gli isolanti termici contribuiscono a ridurre i consumi e le emissioni di CO2

Un corretto isolamento termico è indispensabile per evitare sprechi energetici, ma anche per una maggiore salubrità degli spazi interni e per evitare che l'umidità ambientale si trasformi in condensa, dando luogo alla formazione di muffe e al deterioramento dell'intonaco.

Gli isolanti termici per l'impiego in edilizia sono davvero tantissimi. I più utilizzati sono

  • lane minerali (lana di roccia, fibra di vetro)
  • polistirene espanso (EPS o XPS)
  • poliuretano espanso (PUR)
  • isolanti naturali (sughero, fibra di legno, lana di pecora).

Le lane minerali sono ottimi isolanti termici e acustici, offrono un'eccellente resistenza all'acqua e al fuoco e una grande traspirabilità. Avendo una scarsa resistenza alla compressione, si impiegano per l'isolamento di tetti e pareti, ma non di pavimenti.

Il polistirene espanso offre un'eccellente resistenza all'acqua e alla compressione, ma non è traspirante. Si impiega soprattutto per l'isolamento termico di pareti e pavimenti controterra, oppure del tetto piano o del lastrico solare.

Il poliuretano espanso è molto lavorabile e resistente all'acqua, ma non permeabile al vapore. Sotto forma di schiuma è tra gli isolanti termici più economici ed è molto usato per l'isolamento termico per insufflaggio delle pareti.

Gli isolanti termici naturali sono impiegati soprattutto in bioedilizia. Sono permeabili al vapore, ma scarsamente resistenti all'acqua, quindi, si utilizzano soprattutto nei climi freddi e asciutti o proteggendoli con una membrana impermeabile che, ovviamente, non deve ridurne la traspirabilità.

Meno conosciuti gli isolanti termici nanotecnologici, come le nanoresine, impiegati per la realizzazione di cappotti termici a bassissimo spessore. L'isolante termico che offre migliori prestazioni con lo spessore più basso è l'aerogel, un materiale a metà tra un solido e un gas, utilizzato per realizzare cappotti termici in situazioni limite, in cui perdere anche pochi mm significherebbe, ad esempio, perdere i requisiti di abitabilità.

In questo articolo parleremo dei prezzi dei diversi isolanti termici per interni ed esterni. Inoltre, approfondiremo i costi degli isolanti adesivi e le agevolazioni fiscali 2018 per la coibentazione dell'abitazione.

Isolanti termici: prezzi

I materiali per isolamento termico si trovano sia in rotoli che sotto forma di pannelli isolanti. Questi ultimi possono essere accoppiati ad altri materiali per facilitare la posa, come gli accoppiati con lastre in cartongesso.

Gli isolanti termici per terrazzi e coperture piane spesso sono accoppiati con guaina bituminosa come ulteriore protezione dalle infiltrazioni, che potrebbero compromettere l'efficacia dello strato coibente.

Gli isolanti termici per il sottotetto e le pareti esterne possono essere accoppiati con grafite, in grado di riflettere gli infrarossi diminuendo ulteriormente la conducibilità termica e consentendo di utilizzare uno spessore minore di materiale isolante.

Le lane minerali possono essere imbustate per evitare la diffusione accidentale delle fibre, irritanti per la pelle ma non cancerogene. Di seguito i prezzi indicativi.

Prezzi degli isolanti termici

Materiale Prezzo indicativo
polistirene espanso (EPS) grafitato da 3 €/mq, con la posa circa 50 €/mq
polistirene espanso estruso (XPS) da 5 €/mq, con la posa 30-50 €/mq
fibra di vetro da 3 €/mq, con la posa 30-50 €/mq
lana di roccia imbustata da 5 €/mq, con la posa 30-50 €/mq
poliuretano espanso in pannelli da 10 €/mq, con la posa 50-60 €/mq
sughero in pannelli da 30 €/mq, con la posa circa 70 €/mq
aerogel di silice 80 €/mq compresa la posa
nanoresine 120-130 €/mq compresa la posa

 

I prezzi variano a seconda dello spessore dell'isolante, che può andare da 20-30 mm a oltre 2 cm. All'aumentare dello spessore aumenta anche la capacità isolante.

Un consiglio per risparmiare

Coibentare l'abitazione ha un costo variabile a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea dei prezzi degli isolanti termici nella tua città;
  • trovare ditte disponibili a trattare sui costi di posa;
  • confrontare più soluzioni sulla base dell'esperienza di professionisti del settore.

Preventivi per l'isolamento termico... anche se hai poco tempo

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per il lavoro di isolamento termico che ti interessa da tre professionisti della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca dell'offerta perfetta per te!

L'isolante termico adesivo

Gli isolanti termici adesivi sono ottimi per l'isolamento termico di canali, tubazioni e serbatoi o come isolanti termici a basso spessore per interni. Le loro caratteristiche principali sono la facilità di posa e la lavorabilità, che li rendono perfetti per la coibentazione di superfici piccole e articolate.

I materiali di cui sono realizzati possono essere diversi. I più utilizzati sono

  • sughero
  • poliuretano
  • polimeri plastici, es. poliolefine.

I pannelli adesivi in sughero si impiegano principalmente come isolanti termici per interni, su pareti perfettamente asciutte. Possono essere nudi o rivestiti con uno strato di vernice lavabile. Il costo è di 5-6 euro al mq.

Il poliuretano in rotoli è impiegato per l'isolamento termico-acustico dall'interno del soffitto e delle pareti. Lo spessore spesso è ridotto, quindi, è utile soprattutto per l'isolamento a basso costo di locali accessori, specie se umidi, es. per l'isolamento all'intradosso del garage. Il costo è di 7-8 euro al mq.

I rotoli di polimeri plastici adesivizzati per isolamento termico possono costare anche 50 euro/mq e sono spesso accoppiati con uno strato di poliuretano. Sono ottimi anche per l'isolamento acustico e si possono applicare anche su lastre di cartongesso.

Isolanti termici: detrazioni fiscali

Dal 1° gennaio 2018 sono state introdotte alcune novità riguardo alle detrazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli edifici (Ecobonus). Le principali riguardano la variazione dell'aliquota Irpef detraibile su serramenti e schermature solari.

Rimane invece al 65% la detrazione per la coibentazione dell'involucro nelle private abitazioni.

Nel caso dei condomini, i lavori di coibentazione che interessano più del 25% della superficie disperdente sono agevolati con la detrazione Irpef del 70% della spesa sostenuta.

Restano comunque agevolabili con le detrazioni fiscali per la ristrutturazione dell'abitazione gli interventi finalizzati al risparmio energetico che non riguardano l'involucro, con la possibilità di detrarre dall'Irpef il 50% della spesa sostenuta. Le due detrazioni sono cumulabili solo se riguardano due interventi differenti. In altre parole, non è possibile usufruire contemporaneamente delle due detrazioni per lo stesso lavoro.

Media calcolata su 5 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it