più di semplici mobili bagno: le vasche da bagno in legno possono avere virtù terapeutiche

p>La vasca da bagno in legno è stata per secoli impiegata sia per l'uso quotidiano che nella medicina tradizionale. Nel primo caso basta pensare alla tinozza usata per lavarsi d'inverno nelle società contadine. A scopo terapeutico invece si impiegano prevalentemente vasche in legno di ginepro, di cui sono note le seppur lievi proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.

 

La vasca in legno è anche utilizzata nella medicina tradizionale di altri paesi. L'ofuro, il rituale giapponese di purificazione del corpo, prevede l'immersione in una vasca da bagno colma di acqua molto calda, in alcuni casi acqua termale. L'immersione avviene dopo una scrupolosa pulizia e, nelle famiglie, rigorosamente in ordine gerarchico.

La vasca in cui ci si immerge per l' ofuro è più profonda di una vasca moderna e realizzata in legno di cipresso giapponese, cui sono attribuite proprietà curative.

La qualità del legno è molto importante, trattandosi di un materiale che può essere soggetto all'attacco di funghi e muffe. Non tutti i legni sono adatti, anzi, se attaccati da muffe possono persino causare dermatiti e allergie. Essenze come la quercia, l'acacia, il castagno e il cedro sono molto resistenti all'umidità e all'attacco di funghi e sono facilmente reperibili anche nel nostro paese.

Le vasche in legno possono avere anche un importante valore estetico, ad esempio per decorare un bagno in legno e pietra. In questo caso si può realizzare una vasca da incasso con pannellatura in legno, commissionare una vasca in legno ad un bravo artigiano o acquistare una vasca da sottopiano con pannellatura effetto legno.

In questo articolo ci occuperemo di quanto costa una vasca in legno di differenti tipologie, compresi i costi di posa. Inoltre, ti daremo alcuni consigli per la manutenzione delle vasche in legno massello e parleremo delle detrazioni fiscali per la sostituzione dei sanitari.

Vasca da bagno in legno: prezzi

Le vasche da bagno in legno hanno prezzi estremamente variabili a seconda del materiale impiegato, delle dimensioni, degli accessori, del design.

Una semplice vasca da bagno a tinozza in legno ha un costo base di 800-1.000 €. Le vasche da bagno in legno di design possono arrivare a costare anche 35.000 € e possono essere realizzate con frassino, acero, quercia, noce e altri legni pregiati.

vasche da bagno da incasso con rivestimento in legno da 500 €
vasche da bagno da sottopiano con pannelli effetto legno 700-800 €
vasche da bagno in legno massello 800-1.000 €
vasche da bagno in legno giapponesi da 1.000 €
vasche da bagno in legno con idromassaggio da 1.500 €

Vasca da bagno in legno: costi di posa

L'installazione di una vasca da bagno in legno costa 450 - 500 € tra trasporto, posa, installazione delle rubinetterie, rimozione e smaltimento a discarica della vecchia vasca, allacci.

I costi di posa variano sensibilmente a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea di quanto costa una vasca da bagno in legno nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare vasche da bagno in offerta - alcune ditte godono di convenzioni con i rivenditori di sanitari e possono acquistare la tua vasca per te a prezzo scontato.

Preventivi per la vasca da bagno in legno... comodi e veloci

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per la tua vasca da bagno di legno da tre ditte specializzate vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione giusta per te!

Vasca da bagno in legno: manutenzione

Le vasche da bagno in legno hanno bisogno di cura e manutenzione costanti. I tre fattori che possono causare un precoce deterioramento del legno sono

  • attacchi di funghi e muffe;
  • tarli e altri insetti del legno;
  • sbalzi di temperatura.

Il legno usato per le vasche da bagno sarà naturalmente resistente a questi tre tipi di aggressione. La manutenzione comprende l'applicazione di oli o cere naturali, tra cui olio d'oliva, olio di lino cotto, cera d'api. Per l'impermeabilizzazione è possibile utilizzare metodi antichi come il tadelakt marocchino, con costi che arrivano anche a 300 €/mq.

Per evitare la formazione di fessure è importante:

  • non lasciare la vasca piena per lunghi periodi;
  • evitare gli sbalzi termici, ad esempio riempire con acqua bollente e poi risciacquare con acqua gelata.

In caso di fessurazioni è possibile applicare uno stucco impermeabile, con costi che vanno da 25 €/mq in su. Le vasche da bagno in legno per esterno andrebbero coperte con un telo impermeabile ma traspirante per proteggerle dagli agenti atmosferici.

Se decidi di usare manutentivi industriali, è molto importante scegliere prodotti a base d'acqua, anallergici, a basse emissioni di VOC. Il legno è molto poroso, quindi, per la disinfezione è meglio utilizzare prodotti naturali come acqua bollente salata, acqua con olio essenziale di timo o di limone, che ha anche un effetto sbiancante, al limite un po' di acqua calda con amuchina.

Vasca da bagno in legno: detrazioni fiscali

Esistono detrazioni per la sostituzione dei sanitari? Il rimborso Irpef del 50% della spesa sostenuta riguarda solo le opere di manutenzione straordinaria. Sarà possibile detrarre la sostituzione dei sanitari solo se avviene insieme a:

Unica eccezione la sostituzione dei sanitari nel sottotetto: in questo caso è possibile detrarre anche solo la sostituzione della vasca e le opere in muratura connesse con la posa.

Per ottenere le detrazioni è necessario pagare con bonifico bancario o postale, contenente

  • riferimento normativo (Dpr. 917/1986 art. 16/bis);
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Oltre al rimborso Irpef è possibile applicare l'aliquota Iva agevolata al 10% sui costi di trasporto e posa e su una quota del prezzo di acquisto della vasca pari ai costi della manodopera.

Esempio:

  • vasca da bagno in legno massello + rubinetteria: 1.200 €;
  • trasporto e posa: 450 €;
  • totale: 1.650 €;

450 + 450 = 900 € da fatturare al 10%;

1.650 - 900 = 750 € da fatturare al 22%.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it