Coibentazione del SottoTetto

La coibentazione termica del sottotetto è un modo economico per isolare il tetto dall'interno, senza rifare la copertura esistente.

I vantaggi riguardano non solo i costi, ma anche

  • tempi - per rifare il tetto servono circa due settimane, per isolare il sottotetto a volte basta un giorno;
  • burocrazia - non serve chiedere alcun permesso.

Gli svantaggi rispetto alla coibentazione del tetto riguardano

  • efficacia - isolare il sottotetto è un intervento parziale che ha un impatto minore sui consumi energetici dell'edificio;
  • durata - alcuni metodi di isolamento del sottotetto come l'insufflaggio rimangono efficaci per 10-15 anni.
  • ponti termici - isolare il sottotetto non aiuta ad eliminare i ponti termici nel punto in cui le travi del tetto si innestano sulle pareti esterne.

Coibentazione sottotetto dall'interno: prezzi

Quanto costa isolare un sottotetto dall'interno?

Dipende dalla tecnica usata.

L'insufflaggio costa 12-17 euro/mq, in base all’isolante e a che resa ha.

La coibentazione con lana di roccia nuda in feltri (per sottotetti non abitabili) parte da 30 euro/mq, a seconda di densità e spessore. Protezione in cartongesso e rasatura dello strato isolante costano in media 25 euro/mq.

I pannelli in polistirene o poliuretano costano da 55 euro/mq in su, compresa la posa.

Isolamento termico sottotetto: come risparmiare

I prezzi variano da località a località assieme ai costi della manodopera.

Per essere sicuro di scegliere una proposta realmente conveniente (anche in rapporto alla qualità) ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di:

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sul costo della posa in opera senza risparmiare sui materiali - es. alcune ditte praticano sconti per i lavori entro un certo chilometraggio dalla sede aziendale, perché risparmiano sui costi di trasporto.

Perchè il sopralluogo è importante

Ti consigliamo di chiedere sempre un sopralluogo gratuito. Un incaricato della ditta verrà sul posto, valuterà le eventuali difficoltà della posa in opera, le dimensioni della superficie da isolare, l'accessibilità, etc. In questo modo potrà compilare un preventivo preciso (specie riguardo ai costi) e potrebbe decidere di applicarti uno sconto ulteriore fino al 20% rispetto ai prezzi di listino.

Non ho tempo per raccogliere i preventivi!

Hai già tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi ad imprese del settore vicine a dove vivi tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non ti impegnano in alcun modo.

Se nessuno di essi ti soddisfa, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te, forte delle informazioni che hai raccolto!

 

Isolamento sottotetto non abitabile

Un sottotetto non abitabile può essere

  • una soffitta - se è praticabile, ma non abitabile
  • un palco morto - se è accessibile solo per salire sul tetto o non accessibile.

Nel caso di un sottotetto praticabile è possibile posare dei pannelli o dei rotoli di materiale isolante tra le travi del tetto. In genere si usa del materiale isolante morbido, che è facile da tagliare e da posare.

Ottimi a questo scopo sono i feltri di lana minerale e la fibra di legno.

Una volta posato il primo strato di isolante tra le travi, se ne posa un secondo per coibentare le travi stesse ed evitare ponti termici. Per finire si completa con una barriera antivapore o con un isolante termoriflettente.

Coibentare un sottotetto non abitabile/non accessibile

Anche se la cavità sottotetto non è accessibile, è comunque possibile coibentarla con l'insufflaggio. Gli isolanti più indicati sono

  • stabili (mantengono il loro volume nel tempo)
  • resistenti all'acqua
  • ignifughi.

Molto usati sono schiuma poliuretanica e fibre minerali.

Per riempire la cavità sottotetto si praticano dei sottili fori sul solaio o sulla copertura. Si tratta di un'operazione che non risolve il problema dei ponti termici tra copertura e pareti esterne, ma può rendere meno pesante la dispersione termica dal tetto.

Vuoi più informazioni sull’insufflaggio? Ne abbiamo parlato a proposito dell’isolamento dell’intercapedine.

Coibentazione sottotetto calpestabile/abitabile

Un sottotetto abitabile deve avere due caratteristiche

  • un'altezza minima di 2-2,4 m (a seconda delle Regioni);
  • un buon rapporto aeroilluminante - gli infissi devono essere larghi abbastanza da consentire una buona ventilazione e l'ingresso di sufficiente luce naturale.

Per sfruttare questo spazio prezioso è necessario un buon isolamento termico, altrimenti potrebbe rivelarsi difficilissimo da riscaldare in inverno e da tenere fresco in estate.

La migliore coibentazione per il sottotetto abitabile

Un sottotetto abitabile può avere un'orditura con travi a vista. In questo caso si posano pannelli isolanti in lana minerale tra le travi, protetti da pannelli in cartongesso, su cui poi si ripristina l'intonaco.

Il vantaggio di questo sistema è che si perdono solo pochi cm calpestabili in un ambiente dove lo spazio è prezioso, in particolare se a perdere cm sono i lucernari.

Coibentazione sottotetto con travi in spessore

Alcuni tetti sono realizzati con travi piatte.

In questo caso, è possibile posare dei pannelli in polistirene rivestito in cartongesso o in poliuretano. Entrambi questi materiali hanno un ottimo potere termoisolante ed assorbono le vibrazioni, migliorando l'isolamento acustico.

In commercio esistono anche pannelli isolanti in poliuretano o polistirene con finitura a vista (effetto legno, effetto mattone). Un esempio sono i pannelli in finta pietra.

Coibentazione sottotetto condominiale e ripartizione spese

Per essere considerato parte comune un sottotetto deve

  • essere incluso nell’elenco dei beni comuni condominiali
  • avere un uso palesemente comune - ad esempio, un sottotetto non accessibile o accessibile solo da area comune, utilizzato solo per isolamento termico.

In questo caso tutti i condomini che hanno proprietà nell'edificio parteciperanno alle spese di coibentazione in base ai millesimi.

Se il sottotetto non è contemplato nell'elenco dei beni condominiali, generalmente si considera di proprietà degli appartamenti dell'ultimo piano.

Media calcolata su 16 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it