L'impermeabilizzazione delle fondamenta con membrana bugnata è uno dei metodi più usati

Una corretta impermeabilizzazione delle fondazioni è indispensabile per evitare cedimenti strutturali e umidità di risalita. I metodi di impermeabilizzazione più diffusi sono sostanzialmente due:

  • membrane bituminose;
  • membrane bentonitiche;
  • membrane bugnate.

Le membrane bituminose possono essere di due tipi:

  • plastomeriche, le più usate per le fondazioni in quanto molto resistenti, al punto da non richiedere un'armatura protettiva esterna;
  • elastomeriche, molto più lavorabili, richiedono un'armatura protettiva esterna.

Le membrane bentonitiche hanno la caratteristica di espandersi in presenza di acqua, sigillando automaticamente le piccole fessure che possono formarsi. Le membrane bugnate sono realizzate in polietilene ad alta densità dotato di piccole bugne che tengono la fondazione separata dal terreno e assicurano un corretto drenaggio dell'acqua.

Un sistema molto usato in presenza di acqua di falda è il vespaio aerato che, in aggiunta ad una buona impermeabilizzazione, consente di tenere lontana l'acqua dalle fondazioni.

Il vespaio classico può essere realizzato con inerti di cava, perlite o igloo in plastica. Se si vuole anche migliorare l'isolamento termico si può realizzare un vespaio con casseri a perdere in EPS, usati soprattutto per l'impermeabilizzazione di fondazioni a travi rovesce.

In questo articolo parleremo dei prezzi di tutte queste soluzioni, compresi i costi burocratici e di progettazione. Inoltre parleremo dei casi in cui l'impermeabilizzazione delle fondazioni esistenti rientra nelle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione.

Impermeabilizzazione fondazioni: prezzi

Tipo di impermeabilizzante Prezzo indicativo
Guaina bituminosa 15-20 €/mq
Membrana bentonitica 20 €/mq
Membrana bugnata 20 €/mq
Vespaio aerato da 30 €/mq

 

A parte bisogna considerare i costi di allestimento del cantiere e messa in sicurezza dell’area, che possono arrivare anche a 3.000 €.

Un consiglio per risparmiare

I costi di impermeabilizzazione delle fondamenta variano a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per essere sicuro di scegliere un preventivo davvero conveniente ti consigliamo di confrontare più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea di quanto costa impermeabilizzare le fondazioni nella tua città;
  • trovare imprese disponibili a trattare sui costi della manodopera;
  • confrontare diverse soluzioni sulla base dell'esperienza di professionisti del settore.

Preventivi per l'impermeabilizzazione delle fondazioni... senza stress

Hai tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per rifare impermeabilizzazione delle fondazioni da tre professionisti della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca dell'offerta migliore per te!

Impermeabilizzazione delle fondazioni: costi burocratici e di progettazione

Le impermeabilizzazioni e i consolidamenti di fondazioni sono interventi su parti strutturali dell'edificio e, quindi, richiedono la presentazione di una SCIA (Segnalazione Certificata Inizio Attività). La SCIA deve essere presentata da un ingegnere o da un architetto, con un costo complessivo della pratica che va da 500 a 1.000 € a seconda delle zone.

Progettazione e direzione lavori

Nella SCIA va incluso un elaborato progettuale. I costi di progettazione variano a seconda dell'entità e della complessità del lavoro, ma in genere si parla dell'8-13% del costo totale. La buona notizia è che le tariffe minime di ingegneri e architetti sono state abolite, quindi, puoi chiedere preventivi a diversi professionisti e confrontarli per trovare quello più adeguato alle tue necessità. Per approfondire puoi leggere l'articolo sulle tariffe degli architetti.

E' obbligatorio anche nominare un Direttore dei Lavori, che può essere anche il professionista che si è occupato della progettazione. Indicativamente la direzione dei lavori è pari al 4% del costo totale del lavoro. A parte dovrai considerare l’IVA, le spese e i contributi previdenziali.

Relazione geotecnica

L'impermeabilizzazione delle fondazioni può fare parte di un'opera di consolidamento delle stesse a seguito di piccole avvisaglie di cedimento strutturale. In questi casi spesso viene richiesta una redazione geotecnica, che ha un costo dipendente dal costo totale dei lavori.

Anche in questo caso puoi farti fare un preventivo da più tecnici e scegliere quello che ti fa risparmiare.

Costo totale dei lavori Costo indicativo relazione geotecnica
fino a 5.000 € 100-300 €
Fino a 10.000 € 200 €
Fino a 25.000 € 350 €

 

Impermeabilizzazione delle fondazioni e agevolazioni fiscali

Le detrazioni fiscali per la ristrutturazione scadono il 31 dicembre 2018, salvo ulteriori rinnovi. Comprendono due tipi di agevolazione:

  • rimborso Irpef del 50% della spesa sostenuta, compresi costi burocratici e di progettazione;
  • aliquota Iva agevolata al 10% sulla manodopera.

I materiali edili non rientrano nei beni significativi elencati nel D.M. 29 dicembre 1999 sui quali è possibile applicare l’aliquota Iva agevolata al 10%.

Tra i lavori che consentono di ottenere le detrazioni ci sono

  • opere finalizzate alla sicurezza statica dell'edificio (impermeabilizzazioni fondazioni per prevenire cedimenti e dissesti);
  • rifacimento del vespaio aerato;
  • opere finalizzate all'ottenimento di un risparmio energetico (es. isolamento termico fondazioni).

Come chiedere le detrazioni

Per ottenere le detrazioni è necessario pagare i lavori con bonifico bancario o postale, contenente:

  • riferimento normativo (Dpr 917/1986);
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • codice fiscale o Partita IVA del beneficiario del pagamento.

Se paghi i lavori facendo ricorso ad un finanziamento la società finanziaria dovrà pagare i lavori con la stessa procedura e la ricevuta dei bonifici dovrà restare al beneficiario della detrazione. Altri documenti da conservare per eventuali controlli sono

  • fatture relative all'intervento;
  • ricevute di pagamento dell'Imu se dovuta;
  • permessi ed altre pratiche amministrative relative all'intervento.

Per approfondire puoi leggere la nostra breve guida alle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it