Perché ci si preoccupa della coibentazione dei balconi?

Il motivo principale è che, essendo il balcone un elemento non isolato unito al corpo dell'edificio, può causare ponti termici, dispersioni di calore e, nei casi peggiori, persino infiltrazioni d'acqua.

I balconi più soggetti a questo genere di problematiche sono i balconi a sbalzo, che sporgono rispetto alla facciata e che non hanno elementi di sostegno.

Sono tipici delle architetture moderne e sono spesso causa di problemi di umidità e muffa. Sono anche abbastanza difficili da coibentare con i sistemi tradizionali a cappotto.

Più semplice l'isolamento termico della veranda. A seconda del materiale di cui è costruita può avere esigenze variabili dal punto di vista della coibentazione, ma spesso bastano pochi interventi sugli infissi e sulle parti esposte alle intemperie per renderla confortevole.

 

Isolamento balconi: prezzi

Quanto costa l'isolamento termico di un balcone?

Realizzare un cappotto termico esterno ha un costo di 40-60 euro/mq, che può arrivare a 70 euro/mq se si utilizza la lana di roccia ad alta densità.

La posa di giunti di separazione tra balcone e solaio ha costi variabili a seconda del tipo di giunto usato (prezzo medio: 125 euro/m).

Isolare una veranda utilizzando una vernice termoisolante costa circa 7 euro/mq.

Un consiglio per risparmiare

I prezzi naturalmente dipendono anche dai costi di posa, che variano a seconda dei prezzi della manodopera nelle diverse località.

Un buon sistema per essere sicuro di scegliere una proposta in linea con i prezzi di mercato è confrontare almeno due o tre offerte.

Confrontare più preventivi ti consente di:

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona;
  • confrontare più soluzioni dettate dall’esperienza di diversi professionisti del settore;
  • trovare imprese specializzate disponibili a trattare sulla posa in opera.

Anche chiedere un sopralluogo gratuito può farti risparmiare: se la ditta può verificare che il lavoro non comporta particolari difficoltà, potrebbe applicarti uno sconto ulteriore rispetto ai prezzi di listino.

Raccogliere i preventivi se hai poco tempo

Tra tanti impegni non hai il tempo di confrontare le offerte? Se vuoi, tramite il nostro sito puoi richiedere preventivi a professionisti dell’isolamento termico vicini a dove vivi.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi ti soddisfa, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

Isolamento balconi: metodi

Per isolare i balconi esistono due metodi:

  • realizzare un cappotto termico esterno che includa anche il balcone;
  • il cosiddetto "taglio termico", ottenuto posando un giunto isolante tra la soletta del balcone e il solaio corrispondente.

Realizzare un cappotto esterno sul balcone non è semplicissimo e richiede l'intervento di una ditta specializzata. In compenso, può essere eseguito anche in una ristrutturazione, su qualsiasi genere di struttura (laterizio, calcestruzzo, legno) ed elimina anche il problema di eventuali infiltrazioni.

Il taglio termico è più semplice, ma può essere eseguito solo in fase costruttiva (fatta eccezione per le strutture in acciaio).

Isolamento balconi esistenti (cappotto termico)

E’ possibile coibentare solo il sottobalcone o solo il pavimento, ma la soluzione più efficace rimane realizzare un cappotto termico che parta dalla facciata e includa tutta la struttura del balcone. Il ponte termico, infatti, si crea nel punto di innesto tra balcone e facciata.

Come si fa un cappotto termico esterno?

I materiali di cui può essere realizzato un cappotto esterno sono tanti, ma i più usati sono:

  • lana minerale
  • polistirene XPS
  • poliuretano espanso.

Questi materiali hanno in comune un'ottima resistenza al fuoco, una grande resistenza al carico ed una vita utile piuttosto lunga.

Posa in opera

Per coibentare il sottobalcone, non si fa altro che proseguire lo strato isolante fino al frontalino, proteggendolo con un gocciolatoio.

Per isolare e impermeabilizzare il pavimento del balcone, si posa l'isolante scelto tra guaina impermeabilizzante e sottofondo/pavimentazione, separandoli da uno strato divisorio. Ne abbiamo parlato a proposito dell'isolamento del terrazzo.

E’ importante che anche la facciata sia isolata, almeno parzialmente, arrivando con lo strato isolante a circa 1,5 cm dal punto di raccordo con la soletta del balcone. A questo punto si posa un isolante per zoccolature a rientrare rispetto al cappotto per evitare infiltrazioni.

Isolamento balconi a sbalzo (taglio termico)

L'isolamento termico dei balconi a sbalzo può essere realizzato semplicemente interrompendo il flusso di calore tra solaio interno e soletta del balcone, inserendo tra i due un elemento separatore di materiale isolante ad alta densità, capace di resistere alla forte compressione cui è sottoposto.

Questo è dotato di ferri che possono essere posati in continuità con l'armatura della struttura in cemento armato oppure prima del getto di calcestruzzo.

Ne esistono di tantissime tipologie, per adattarsi ai tanti materiali utilizzati per il solaio, dall'acciaio, al legno, al cemento armato, al laterizio, per balconi a sbalzo, ad angolo, etc. Permettono di ridurre la dispersione termica del 70% rispetto ad un balcone senza alcuna coibentazione.

Isolamento termico balconi verandati

Coibentare la veranda è meno complesso, dal momento che la veranda stessa protegge uno dei punti di giunzione tra balcone e facciata.

A questo punto non resta che isolare il sottobalcone. La parte in muratura che costituisce l’affaccio può essere isolata internamente con dei pannelli in sughero o legno, con finitura ad intonaco.

Infissi

La veranda ha quasi sempre un'ampia superficie vetrata, che è quella che produce la maggiore dispersione termica e che favorisce il surriscaldamento dell'ambiente durante l'estate.

La prima cosa da fare è, se non l'hai già fatto, sostituire gli infissi con infissi a risparmio energetico dotati di una buona schermatura solare.

Copertura

E’ importante che la copertura della veranda sia ben isolata, utilizzando apposite coperture già coibentate, mobili o fisse, addirittura dotate di pannelli solari.

Particolare attenzione va posta alle verande in metallo, che possono presentare forti dispersioni termiche lungo tutta la struttura, in particolare i giunti. Questi vanno sigillati accuratamente con schiuma poliuretanica o altro isolante. Inoltre, è possibile verniciare la struttura con della vernice termoisolante.

Media calcolata su 14 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it