Operaio che installa del materiale isolante nel solaio

L'isolamento termico dei solai è cruciale per il risparmio energetico, al punto che già nel Decreto Legislativo 311/06 è previsto l’obbligo di coibentare le strutture orizzontali delle abitazioni e degli immobili ad uso commerciale.

Il solaio può essere

  • controterra - è il primo solaio, posto sopra le fondamenta dell'edificio;
  • intermedio - divide un piano dall'altro;
  • di copertura - è l'elemento che sostiene una copertura piana come un lastrico solare o un terrazzo a tetto.

Le dispersioni termiche maggiori riguardano il primo e l’ultimo solaio, ma anche nei solai intermedi il punto di congiunzione tra soletta e pareti crea spesso ponti termici che possono portare problemi di muffa e condense.

A seconda del tipo di solaio, è possibile usare diverse tecniche e materiali, di cui ci occuperemo in questo articolo assieme ad una piccola panoramica dei prezzi dei diversi interventi.

 

Isolamento termico solaio: prezzi

Coibentare un solaio ha un costo di circa 40 euro/mq, prezzo che comprende anche la realizzazione del massetto e la posa della pavimentazione. Se è necessario rimuovere il precedente pavimento, devi considerare una spesa aggiuntiva di altri 9 euro/mq.

Più economico l'isolamento termico in intercapedine o insufflaggio, di cui abbiamo parlato a proposito dell'isolamento termico del sottotetto. I costi in questo caso vanno da 12 a 17 euro/mq a seconda del materiale utilizzato.

Isolamento termico solaio: un consiglio per risparmiare

I costi per isolare un solaio variano anche in funzione dei costi di posa, ovvero della manodopera. Come fare quindi a capire se un’offerta è davvero conveniente?

Un modo semplice è confrontare due o tre offerte.

Confrontare più preventivi ti permette di:

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona;
  • valutare più soluzioni sulla base dell’esperienza di diversi professionisti del settore;
  • trovare ditte disponibili a trattare sui costi di posa in opera dell’isolamento termico - alcune imprese edili praticano degli sconti per grandi metrature o per lavori entro un certo chilometraggio dalla sede aziendale.

Ti consigliamo anche di richiedere un sopralluogo gratuito. Permetterà alla ditta di compilare un preventivo più preciso, specie riguardo ai prezzi.

Raccogliere i preventivi se hai poco tempo

Hai già tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti vicini a dove vivi tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi: se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te.

 

Isolamento termico solaio calpestabile

Un buon isolante termico per un solaio calpestabile dovrà avere una maggiore resistenza alla compressione rispetto agli altri materiali. Da escludere, quindi, i pannelli in fibra di vetro o lana di roccia senza un adeguato strato di rinforzo superficiale.

Gli isolanti in schiuma poliuretanica o polistirene estruso (XPS) sono più adatti, perché uniscono:

  • ottima resistenza meccanica
  • resistenza all'acqua
  • durata
  • facilità di posa
  • ottime capacità isolanti (sia termiche che acustiche).

Naturalmente i costi sono maggiori rispetto a sistemi di isolamento termico per superfici non strutturali, i quali potrebbero non reggere un carico distribuito, ma costante.

Isolamento termico solaio interpiano

I punti deboli di un solaio interpiano di solito sono:

  • mancanza di un adeguato isolamento acustico;
  • ponti termici nel punto in cui la soletta si innesta nella parete.

Un caso a parte sono i solai freddi, che danno su locali non riscaldati. Ne abbiamo parlato in un nostro articolo sull'isolamento termico del solaio del garage.

Come per i solai calpestabili, per i solai interpiano si useranno pannelli traspiranti, con ottime proprietà di isolamento termoacustico e capaci di reggere carichi elevati.

Ottimi le fibre minerali rinforzate, il poliuretano estruso e la schiuma poliuretanica.

I pannelli si posano tra la soletta e il pavimento. Una barriera antivapore sotto lo strato isolante eviterà la formazione di condense. Per ridurre i ponti termici verso l'esterno, invece, è possibile realizzare un cappotto termico esterno solo sui punti "critici".

Isolamento termico solaio controterra

Il solaio controterra può essere soggetto a umidità di risalita, visibile perché causa macchie di umidità sulla parte bassa delle pareti.

Per evitarlo, si crea un isolamento a più strati composto da

  • guaina impermeabile di sicurezza, risvoltata sui muri perimetrali
  • strato isolante
  • barriera antivapore
  • massetto armato sul quale andrà poggiata la pavimentazione.

I pannelli più adatti a questo genere di utilizzo sono quelli in schiuma poliuretanica, rivestiti per resistere alla sfiammatura della guaina. In alternativa è possibile creare un vespaio areato in argilla espansa per isolare dal terreno il solaio e le parti interrate delle pareti.

L'isolamento termico con solaio in legno

Stai costruendo la tua abitazione ed hai in progetto di realizzare una casa ecologica?

I solai in legno vengono usati proprio per isolare termicamente le abitazioni passive - con consumi energetici pari a zero.

Si tratta di solai sottili (appena 30 cm), con una buona portanza e valori molto bassi di trasmittanza termica e un ottimo sfasamento termico.

Lo sfasamento termico è la velocità con cui un materiale accumula calore, per poi rilasciarlo. Se questo supera le 10 ore significa che in estate il solaio accumulerà calore durante le ore più calde per rilasciarlo solo di notte, quando è più fresco.

I solai in legno di solito sono coibentati con piastre in fibra di legno mineralizzato.

Isolamento termico e detrazioni fiscali

La coibentazione del solaio, come l’isolamento termico del tetto, rientra negli interventi per i quali è previsto l’ecobonus, ovvero il rimborso Irpef del 65% delle spese sostenute.

Dal 2017 sono portabili in detrazione comprende anche le spese di progettazione, la richiesta dei permessi comunali per effettuare i lavori e l'aggiornamento dell'Attestato di Prestazione energetica dell'Edificio (APE).

Per l'isolamento termico delle parti comuni condominiali, ad esempio un terrazzo di copertura, il bonus sale al 70% delle spese sostenute. Per gli interventi di miglioramento dell'isolamento termico delle parti comuni che migliora l’efficienza energetica dell’edificio almeno del 20%, portandola ai valori di riferimento contenuti in tabelle apposite, si applica la massima detrazione del 75%.

Media calcolata su 15 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it