i pannelli isolanti per pareti interne in sughero sono naturali e traspiranti

Usare dei pannelli isolanti per coibentare le pareti interne è l'unica soluzione possibile per chi abita in condominio o in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico. In questi due casi, infatti, non è possibile realizzare un cappotto termico esterno senza le opportune autorizzazioni.

I materiali più adatti ad isolare dall'interno sono quelli che non comportano rischi per la salute e garantiscono una buona traspirabilità delle pareti. Oltre a queste caratteristiche, devono offrire un buon potere isolante anche a basso spessore, dal momento che un cappotto termico interno inevitabilmente riduce i mq calpestabili e la luce degli infissi.

Gli isolanti più utilizzati sono quelli naturali, come la lana di pecora, il sughero o la fibra di legno. Tuttavia, per coibentare un'abitazione situata in un clima freddo-umido è preferibile usare gli isolanti tradizionali. Poliuretano, polistirene espanso, lana di roccia e fibra di vetro resistono molto bene all'umidità e spesso hanno un maggior potere isolante.

Se lo spessore dello strato isolante è fondamentale per mantenere, ad esempio, i requisiti di abitabilità degli ambienti, ci si può orientare verso materiali di nuova generazione, es. l'aerogel, che diminuiscono notevolmente la trasmittanza termica delle pareti anche a bassissimi spessori.

Pannelli isolanti per pareti interne: prezzi

I pannelli isolanti termici per pareti interne hanno prezzi variabili in base al materiale, allo spessore e all'eventuale rivestimento. Ad esempio, esistono pannelli accoppiati con cartongesso, pronti da intonacare e tinteggiare, oppure con guaina impermeabilizzante, per chi ha problemi di infiltrazioni.

In commercio ci sono anche pannelli isolanti decorativi, per isolare le pareti interne creando gradevoli pareti accento effetto pietra o effetto mattoncino. Per finire ci sono i pannelli isolanti adesivi, facili da posare e da adattare a superfici molto articolate.

Ecco i costi indicativi.

Tipologia Prezzo
pannelli in polistirene espanso (EPS) da 3 €/mq
pannelli in fibra di vetro da 3 €/mq
pannelli in polistirene espanso estruso (XPS) da 5 €/mq
pannelli in lana di roccia imbustata da 5 €/mq
pannelli in sughero o fibra di legno da 5 €/mq
pannelli in lana di pecora da 7 €/mq
pannelli in poliuretano espanso da 10 €/mq
pannelli in aerogel di silice da 40 €/mq
pannelli adesivi in polimero da 40 €/mq
pannelli decorativi in poliuretano effetto pietra da 60 €/mq

Pannelli isolanti per pareti interne: costi di posa

Posare un cappotto termico interno costa circa 25 €/mq. I costi di posa possono variare a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera per cui, per essere sicuro di scegliere un preventivo davvero conveniente, ti consigliamo di confrontare più offerte.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea di quanto costa isolare le pareti dall'interno nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • confrontare più soluzioni sulla base dell'esperienza di professionisti del settore.

Preventivi per isolare le pareti interne... se sei sempre di corsa

Hai tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per isolare le tue pareti da tre ditte specializzate vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione migliore per te!

Pannelli isolanti per pareti interne: quali scegliere?

La scelta dell'isolante termico giusto è fondamentale per assicurare un comfort ottimale all'abitazione.

I punti fondamentali da valutare sono

  • trasmittanza termica;
  • permeabilità al vapore;
  • sfasamento termico;
  • isolamento acustico.

Una trasmittanza termica bassa significa uno strato isolante più sottile, a parità di potere coibente. Lo spessore minimo degli isolanti tradizionali è di circa 30 mm, mentre lo spessore minimo di un isolante dalle elevate prestazioni come l'aerogel scende ad appena 10 mm.

Materiale Trasmittanza termica (λ)
aerogel 0,014 W/mK
polistirene estruso XPS 0,023 W/mK
polistirene espanso EPS 0,030 W/mK
poliuretano 0,030 W/mK
lana di roccia 0,035 W/mK
fibra di legno 0,037 W/mK
lana di pecora 0,037 W/mK
fibra di vetro 0,038 W/mK
sughero 0,043 W/mK

 

I pannelli isolanti per pareti interne umide dovranno avere una buona permeabilità al vapore; per favorire lo smaltimento dell’umidità si possono abbinare ad un intonaco macroporoso.

Lo sfasamento termico è la capacità dell'isolante di mantenere la temperatura interna a lungo. I pannelli isolanti per pareti interne in fibra di legno o in sughero, particolarmente efficienti, sono ideali per le pareti interne di abitazioni situate in climi dove c'è una forte escursione termica.

Molti isolanti termici sono efficaci anche per l’insonorizzazione acustica, soprattutto dai rumori aerei. Il poliuretano, invece, ha un valore anche per l’isolamento dalle basse frequenze (vibrazioni, rumori impattivi).

Pannelli isolanti per pareti interne: detrazioni fiscali

Le agevolazioni fiscali per la ristrutturazione sono state prorogate fino al 31 dicembre 2019 e probabilmente saranno rinnovate di anno in anno fino al 2021.

Rimane quindi la possibilità di detrarre dall’Irpef il 50% della spesa sostenuta per gli interventi che assicurano un risparmio energetico, sempre in 10 quote annuali di pari importo a partire dall’anno di conclusione dei lavori. Da quest’anno sarà obbligatorio eseguire la comunicazione telematica all’ENEA anche per questo tipo di interventi, con la stessa procedura utilizzata per le riqualificazioni energetiche.

Bisognerà pagare i lavori con bonifico parlante, contenente il riferimento normativo (articolo 16-bis del Dpr 917/1986), il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il numero di partita Iva del beneficiario del pagamento. Inoltre, bisognerà conservare tutta la documentazione relativa all’intervento, l’iscrizione al catasto per gli immobili non ancora censiti e la ricevuta di pagamento dell’Imu se dovuta.

Media calcolata su 6 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it