ventilazione meccanica in un bagno cieco

Un bagno cieco o con aerazione insufficiente può avere diversi problemi, tra cui

  • aria poco pulita, carica di batteri e sostanze nocive e povera di ossigeno;
  • cattivi odori;
  • alto tasso di umidità con conseguente formazione di condensa, che può rovinare il rivestimento e le parti metalliche a vista dei mobili;
  • formazione di muffa sulle pareti o tra le piastrelle.

I sistemi di ventilazione possono essere di due tipi

  • naturale, basata su semplici condotte di aerazione che sfruttano la convenzione termica, ovvero la tendenza dell'aria calda a salire e ad essere sostituita con aria più fresca proveniente dall'esterno;
  • forzata, sono sistemi che utilizzano ventole e aspiratori per estrarre l'aria viziata e sostituirla con aria pulita proveniente dall'esterno.

I sistemi di ventilazione meccanica sono i più usati per il bagno cieco, in particolare in condominio o se non si ha accesso alle pareti perimetrali. In questo caso l'aria viziata viene convogliata verso un tubo esalatore che percorre tutti i piani dello stabile, con sbocco sul tetto.

Se invece nel perimetro del bagno è inclusa una parete esterna, allora è possibile realizzare una bocchetta di aerazione, magari dotata di un recuperatore di calore per evitare inutili dispersioni termiche.

In questo approfondimento parleremo dei prezzi dei diversi tipi di ventilazione, con alcuni consigli per risparmiare. Inoltre, parleremo di come aerare un bagno cieco in condominio o in altre situazioni dove si pone il problema del rumore e di cosa dice la nostra normativa sull’argomento.

Bagno cieco: soluzioni e prezzi

La soluzione più economica è il classico aspiratore, che ha un costo che va da 30 euro in su per i sistemi ad aspirazione intermittente - da collegare ad un interruttore indipendente o a quello della luce principale del bagno - fino ad arrivare ad oltre 100 euro per i sistemi di aspirazione autoregolabili.

L'aspiratore di un bagno cieco senza uscita verso l'esterno potrà essere provvisoriamente dotato di un filtro a carboni attivi del costo di circa 70 euro, in grado di ridurre i cattivi odori. Una soluzione che non può essere permanente perchè contrasta con la normativa che, come vedremo, prevede anche per il bagno cieco una ventilazione con sbocco verso l’esterno.

Se il bagno da sull’esterno è possibile realizzare una bocchetta di ventilazione con recuperatore di calore. I recuperatori di calore hanno un costo che va da 150 euro in su nel caso dei monostanza meccanici ad oltre 300 euro per i recuperatori elettrici con ventilazione forzata inclusa. I più cari sono i sistemi a doppio flusso, in entrata e in uscita, che possono costare anche 500 euro.

Il bagno cieco spesso è anche buio. Delle soluzioni per renderlo più luminoso abbiamo parlato in un precedente approfondimento.

Aspiratore per il bagno cieco: costi di posa

La posa di una ventola in un bagno cieco ha prezzi variabili a seconda del sistema utilizzato.

Un sistema di ventilazione naturale, ad esempio, consiste nel praticare uno o più fori nelle pareti. Può essere

  • a lato singolo (una sola bocchetta)
  • orizzontale (una bocchetta di entrata ed una di uscita poste sullo stesso piano)
  • a camino (una bocchetta di entrata in basso e una di uscita in alto).

Il prezzo di ciascun foro è di circa 100 euro.

Nel caso dell'installazione di aspiratori o di recuperatori di calore, invece, bisogna considerare un costo di circa 200 euro.

Un consiglio per risparmiare

I prezzi che abbiamo indicato variano notevolmente a seconda delle zone, anche in funzione dei costi della manodopera. Per essere sicuro di scegliere un preventivo davvero conveniente ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • capire quanto costano i diversi sistemi di aerazione per bagni nella tua città;
  • trovare installatori disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare buone offerte anche per i materiali - chi si occupa di impiantistica spesso lavora per le imprese edili e gode di speciali convenzioni con produttori o rivenditori per l'acquisto di sistemi di ventilazione a prezzo scontato.

Preventivi per l'aspiratore del bagno cieco... tra un impegno e l’altro

Hai tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, tramite il nostro sito puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per l'aerazione del tuo bagno cieco da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non ti impegnano in alcun modo: se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

L'aspiratore del bagno cieco... silenzioso

I sistemi di aspirazione a volte hanno il difetto dell'eccessiva rumorosità, che può causare le proteste dei vicini soprattutto in condominio.

Per ridurre il rumore è possibile utilizzare un ventilatore assiale, dotato di piccole pale che spingono l'aria parallelamente all'albero motore. I ventilatori assiali di solito sono silenziosi ed efficienti ed hanno una buona portata d'aria anche quando sono di piccole dimensioni. Il costo va da 40 euro in su.

Nei casi più "gravi" è possibile utilizzare un aspiratore cassonato, ossia dotato di un involucro imbottito di materiale fonoassorbente, il cui costo va da 200 euro in su.

Areare un bagno cieco: quando il problema è l'umidità

In caso di eccessiva condensa o umidità possono svilupparsi muffe resistenti persino ai trattamenti antimuffa. Un buon sistema di aerazione mantiene basso e stabile il livello di umidità nell'aria, contribuendo a risolvere il problema definitivamente.

I classici sistemi ad aerazione intermittente raramente sono efficaci in questi casi, specie se il bagno è poco utilizzato, come nel caso dei bagni di servizio, o se anche l'ambiente esterno è molto umido.

Una buona soluzione può essere dotare il bagno cieco di un sistema di ventilazione forzata collegato ad un idroscopio che modula il passaggio dell'aria mantenendo stabile il livello di umidità della stanza. Il costo è di circa 40 euro e può essere collegato anche ad un timer.

Aerazione forzata del bagno cieco e normativa

Nella nostra normativa non è contemplata la possibilità di un bagno cieco senza aspiratore, neppure nelle abitazioni più piccole.

Secondo il Decreto ministeriale Sanità del 5 luglio 1975, infatti, nelle abitazioni sotto i 70 mq il bagno può essere cieco purchè dotato di ventilazione forzata intermittente con ricambio minimo di 12 volumi/ora, oppure continua con ricambio minimo di 6 volumi/ora.

Norme ulteriori riguardanti tipologia di aerazione possono essere contenute nel Regolamento Edilizio dei diversi comuni. Ad esempio, il Regolamento Edilizio del Comune di Milano prescrive che nei bagni molto piccoli il sistema di aerazione intermittente venga attivato almeno tre volte al giorno.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it