Piastrelle del Bagno Verniciate

Demolire una piastrellatura esistente, oltre ad essere costoso, è un lavoro che disturba le normali attività domestiche causando polvere e rumore.

Una soluzione più semplice ed economica è verniciare le piastrelle.

Per farlo è possibile utilizzare:

  • smalti idrorepellenti per ceramica
  • resine
  • microcemento.

La vernice per piastrelle in ceramica è un rivestimento pellicolare, di spessore minimo, proprio come gli smalti per pareti. Si applica facilmente ed è totalmente idrorepellente, da usare anche all’interno della doccia.

Le resine, invece, sono rivestimenti di spessore maggiore (1-3 mm) che permettono di riempire perfettamente le fughe, creando superfici continue. Si possono usare sia in verticale che in orizzontale, sono assolutamente idrorepellenti e, in aggiunta, molto più resistenti all'abrasione. Le puoi usare tranquillamente per ricoprire il pavimento, anche nei punti soggetti a calpestio intenso.

La terza opzione è il microcemento, ideale per la cucina in quanto resiste a temperature oltre i 100° C. Puoi usarlo anche per ricoprire lavandini o lavatoi con rivestimento in piastrelle.

 

Verniciare le piastrelle: costi

Dipingere le mattonelle del bagno o della cucina fa risparmiare circa 9 euro/mq per la demolizione e lo smaltimento a discarica del rivestimento esistente.

Se scegli degli smalti lavabili idrorepellenti, verniciare le piastrelle del bagno ha un costo di 8-10 euro/mq.

Decisamente più cari, ma anche più duraturi, i rivestimenti in resina e microcemento. Si parte da un minimo di 20 euro/mq per la resina a basso spessore fino ad arrivare a 80/100 euro/mq del microcemento con effetti decorativi particolari.

 

Dipingere le piastrelle e risparmiare

I prezzi variano molto a seconda del costo della manodopera nelle diverse città italiane.

Per essere sicuro di scegliere il preventivo più conveniente, ti consigliamo di confrontare almeno due o tre preventivi.

Confrontare più offerte ti permette di

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona e scartare subito le proposte fuori mercato;
  • trovare professionisti qualificati. Per applicare alcuni prodotti, come resine o microcemento, occorrono operai con una formazione specifica. Le ditte che si occupano tutto l’anno di questo genere di lavori possono essere più inclini a trattare sul prezzo, perchè hanno già ammortizzato i costi di formazione.

In sede di richiesta di preventivi, ti consigliamo di chiedere sempre un sopralluogo gratuito. Servirà a te per valutare il livello di esperienza dell'impresa che hai scelto e

a quest'ultima per compilare un preventivo più preciso.

 

Raccogliere preventivi a tempo di record

Hai mille impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti vicini a dove vivi tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non ti impegnano in alcun modo. Se nessuno di essi ti interessa, non devi fare altro che metterti di nuovo in cerca della soluzione più adatta a te.

 

Verniciare le piastrelle: bagno

Ne avevamo già parlato in questo articolo sul microcemento. Dipingere le piastrelle del bagno non solo è comodo, ma aiuta a rinnovare un vecchio bagno in tempi decisamente brevi, da uno a tre giorni a seconda dei tempi di asciugatura.

Gli smalti per piastrelle sono costituiti da una base e da un catalizzatore, che vanno miscelati insieme. Una volta uniti base e catalizzatore, la vernice solidifica in pochi giorni e diventa molto difficile da usare.

La maggior parte dei rivestimenti per il bagno moderni sono in gres porcellanato o, più raramente, in ceramica smaltata. A seconda del tipo di piastrelle, bisognerà scegliere il prodotto adatto.

La vernice per piastrelle in ceramica non necessita di un fondo aggrappante, ma può essere necessario carteggiare le piastrelle per rimuovere lo strato smaltato e rivelare la parte sottostante più porosa. Per il gres porcellanato generalmente si usano smalti per pavimenti, adatti anche a superfici impermeabili e liscie.

Di solito queste vernici sono opache. Per ottenere un rivestimento lucido o satinato, bisogna applicare una vernice trasparente protettiva della finitura desiderata.

 

Verniciare le piastrelle: pavimento

Gli smalti per pavimenti hanno un'elevata resistenza al calpestio, alle macchie e all'abrasione.

A differenza degli smalti per piastrelle, possono essere utilizzati anche in quantità maggiore senza scolare, consentendo di colmare fughe di piccole dimensioni. Possono essere applicati su piastrelle di diverso tipo senza mostrare lo stacco e, se necessario, anche sul pavimento al grezzo, nel caso in cui avessi necessità di spostare i sanitari.

Rispetto agli altri rivestimenti sono molto sottili, adatti ad essere ricoperti più volte. In compenso, non offrono le stesse possibilità di personalizzazione.

La resina e il microcemento, infatti, permettono di ottenere pavimenti effetto marmo, effetto cemento, spatolati, graffiati, persino in 3d. Hanno anche una durata maggiore, tra i 10 e i 15 anni.

 

Applicare la vernice su piastrelle e pavimento

Per dipingere le piastrelle occorre:

  1. spolverare e sgrassare le piastrelle con acqua e detersivo per stoviglie o con acqua e alcool etilico.
  2. unire il catalizzatore (cui eventualmente è stato aggiunto il pigmento colorante della tinta scelta) alla base;
  3. aggiungere la quantità d'acqua indicata dal produttore (per gli smalti idrosolubili);
  4. passare prima le fughe con un pennello, per poi applicare la vernice alle piastrelle con un rullo di piccole dimensioni (5-10 cm), facendo attenzione a stendere la vernice sempre nello stesso verso.
  5. Attendere l'asciugatura. Applicare la seconda mano e, una volta asciutta, l'eventuale top coat trasparente.

 

Verniciare le piastrelle: cucina

Pitturare le piastrelle della cucina è semplice e igienico. Gli smalti idrorepellenti per piastrelle sono perfettamente lavabili, inodori, resistenti a oli e ad acidi utilizzati normalmente in cucina. Hanno anche una bassa emissione di VOC (composti organici volatili) e una buona resistenza ai prodotti chimici per la pulizia. Grazie ad appositi stencil, è possibile anche creare delle decorazioni personalizzate.

Lo svantaggio è che queste vernici necessitano di una piastrellatura integra, senza buchi o parti mancanti, che andranno sostituite. La semplice stuccatura, infatti, non basta a nascondere eventuali difetti.

Media calcolata su 3 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it