i nuovi sistemi di riscaldamento sono economici ed ecologici

Se l'impianto di riscaldamento ha più di 15 anni è già il caso di valutarne la sostituzione.

I nuovi sistemi di riscaldamento sono più efficienti ed ecologici e spesso consentono un risparmio energetico che in pochi anni permette di ammortizzare la spesa sostenuta per la loro installazione. In più, fino al 31 dicembre 2018 è possibile usufruire dei rimborsi Irpef per il miglioramento dell'efficienza energetica dell'abitazione, recuperando più della metà della spesa sostenuta.

Tra gli impianti di riscaldamento ad alta efficienza ricordiamo:

  • sistemi ibridi (pompa di calore integrata con caldaia a condensazione);
  • riscaldamento a pavimento;
  • riscaldamento a battiscopa.

Nelle abitazioni singole si possono creare impianti integrati, come ad esempio una caldaia alimentata con acqua pre riscaldata tramite un impianto di solare termico oppure una pompa di calore alimentata da un impianto fotovoltaico, ottenendo così un risparmio aggiuntivo.

In questo approfondimento parleremo un po’ di prezzi e caratteristiche dei nuovi impianti, nell’intento di aiutarti ad individuare il miglior sistema di riscaldamento per la tua casa. Inoltre, parleremo delle detrazioni fiscali cui è possibile accedere per la sostituzione dell'impianto di riscaldamento.

Sistemi di riscaldamento domestico: prezzi

Quanto costa sostituire il vecchio impianto di riscaldamento con un sistema di riscaldamento di nuova generazione?

Di seguito trovi i prezzi di alcune delle soluzioni più diffuse.

Tipo di impianto Prezzo indicativo
sistema di riscaldamento a pavimento 55-75€/mq installazione compresa  
sistema di riscaldamento ibrido (caldaia a condensazione e pompa di calore) per 100 mq: 7.000€ installazione compresa per 200 mq: 8.500€ installazione compresa
sistema di riscaldamento a battiscopa per 100 mq: 4.000€ installazione compresa (circa 100 €/metro lineare)  

Un consiglio per risparmiare

Il costo di un sistema di riscaldamento può variare sensibilmente da zona a zona, in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea di quanto costano i sistemi di riscaldamento alternativi nella tua città;
  • trovare installatori disponibili a trattare sui costi di posa;
  • confrontare più soluzioni sulla base dell'esperienza di professionisti del settore.

Preventivi per il nuovo impianto di riscaldamento... tra un impegno e l'altro

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro portale. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per il tuo nuovo impianto di riscaldamento da tre imprese specializzate vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi ti interessa, non devi fare altro che rimetterti alla ricerca dell’offerta migliore per te!

Qual'è il sistema di riscaldamento più economico?

Non esiste una risposta standard a questa domanda: bisogna sempre vedere il singolo caso.

In linea generale, un riscaldamento a pavimento conviene maggiormente se installato in concomitanza con il rifacimento del massetto. Se non bisogna rifare il pavimento, meglio optare per un sistema ibrido abbinato a dei buoni radiatori. La tipologia di canna fumaria presente nell'abitazione può influire sul costo di installazione dei sistemi ibridi e richiedere dei lavori specifici, ma si tratta di casi poco frequenti.

Il riscaldamento a battiscopa è un'ottima soluzione per chi vuole eliminare i radiatori senza demolire il pavimento, ma garantisce le prestazioni migliori in termini di consumi se abbinato ad un collettore di distribuzione che permetta di selezionare la temperatura ottimale in ogni stanza.

I sistemi di riscaldamento elettrici consentono di risparmiare qualcosa in più al momento dell'installazione. Ad esempio, un sistema a pavimento elettrico costa circa 40 euro/mq, ma risulta veramente vantaggioso in termini di costi di esercizio in abbinamento con un impianto fotovoltaico. Più efficienti i sistemi a pavimento elettrici in fibra di carbonio, che però hanno un costo che spesso supera 80 €/mq.

I sistemi di riscaldamento a battiscopa a funzionamento elettrico hanno un costo inferiore rispetto a quelli a funzionamento idraulico o misto, i quali possono arrivare a costare anche 150 €/metro lineare.

Qual'è il sistema più efficiente per i grandi spazi? Il riscaldamento a pavimento è tra i sistemi di riscaldamento più diffusi per i capannoni industriali, assieme al riscaldamento a soffitto e alle termostrisce radianti.

Sistemi di riscaldamento alternativi e agevolazioni fiscali

Dal 1° gennaio al 31 dicembre 2018 è possibile detrarre il 50% della spesa sostenuta per il rifacimento dell' impianto di riscaldamento autonomo interno (purché conforme al DM 37/2008 - ex legge 46/90). Sono previste detrazioni per il rifacimento dell'impianto con o senza opere edilizie (es. canna fumaria o altre opere interne o esterne) sia per riscaldamento che per ventilazione, ma anche per riparazioni con ammodernamenti o innovazioni.

Per ottenere le detrazioni è necessario pagare le fatture con bonifico parlante, contenente nella causale:

  • riferimento normativo (articolo 16-bis del Dpr 917/1986);
  • codice fiscale del beneficiario della detrazione;
  • codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

Per approfondire puoi leggere la nostra breve guida alle detrazioni fiscali per la ristrutturazione.

Con la Risoluzione del 7 luglio 2008 n. 283/E l'Agenzia delle Entrate ha chiarito che nel caso dell'installazione di un riscaldamento a pavimento è possibile portare in detrazione tutte le spese connesse all'intervento, dalla manodopera per la demolizione del vecchio pavimento alla eventuale tinteggiatura delle pareti sporcate a seguito dei lavori.

Nel caso dei sistemi ibridi, si ha diritto all'Ecobonus, con il rimborso Irpef del 65% della spesa sostenuta. Per ottenere le detrazioni occorre inviare all'Enea una scheda descrittiva dell’intervento, esclusivamente attraverso l’apposito sito web (per il 2018: http://finanziaria2018.enea.it), entro 90 giorni successivi alla fine dei lavori.

Anche in questo caso sono agevolabili tutte le spese connesse all'intervento, incluse le opere idrauliche e murarie necessarie per la sostituzione e le spese per le prestazioni professionali necessarie alla produzione della documentazione tecnica necessaria.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it