un piccolo aspiratore a soffitto in un bagno senza finestre

Un buon aspiratore è utile in qualsiasi bagno, in particolare se cieco. Se la ventilazione è insufficiente potrebbero nascere diversi problemi, tra cui

  • aria viziata, carica di batteri;
  • cattivi odori;
  • umidità eccessiva, che può portare alla formazione di muffa sugli spigoli delle pareti e tra le piastrelle.

L'umidità in eccesso contribuisce anche a rovinare gli arredi, sollevando i rivestimenti e ossidando le parti metalliche.

Non a caso il Decreto ministeriale Sanità del 5 luglio 1975 ha previsto che i bagni ciechi, per essere a norma, debbano essere dotati di un impianto di aspirazione di qualsiasi tipologia, purchè sia in grado di assicurare un ricambio d'aria pari a 12 volumi/h se intermittente e 6 volumi/h se continuo.

L'aspirazione forzata non è l'unico sistema per aerare un bagno. Se il bagno confina con le pareti esterne o con il tetto si può optare per un impianto di ventilazione, che può essere:

  • a flusso alternato
  • a doppio flusso.

Gli impianti a flusso alternato permettono l'ingresso dell'aria in due direzioni, in entrata e in uscita, ma in momenti differenti. Gli impianti a doppio flusso hanno due ingressi differenti, uno per l'aria in entrata ed uno per l'aria in uscita. Entrambi possono essere abbinati ad un recuperatore di calore che riscalda l'aria in entrata, per evitare dispersioni termiche nei mesi invernali.

Aspiratori per bagno: prezzi

Gli aspiratori per bagni senza finestre hanno un costo base di 30 euro, con ampie variazioni a seconda del design, della potenza, del rumore prodotto e delle funzionalità aggiuntive. I più moderni si possono collegare ad un interruttore indipendente, ad uno dei punti luce, ad un timer che spegne la ventola dopo alcuni secondi o ad un igrometro, che misura l'umidità relativa dell'aria e aziona la ventola ogni volta supera un determinato parametro.

La maggior parte dei bagni ciechi ha uno sbocco verso il tubo esalatore dello stabile, ossia un tubo che attraversa tutti i piani ed arriva sul tetto dell’edificio. Nel caso in cui l'unica uscita verso l'esterno sia sul soffitto, invece, è possibile scegliere tra tanti modelli di aspiratori per bagno da soffitto, alcuni particolarmente silenziosi. Il prezzo va da 50 euro in su.

Se il bagno confina con le pareti esterne, è possibile installare una ventola di estrazione da parete. Una semplice ventola di estrazione assiale ha un costo che va da 10 a 50 euro.

I sistemi di ventilazione meccanica con recuperatore di calore, invece, partono da 150 euro in su. I sistemi a doppio flusso, particolarmente efficaci per mantenere la qualità dell'aria a livelli ottimali, hanno un costo base di 500 euro. Molti di questi sistemi permettono di accedere alle detrazioni fiscali per la ristrutturazione.

Aspiratori per bagno: costi di installazione

Sostituire l’aspiratore del bagno o installare un impianto di ventilazione monostanza ha un costo che va da 100 a 200 euro a seconda dei costi di chiamata e della necessità o meno di forare la parete.

I prezzi che abbiamo indicato sono orientativi e variano a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • capire quanto costano i sistemi di aspirazione/aerazione nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare buone offerte anche per i materiali - alcune ditte specializzate hanno la possibilità di acquistare i sistemi di ventilazione a prezzo scontato.

Preventivi per l'aspiratore del bagno... anche se hai poco tempo

Hai tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, tramite il nostro sito puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per il nuovo aspiratore da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non ti impegnano in alcun modo: se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

Quale aspiratore scegliere per un bagno cieco?

I migliori aspiratori per il bagno sono quelli che uniscono

  • potenza
  • silenziosità
  • facilità di pulizia.

Chi cerca un aspiratore potente, per un condotto di aspirazione piuttosto lungo - ad esempio il piano basso di un condominio - può scegliere un aspiratore centrifugo. Gli aspiratori della serie Vortice Vor QuadroMicro, ad esempio, hanno una portata di 90 mc/h, ottima anche per un bagno chiuso di medie dimensioni. Grazie al pannello frontale che nasconde la ventola ed alla disponibilità di modelli da incasso, sono la soluzione ideale per chi cerca un aspiratore bagno da soffitto discreto e poco ingombrante.

Una ventola di solito produce un rumore intorno a 35-40 dB. Gli aspiratori bagno più silenziosi, però, hanno un'ottima portata d'aria con una rumorosità di appena 25 dB. Il costo medio è di 80-90 euro.

La manutenzione di un aspiratore generalmente è costituita dalla sola pulizia della ventola e della griglia di protezione. Gli aspiratori cassonati sono, chiaramente, meno soggetti ad ospitare polvere e insetti, ma vanno comunque smontati e puliti periodicamente.

I bagni ciechi possono avere problemi anche di illuminazione. In un nostro precedente articolo ci siamo occupati anche di come rendere più luminoso un bagno senza finestra.

Gli aeratori da finestra

Anche i bagni con finestra possono avere problemi di umidità. In questi casi può essere utile un aeratore da finestra, che consente di ottenere una buona ventilazione anche con gli infissi chiusi, indispensabile in ambienti molto umidi, nelle docce con finestra o nei bagni con finestre difficilmente accessibili.

La tipologia più diffusa è l'aeratore meccanico, costituito fondamentalmente da una ventola che assicura un ricambio dell'aria in maniera meccanica, per effetto della differenza di temperatura tra interno ed esterno. Il costo è molto contenuto e la posa facile e veloce.

Decisamente più complessi gli aeratori da finestra con recupero di calore, che consentono di mantenere la temperatura interna più stabile evitando dispersioni termiche, ideali per infissi a risparmio energetico. Alcuni sono anche insonorizzati per mantenere efficiente l'isolamento acustico dell'infisso.

Media calcolata su 5 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it