Casa che necessità di isolamento termico

L’insufflaggio dell’intercapedine è una tecnica di isolamento termico a basso costo nata per coibentare edifici esistenti, in particolare quelli costruiti tra il 1970 e il 1990.

Negli edifici costruiti in questi anni è facile trovare un’intercapedine tra parete interna ed esterna, una specie di rudimentale cappotto termico esterno che sfrutta il potere isolante dell’aria.

Per avere potere isolante l'intercapedine deve essere stretta (massimo 10 cm) e non deve avere sbocchi né verso l'esterno né verso l'interno: l’aria all’interno deve essere ferma.

Un'altra tipologia di intercapedine molto diffusa negli edifici non recenti è quella ventilata, più larga e con prese d'aria ad intervalli regolari. Serve a mantenere asciutti i muri perimetrali ma, come si può intuire, favorisce anche la dispersione termica.

Di solito l'insufflaggio si usa solo su intercapedini chiuse, perchè più conveniente: si usa meno isolante e non si rischia di aggravare i problemi di umidità delle pareti.

L'intercapedine ventilata, nel tempo, è stata sostituita dalla facciata ventilata o cappotto ventilato, che unisce i vantaggi di un cappotto termico esterno e di un’intercapedine aerata.

 

Insufflaggio intercapedine: costi

L'isolante più economico è la cellulosa espansa, ricavata da carta riciclata. La cellulosa in sé è un materiale infiammabile e sensibile all’umidità, ma viene trattata per essere ignifuga, resistente all’acqua, antiroditore e antitarme. L’insufflaggio con la cellulosa può essere molto economico, con prezzi che vanno da 12 euro/mq.

Altri isolanti diffusissimi sono la schiuma poliuretanica e il polistirene (o polistirolo espanso). Entrambi hanno ottimo potere isolante anche in presenza di umidità. Hanno un costo medio di 17 euro/mq.

Per l'insufflaggio di intercapedini di grandi dimensioni si usano isolanti secchi come l’argilla espansa o la fibra di legno, mentre se hai problemi di muffa o macchie di umidità è preferibile usare perlite (25 euro/mq) o lana minerale (30 euro/mq), meno sensibili all’acqua.

Costo insufflaggio intercapedini: come valutarlo

Il costo di un insufflaggio isolante nell'intercapedine dipende

  • dalla dimensione della cassa vuota;
  • dal costo dei materiali;
  • dalla resa dell'isolante - quanto bisogna usarne per ottenere una buona coibentazione;
  • dal costo della manodopera nelle diverse località.

Un modo semplice per valutare se il prezzo che ti viene proposto da un’impresa è conveniente o meno è confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di capire quali sono i prezzi medi nella tua zona e di trovare imprese disponibili a trattare sui costi di posa in opera.

Ti consigliamo anche di chiedere un sopralluogo gratuito: è importante per misurare le dimensioni dell'intercapedine, verificare se è chiusa o aperta, escludere la presenza di corpi estranei al suo interno. Solo così un preventivo potrà essere davvero preciso.

Ho poco tempo per raccogliere i preventivi!

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti vicini a dove vivi tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te!

Schiuma isolante per intercapedini

Il poliuretano espanso in schiuma è uno degli isolanti più usati per il riempimento di intercapedini, anche di grandi dimensioni.

E’ molto stabile e non si compatta con il passare del tempo. Questo fa sì che mantenga inalterata la sua capacità coibente su tutta la parete e non solo nella parte bassa.

Il poliuretano ha un alto potere isolante, anche a spessori ridotti. Merito della sua capacità di rimanere "espanso" per tutta la sua vita utile, intrappolando le particelle d'aria al suo interno.

Ha tanti altri vantaggi: è resistente al fuoco, all'acqua, ai roditori, alle muffe ed ha una durata più lunga rispetto ad altri isolanti (15 anni e oltre).

Eppure, per l’isolamento termico dell’abitazione spesso si preferiscono altri materiali;

il motivo principale è che non è particolarmente ecologico. Tranne quello polyiso in pannelli, contiene sostanze espandenti che sono nocive per l'ambiente ed è difficile da smaltire/riciclare.

Poliuretano espanso in schiuma per intercapedini: prezzo

Il costo della schiuma poliuretanica per intercapedine è di circa 350 euro/mc. Considerato che lo spessore medio di un'intercapedine è di 5-10 cm e la resa media è di circa 40 kg al metro cubo, il costo al mq andrà da 17 euro in su.

Oltre che per il riempimento dell'intercapedine, la schiuma poliuretanica viene utilizzata anche per l'isolamento degli infissi. In questo caso viene applicata con pistole a spruzzo o in bombolette precaricate che costano in media 5-8 euro l’una.

Insufflaggio intercapedini fai da te

L'insufflaggio fai da te non è nè semplice nè economico. Il risultato non è assolutamente paragonabile a quello ottenibile con attrezzature e personale specializzato e perciò non lo consigliamo.

Al massimo può essere usato per piccole porzioni di muro, con estrema prudenza dato che alcuni isolanti possono essere dannosi per la salute.

Cosa si usa

Per l'insufflaggio fai da te si possono usare

  • isolanti secchi, possibilmente emissioni di VOC (composti organici volatili) basse o assenti. I più comuni sono l'argilla espansa, la perlite, la vermiculite, il polistirolo espanso e i fiocchi di legno (sughero). Si trovano in vendita in sacchi da 25 o 45 kg.
  • schiuma poliuretanica.

Come si fa

Il procedimento sulla carta è semplice: basta praticare dei fori regolari nella parete e, usando una normale aspirapolvere con funzione soffiante o un soffiatore, insufflare l’isolante sfuso nell'intercapedine.

Per riempire l'intercapedine con schiuma poliuretanica, in assenza dei macchinari (costosi) di cui sono dotate le ditte specializzate, si possono usare le pistole a spruzzo ricaricabili, di quelle utilizzate per isolare gli infissi. Costano circa 20 euro. In alternativa si trovano in commercio bombolette di schiuma usa e getta già dotate di augello.

Con entrambe le tecniche la pressione dello strato isolante sarà di gran lunga inferiore a quella ottenibile con macchine per insufflaggio professionali. I fori sulla parete saranno mediamente più grandi e il potere isolante dell’intercapedine riempita solo parzialmente di isolante sarà estremamente limitato.

Media calcolata su 68 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it