Travi a Vista in appartamentoEsempio di travi a vista color legno naturale

Il recupero e la valorizzazione dell'architettura rurale ha riportato in auge un elemento architettonico per lungo tempo trascurato dai designer: le travi a vista.

Le più apprezzate sono naturalmente le travi in legno, utilizzate per sostenere il tetto e dare maggiore stabilità agli edifici in pietra. Tuttavia, esistono anche travi a vista moderne in acciaio, frutto del recupero dell'archeologia industriale nelle aree urbane e non prive, a loro volta, di un certo fascino.

Realizzare un soffitto con vere travi a vista non sempre è possibile. Per questo motivo, chi ristruttura spesso sceglie di installare delle travi decorative.

Queste possono essere di diversi materiali:

  • legno lamellare
  • cartongesso
  • poliuretano.

Le esigenze di coibentazione delle case moderne, spesso soggette a ponti termici, richiedono a volte la creazione di controsoffitti e cappotti in legno o cartongesso. Le travi decorative, leggerissime e di facile installazione, permettono di dare a queste soffittature un tocco rustico chic.

Soffitto con travi a vista: costo

Le travi a vista hanno prezzi che vanno da 30 euro/mq per le travi in cartongesso, fino ai 40-100 euro/mq delle travi in legno lamellare o poliuretano. I soffitti con travi in legno o pietra costano 150-180 euro/mq.

I prezzi variano notevolmente da località a località. Per essere sicuro di pagare il giusto prezzo, ti consigliamo di confrontare almeno due o tre preventivi, prima di decidere a chi affidare il lavoro.

Confrontare più offerte non solo ti consente di capire quali sono i prezzi medi nella tua zona per l'intervento che desideri far eseguire, ma ti permette anche di trovare professionisti disponibili a trattare sul prezzo della manodopera. Per i lavori entro un certo chilometraggio dalla sede aziendale, infatti, alcune ditte praticano degli sconti, perchè risparmiano sui costi del trasporto.

Raccogliere (velocemente) i preventivi

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte, anche se sai che potresti risparmiare? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate della tua zona tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre imprese edili vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

Le travi a vista bianche

Le travi imbiancate a calce sono un classico dell'architettura rurale. La calce, infatti, è un eccellente antisettico ed in passato veniva impiegata per verniciare le travi a vista nell'intento di proteggerle da tarme e umidità.

Lo stesso effetto viene oggi riprodotto utilizzando travi a vista bianche finte, in poliuretano o legno lamellare. Le travi a vista chiare, infatti, si adattano bene anche ad ambienti in stile moderno e contribuiscono a dare luce all'ambiente.

Soffitto con travi a vista bianco: quale travatura?

Gli stili di travatura possono essere molto diversi tra loro, ognuno proveniente da un preciso contesto storico. Conoscerli può essere utile per scegliere quello più adatto alla tua casa.

1. Travi a spessore

Si utilizzano in ambienti con soffitti alti e un adeguato rapporto aero-illuminante (il rapporto tra i mq della stanza e la dimensione delle finestre).

Sono travi piatte, parzialmente integrate nella sezione del solaio che contribuiscono a sorreggere. Ideali per ambienti particolarmente grandi, rappresentano una soluzione "credibile" per un soggiorno di grandi dimensioni o un loft.

2. Travi curve

Le travi curve vengono spesso utilizzate per rivestire un tetto a botte, tipico dell'architettura romanica e neoclassica. In soffitti bassi, fanno sembrare le pareti più slanciate.

Lo stesso si può dire per le volte a padiglione e a crociera, con due travi che si incrociano al centro della volta. Data l'origine classica di questo genere di soffitti, si impiegano nelle opere di recupero/risanamento di edifici storici, ma nulla vieta di utilizzarli anche per decorare un rustico o una tavernetta.

3. Travi inclinate

Le travi inclinate vengono utilizzate in particolare per gli ambienti a tetto o mansardati. Tipiche dei tetti in legno, le travi di questo tipo servono a sostenere le tegole assieme a due timpani (elementi triangolari che costituiscono il profilo frontare le tetto) sempre in legno.

4. Travi a cassettoni

I cassettoni in legno si creano utilizzando un reticolo di travi dritte, più o meno sporgenti rispetto al solaio. Sono una variante della travatura a spessore. I cassettoni vengono spesso utilizzati come elemento decorativo, tinteggiando il soffitto con colori a contrasto oppure inserendovi dei faretti. Si tratta, infatti, di un soffitto che difficilmente passa inosservato.

5. Capriate in legno

La travatura può essere sostenuta da elementi incrociati di forma triangolare, le capriate. Permettono di realizzare soffitti molto belli, in particolare per mansarde e sottotetto rustici, specie quelli contenenti finestre a tetto o lucernari.

Trattandosi di una travatura molto bella ed elaborata, viene imbiancata solamente quando ci si trova in presenza di finiture da valorizzare, ad esempio delle pareti in pietra o un pavimento in legno.

Travi a vista: bianche o legno naturale?

In quali casi è meglio verniciare le travi e quando, invece, è meglio lasciarle del colore originale?

Ecco alcune regole di massima che ti aiuteranno a scegliere:

1. Travi scure, meglio al naturale.

Le travi scure, oltre ad essere di grande fascino, difficilmente potranno essere verniciate con successo di colori chiari. Il motivo è che la maggior parte degli impregnanti per legno non è particolarmente coprente.

2. Pavimento scuro? Meglio travi bianche.

Pavimento scuro e soffitto in legno fanno sembrare la stanza più bassa. Da tenere presente nella scelta sia dei colori delle pareti, che di quelle delle travi. Se hai i pavimenti e le pareti chiare, invece, le travi a vista in legno naturale potrebbero essere un piacevole elemento decorativo.

3. Attento al tipo di orditura.

Se hai un soffitto articolato, con decine di travi, dipingerle di bianco potrebbe essere la soluzione giusta, specie se hai anche pavimenti o infissi effetto legno. L’opposto vale per travi molto grandi. Lasciarle al naturale su un soffitto completamente bianco è consigliabile solo se ci sono altri elementi in legno che riprendono questo dettaglio.

Se invece l'arredo e i pavimenti sono moderni, ma vuoi lo stesso lasciare a vista la travatura al naturale, puoi tinteggiare il soffitto di un colore caldo, creando un piacevole contrasto con il resto degli arredi.

Quali colori per le travi a vista

Gli architetti hanno cominciato a proporre le travi a vista colorate con l'avvento delle travi in cemento e in acciaio. Col tempo, però, si è cominciato ad utilizzare i colori anche per rendere più gradevoli e colorati i soffitti in legno.

I colori più usati sono certamente le tinte pastello, allegri e naturali.

Recentemente hanno fatto il loro ingresso tra le proposte dei designer le travi a vista grigie. Le tinte più tenui come il grigio chiaro e il bianco ghiaccio vengono utilizzate per le travi in legno rustico, mentre i grigi più forti sono perfetti per le travi in acciaio.

Le travi a vista tortora o greige (un grigio con una punta di marrone) sono perfette per dare risalto al soffitto senza creare un contrasto troppo forte con le pareti.

Un altro stile consiste nel verniciare il soffitto lasciando a vista le travi bianche, oppure nel verniciare soffitto e travi dello stesso colore. E' il caso di tutti i soffitti in cui la travatura non ha un particolare valore o pregio.

Per rendere l'effetto legno puoi usare il beige e i marroni taupe. L'importante è tenere presente che il soffitto colorato fa sembrare la stanza più bassa. Per evitare di appiattire i volumi, meglio optare per un pavimento chiaro.

Travi a vista e colori delle pareti

Le travi in legno sono considerate un elemento architettonico "importante", al punto che generalmente si sconsiglia di utilizzare pareti colorate o arredi di colori che contrastano fortemente con quelli scelti per il resto della stanza. L'effetto finale potrebbe essere troppo caotico e affaticare lo sguardo.

Meglio puntare su colori tenui, come il beige, il grigio, le tinte pastello molto chiare. Se si decide di abbinare pareti bianche a travi scure, attenzione all'illuminazione, che deve essere indiretta (con faretti puntati verso l'alto) e possibilmente calda.

Travi a vista e Feng Shui

All'incirca le stesse indicazioni vengono anche dal Feng Shui, l'arte cinese di armonizzare le energie ambientali. Ne avevamo parlato anche a proposito dei colori della camera da letto.

Il Feng Shui parla chiaro: le travi in legno andrebbero usate solo in ambienti dove si soggiorna poco, come un bagno o una mansarda abitabile. Se si vogliono usare per la camera da letto, meglio posizionare il letto in direzione opposta a quella delle travi. Inoltre, è bene usare per il pavimento e le pareti colori chiari e uniformi.

Media calcolata su 17 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it