un termosifone a parete da bagno

Riscaldare sfruttando lo spazio a disposizione anche in verticale? Grazie ai termosifoni a parete si può. Lunghi e poco profondi, hanno un'ampia superficie radiante che si sviluppa soprattutto in altezza, senza così perdere nulla in termini di resa termica. Le forme accattivanti e la vasta scelta di finiture classiche e moderne ne fanno il connubio perfetto tra estetica e funzione.

Modelli. Per quanto riguarda i modelli, i termosifoni a parete possono essere

  • lamellari
  • tubolari
  • a colonne
  • a piastre
  • a quadro (o a superficie).

Da non dimenticare un particolare tipo di termosifoni a parete: i pannelli radianti, da inserire nelle pareti per un riscaldamento che c'è, ma non si vede.

Materiali. I materiali di cui può essere realizzato un termosifone a parete sono

  • acciaio
  • alluminio
  • ghisa.

I radiatori in acciaio sono tra i più diffusi per via della grande resistenza a urti, graffi e corrosione.

I radiatori in alluminio hanno costi relativamente contenuti, sono leggeri e scaldano velocemente: per questo sono tra i favoriti per le ristrutturazioni.

I radiatori in ghisa sono ingombranti e pesanti, ma hanno il vantaggio di rilasciare il calore accumulato molto lentamente. Sono ideali per gli immobili storici o con una scarsa coibentazione.

In questo articolo parleremo di prezzi e costi di posa di questo particolare tipo di radiatori. Inoltre, approfondiremo le caratteristiche dei termosifoni a parete da bagno e del riscaldamento a parete con pannelli radianti.

Termosifoni a parete: prezzi

I più economici sono i radiatori a parete in alluminio, con un costo che va da 10 euro ad elemento. Il prezzo varia a seconda del modello e delle dimensioni. Un radiatore a piastre in alluminio (160 cm di interasse per 5 elementi) costa circa 350 euro, contro i 500 euro necessari per acquistare un moderno radiatore tubolare color ardesia con le stesse caratteristiche. Per approfondire puoi leggere il nostro articolo sui termosifoni in alluminio.

Prezzi simili per i termosifoni in acciaio, anche qui con ampie variazioni a seconda del design.

Un termosifone a colonne color antracite (160 cm di interasse per 6 elementi) costa circa 300 euro. Un classico radiatore lamellare in acciaio bianco (24 elementi con interasse 80 cm) ha un costo di circa 400 euro.

I termosifoni in ghisa hanno un costo per elemento di circa 20 euro. Un piccolo termosifone tubolare (5 x 4 colonne con interasse 80 cm) costa circa 150 euro. I modelli vintage possono arrivare anche a 40 euro ad elemento.

Costi decisamente più elevati i termosifoni a parete di design, alti da 120 a 200 cm. Un radiatore a quadro con copertura in vero legno (h 160 cm) può costare anche 1.300 euro.

Termosifoni a parete: costi di installazione

L'installazione di un termosifone a parete costa in media 50 euro, più la chiamata del tecnico installatore, le eventuali modifiche dell'impianto idraulico e le opere murarie.

I costi di posa variano a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea dei prezzi dei termosifoni a parete nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare termosifoni in offerta - alcune ditte godono di sconti presso i rivenditori di materiale termoidraulico e possono acquistare i tuoi termosifoni per te a prezzo conveniente.

Preventivi per i termosifoni da parete... se sei sempre di corsa

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a installatori della tua zona tramite il nostro portale. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per i tuoi termosifoni da parete da tre ditte specializzate vicine a te.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti alla ricerca della soluzione migliore per te!

I termosifoni a parete per il bagno

I termosifoni per il bagno hanno come caratteristica comune quella di essere spesso abbinati ad elementi porta salviette o contenitori. Il motivo è presto detto: soprattutto nei bagni moderni, in cui gli spazi sono ridotti, non è sempre possibile installare sia radiatori che scaldasalviette elettrici, per cui bisogna abbinare le due funzioni.

I radiatori scaldasalviette possono avere funzionamento ad acqua, elettrico o misto, sia idraulico che elettrico.

Un piccolo radiatore scaldasalviette ad acqua costa circa 120 euro (120 x 50 cm).

Un radiatore scaldasalviette di design con porta asciugamani integrato a funzionamento misto costa circa 280 euro (50 x 50 cm)

Un radiatore elettrico in acciaio cromato costa sui 250 euro (120 x 45 cm).

I radiatori elettrici hanno generalmente consumi più elevati, ma anche il vantaggio di poter essere alimentati sfruttando l'energia prodotta dagli impianti fotovoltaici.

Fanno eccezione i radiatori elettrici a parete in fibra di carbonio, un materiale che ha la peculiarità di accumulare grandi quantità di calore e di cederlo molto lentamente, con un risparmio energetico anche del 30%. Un termoarredo con portasalviette in fibra di carbonio da 500 w costa circa 300 euro.

I pannelli radianti a parete

Il riscaldamento a parete si realizza inserendo nelle pareti dei pannelli radianti con funzionamento ad acqua o elettrico. In questo modo il riscaldamento è invisibile, con una riduzione minima dello spazio interno delle stanze a fronte di pareti completamente libere da ingombri.

I radiatori a parete sono modulari e possono essere collocati sotto l'intonaco oppure rivestiti da pannelli in cartongesso.

Tra i vantaggi del riscaldamento a parete troviamo un cospicuo risparmio energetico. Grazie all'ampia superficie radiante questi pannelli possono lavorare a temperature più basse, contribuendo a ridurre i consumi e riscaldando le stanze in maniera più uniforme e confortevole.

Il risparmio in bolletta è tale che in un primo momento questa tipologia di riscaldamento è stata inserita nei lavori per cui è possibile richiedere il rimborso Irpef al 65% per la riqualificazione energetica. Con l’ultima Legge Finanziaria la detrazione è passata dal 65 al 50%.

Per approfondire puoi leggere il nostro articolo sul riscaldamento a parete.

Media calcolata su 1 voto
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it