Vasca da incasso rettangolare in bagno ristrutturato

Una vasca da bagno da incasso è la soluzione ideale per chi vuole una vasca altamente personalizzabile, che si adatti perfettamente allo spazio a disposizione.

In vendita puoi trovare modelli

  • solo guscio, in cui viene venduto solo il rivestimento interno della vasca, da inserire in un supporto in muratura e rifinire secondo le proprie preferenze;
  • con telaio di supporto, più facili da installare. Le vasche da incasso con telaio possono essere rivestite anche con muratura particolarmente leggera, senza preoccuparsi del peso. Inoltre, possono essere dotati di pannelli di copertura, per l'installazione senza lavori in muratura. I pannelli possono essere due, per le vasche angolari, oppure quattro, per le vasche a centro stanza.

In questo articolo faremo una breve panoramica dei prezzi delle tipologie di vasche da incasso in commercio, con qualche consiglio per scegliere la vasca più adatta alle tue esigenze.

 

Vasca da bagno da incasso: prezzi

I gusci per vasche da bagno a incasso hanno prezzi che vanno da 100 euro in su. Questo primo prezzo si riferisce al guscio di una classica vasca rettangolare di dimensioni standard (170 x 70 cm). 

I gusci per vasche da incasso minimal, dalle linee essenziali e squadrate, costano da 130 euro in su e sono particolarmente adatti ad un bagno moderno.

Prezzi un po' più alti per le vasche da incasso di piccole dimensioni: nella versione con seduta costano circa 190 euro. I gusci per vasca di grandi marche, in particolare quelle di grandi dimensioni, asimmetriche, sagomate o con poggiatesta, hanno prezzi che vanno da 250 a 500 euro. Per finire ci sono le vasche da incasso ovali, che costano circa 400 euro.

Il costo finale della vasca compreso il rivestimento dipende dal numero di pannelli e quindi dalla posizione (angolare, centro stanza) e dalla tipologia. Una semplice vasca con rivestimento in acrilico bianco di dimensioni standard costa circa 250 euro.

Vasca da bagno ad incasso: costi di posa

Posare una vasca da incasso utilizzando il telaio e i pannelli forniti dal produttore costa circa 150 euro. Creare una vasca da incasso con rivestimento in muratura e piastrelle costa in media 450-500 euro comprensivi di

  • installazione della vasca e delle rubinetterie;
  • opere in muratura (da 50 a 80 euro/mq a seconda se utilizzi cartongesso o muratura tradizionale);
  • ripresa della piastrellatura con piastrelle economiche (25 euro/mq).

Qualche idea per la piastrellatura di una vasca in muratura? In un nostro precedente articolo diamo qualche piccolo consiglio per scegliere le piastrelle per il bagno in maniera leggera e divertente.

Come faccio a capire se un preventivo è equo?

I prezzi di posa delle vasche da incasso variano in funzione dei costi della manodopera nelle diverse località, per cui ti consigliamo di valutare quali sono i prezzi medi nella tua zona confrontando più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette anche di

  • trovare vasche da incasso in sconto (molte ditte di idraulica godono di speciali convenzioni con i rivenditori per l'acquisto dei sanitari)
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di manodopera.

Raccogliere preventivi per la vasca da incasso in un lampo

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te!

 

Vasca da incasso: meglio pannellata o piastrellata?

Per realizzare una vasca da bagno da incasso è necessario creare un supporto in muratura alto almeno 50 cm, che può essere realizzato in cartongesso resistente all'acqua con diverse finiture. Oltre alle classiche piastrelle puoi utilizzare finiture a

  • intonaco verniciato con smalto murale idrorepellente
  • resina
  • microtopping.

In alternativa puoi utilizzare gli appositi pannelli forniti dal produttore. Le vasche pannellate sono particolarmente adatte se hai previsto una funzione idromassaggio, perchè riducono in maniera consistente le dispersioni di calore.

Le vasche in muratura tradizionale, invece, ti permettono di avere una maggiore flessibilità per quanto riguarda le finiture e la disposizione della vasca. Ad esempio, puoi creare ripiani nella muratura per riporre asciugamani o prodotti da bagno, oppure creare una vasca con doccia affiancata.

Vasche da incasso: misure standard

Una vasca da incasso rettangolare classica può avere le seguenti misure standard:

 

  • 105x70
  • 110x70
  • 120x70
  • 130x70
  • 140x70
  • 150x70
  • 160x65
  • 160x70
  • 170x65
  • 170x70
  • 170x80
  • 170x85
  • 180x80
  • 190x90

 

Dimensioni standard simili per la vasca da incasso ovale.

Nelle vasche da incasso tonde il diametro minimo è di 160 cm. Se cerchi una versione angolare, in commercio puoi trovare vasche a semicerchio angolari a circa 380 euro. Le misure standard sono 150x85x55 cm o 165x85x55 cm.

La vasca ad incasso con idromassaggio

La funzione idromassaggio è molto richiesta nelle vasche da incasso, in particolare per i modelli da collocare a centro stanza. Guscio per vasca da incasso e sistema idromassaggio sono venduti separatamente: in questo modo puoi scegliere quello che meglio si adatta alle tue esigenze.

Una vasca idromassaggio rettangolare da incasso di 170 x 70 cm con sistema idromassaggio Whirlpool a 6 idrogetti ha un prezzo base di 800 euro.

Le minipiscine da incasso con idromassaggio, invece, hanno un prezzo base di 2mila euro.

Vasca ad incasso e agevolazioni fiscali

La semplice sostituzione della vasca da bagno con una vasca da bagno da incasso da diritto solamente all’applicazione dell’Aliquota Iva agevolata al 10%, purchè tu affidi fornitura e posa della vasca da incasso alla stessa ditta. In questo caso, sarà al 10% l’Iva su

  • costo della manodopera
  • costo dei beni significativi (vasca e altri arredi completi, non singole parti) per una quota pari al costo della manodopera.

Il resto della cifra in fattura sarà soggetto all’Iva al 22%.

Per usufruire dei rimborsi Irpef al 50% per gli interventi di manutenzione straordinaria del bagno è necessario effettuare interventi che comprendano opere in muratura, modifiche degli impianti, ampliamenti o spostamento di pareti e tramezzi. Quindi, non ne ha diritto chi installa vasche pannellate o prefinite.

Per approfondire puoi leggere il nostro articolo sulle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione del bagno.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it