 700-800 euro.

Prezzi più elevati anche per le vasche piastrellabili e da appoggio: una vasca da sottopiano angolare 150 x 150 cm costa circa 600 euro, mentre una vasca freestanding 155 x 80 cm costa sui 2.800 euro.

Specialmente se si ha un solo bagno, spesso è necessario abbinare vasca e doccia insieme. Una vasca da bagno piccola con box doccia costa circa 400 euro in più rispetto al prezzo della sola vasca. In molti casi, però, è possibile combinare una vasca da bagno piccola con la doccia semplicemente installando un sopravasca in vetro temperato, con un costo aggiuntivo di 200-300 euro a seconda del modello.

Molte docce idromassaggio sono dotate anche di una piccola vasca, una soluzione che unisce praticità e relax, con un costo tutto sommato contenuto (circa 800 euro). Se vuoi una vera e propria vasca da bagno idromassaggio (anche se piccola) dovrai orientarti su modelli di marca che difficilmente scendono sotto a 1.500 euro.

Vasca da bagno piccola: costi di posa

La posa in opera di una vasca da bagno costa circa 150 euro, cui bisogna aggiungere altri 200 euro in media per la rimozione e lo smaltimento della vecchia vasca.

I costi di posa variano sensibilmente a seconda delle zone (anche in funzione dei prezzi della manodopera) per cui prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea dei prezzi delle vasche da bagno di piccole dimensioni nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare vasche da bagno in offerta - alcune ditte specializzate godono di convenzioni con i rivenditori di sanitari e possono acquistare la tua vasca per te a prezzo scontato.

Preventivi per la vasca da bagno nuova... se sei sempre di corsa

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per la tua nuova vasca da bagno da tre professionisti della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te!

Vasca da bagno piccola: le misure minime

Le dimensioni minime variano da modello a modello, pur rimanendo all'interno di uno standard dettato dalle dimensioni dei bagni di nuova costruzione.

Nel caso delle vasche da incasso, ad esempio, le misure standard sono

  • 105x70
  • 110x70
  • 120x70
  • 130x70
  • 140x70
  • 150x70
  • 160x65
  • 160x70.

Le vasche circolari (a ciotola) o ovali hanno un diametro minimo di 160 cm, anche in questo caso dettato da criteri pratici. In commercio è possibile trovare anche vasche angolari a semicerchio, ancora meno ingombranti della vasca angolare classica, che hanno una lunghezza minima di 150-165 cm x 85 cm di lato.

Per quanto riguarda l'altezza, il valore minimo è 43 cm, ma la maggior parte dei modelli è alto almeno 55 cm.

Le agevolazioni fiscali per la vasca da bagno

Fino al 31 dicembre 2018, chi esegue lavori di ristrutturazione su un immobile ad uso abitativo ha diritto al rimborso Irpef del 50% della spesa sostenuta.

Non tutti i lavori rientrano negli interventi agevolabili. La semplice sostituzione della vasca da bagno, ad esempio, è agevolabile solamente in due casi

  • se si realizza una vasca da incasso con involucro in muratura;
  • se si modifica l'impianto idraulico, anche parzialmente.

Inoltre, se affidi la fornitura e la posa della vasca alla stessa ditta, hai diritto all’applicazione dell’aliquota Iva al 10% sia sulla manodopera che su una quota del costo della vasca pari al costo della manodopera, purchè questo non superi la metà del valore totale dell’intervento.

Non sono considerati interventi agevolabili la sovrapposizione della vecchia vasca - di cui abbiamo parlato in un nostro precedente articolo - e la sostituzione della vecchia vasca con una vasca con sportello.

Questi interventi, così come la sostituzione della vasca, sono comunque detraibili "per assorbimento" se eseguiti in concomitanza ad altri lavori che danno diritto alle agevolazioni fiscali. Per approfondire puoi leggere il nostro articolo sulle detrazioni fiscali per la ristrutturazione della casa.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it