il classico muro di mattoni rossi forati è usato sia per muri di cinta che per pareti divisorie

I muri di mattoni sono una soluzione semplice e duratura che si presta ad una serie di utilizzi, tra cui

  • pareti perimetrali
  • pareti divisorie
  • pareti per sopraelevazioni
  • tamponature
  • muri di cinta
  • muri di contenimento terra e terrazzamenti.

I materiali con cui può essere realizzata una parete sono principalmente tre:

  • laterizio classico
  • laterizio alleggerito (antisismico)
  • calcestruzzo.

I più utilizzati sono i mattoni forati, che differiscono tra loro per spessore e numero di fori.

I mattoni pieni, invece, sono impiegati per murature tradizionali ed hanno una posa più complessa che segue schemi di posa diversi, con un valore anche decorativo. In genere non sono intonacati e vengono lasciati a vista.

Per finire ci sono le pareti in calcestruzzo rivestite di finti mattoni, una soluzione ugualmente gradevole che viene incontro anche a precise esigenze economiche e strutturali.

In questo articolo parleremo dei prezzi di tutte queste tipologie di pareti in mattoni, inclusi i costi di progettazione. Inoltre approfondiremo quali sono i permessi da chiedere e le detrazioni fiscali 2018 che riguardano questo tipo di lavori.

Quanto costa una parete di mattoni (a vista o intonacati)?

Il costo di una parete di mattoni dipende essenzialmente dalla funzione. Il tecnico progettista individuerà la struttura più rispondente ai bisogni e quindi i materiali più adatti per la sua realizzazione. Ecco una panoramica dei costi dei muri in mattoni più diffusi.

Prezzi dei muri di mattoni

Tipo Prezzo
Muro in mattoni rossi forati (posa di coltello) da 20 euro/mq
Muro in mattoni rossi forati (posa di piatto) da 30 euro/mq
Muri di mattoni in calcestruzzo forati da 30 euro/mq
Parete perimetrale con intercapedine da 40 euro/mq
Parete perimetrale con mattoni rossi antisismici da 40 euro/mq
Muro in mattoni pieni da 45 euro/mq
Muro di mattoni rossi forati per sopraelevazioni da 60 euro/mq

 

Per avere il classico muro di mattoni finito ad intonaco bianco bisogna aggiungere circa 5 euro/mq. Dei diversi tipi di intonaco abbiamo parlato nel nostro articolo sulla rasatura delle pareti.

Per la realizzazione di un muro effetto mattoni spesso si ha come base una parete verticale in calcestruzzo intonacato, che costa da 45 a 60 euro/mq. Al muro intonacato si possono applicare tanti rivestimenti di mattoni finti, diversi per spessore, caratteristiche e durata. Per riprodurre una parete di mattoni faccia a vista si può usare della carta da parati 3D, dell'intonaco stampato oppure dei pannelli decorativi. Il rivestimento più utilizzato forse è la pietra ricostruita, che è anche quella che assicura un maggiore realismo. Il costo è di circa 60 euro/mq.

Un consiglio per risparmiare

I costi di realizzazione di un muro di mattoni variano in base alle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea dei costi dei muri di mattoni nella tua città;
  • trovare imprese edili disponibili a trattare sui costi della manodopera;
  • confrontare più soluzioni sulla base dell'esperienza di professionisti del settore.

Preventivi per un muro di mattoni... senza stress

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per il tuo muro in mattoni da tre professionisti della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi ti interessa, non devi fare altro che rimetterti in cerca dell'offerta migliore per te!

Muro di mattoni: costi di progettazione

Per edificare un muro di mattoni serve un progetto realizzato da un tecnico qualificato (architetto, ingegnere, anche geometra, ma solo per modeste costruzioni civili che non comportano pericolo per l'incolumità).

La parcella del progettista è proporzionata all'entità del lavoro. Al costo dei lavori bisogna quindi aggiungere

  • circa l'8% del costo totale per la progettazione
  • tra il 4 e il 7% per la direzione dei lavori.

Per approfondire puoi leggere il nostro articolo sulla parcella dell'architetto.

Muro di mattoni: permessi

Che permessi servono per realizzare una parete di mattoni?

Dopo l'entrata in vigore del Decreto Scia 2 (D.lgs. 222/2016) le pratiche edilizie sono state notevolmente semplificate. Ecco i permessi che servono ad oggi (2018) per la realizzazione di opere edili.

  • Manutenzione ordinaria - nessun permesso.
  • Manutenzione straordinaria, restauro o risanamento conservativo su parti non strutturali - CILA.
  • Interventi su parti strutturali che non comportino ampliamenti o modifica della destinazione d'uso - SCIA.
  • Ristrutturazioni "pesanti" al di fuori di piani urbanistici attuativi - Permesso di Costruire (PDC).

Nelle ristrutturazioni, la SCIA può essere presentata in alternativa al Permesso di Costruire se i lavori rientrano in un piano urbanistico attuativo, purchè non ci sia aumento della volumetria, modifica della destinazione d'uso catastale o modifica della sagoma del fabbricato.

Per i lavori per cui è richiesta la SCIA o il Permesso di Costruire bisogna presentare anche la Segnalazione Certificata di Agibilità.

Muro di mattoni: detrazioni fiscali

Fino al 31 dicembre 2018 è possibile richiedere le detrazioni fiscali per la ristrutturazione, consistenti nel rimborso Irpef del 50% della spesa sostenuta. Ecco alcuni lavori di cui abbiamo parlato in questo articolo che è possibile portare in detrazione:

  • realizzazione o sostituzione di muri di cinta, purchè con diversi materiali o caratteristiche;
  • nuova costruzione o demolizione e ricostruzione muri esterni di contenimento, purchè con diversi materiali o caratteristiche;
  • nuova costruzione o spostamento muri interni;
  • rifacimento anche parziale di pareti esterne, con modifiche rispetto all'esistente.

Nei costi da portare in detrazione possono essere inclusi anche i costi di progettazione, sopralluoghi, perizie, adempimenti burocratici, concessioni, ecc.

Per approfondire come chiedere le detrazioni puoi leggere il nostro articolo sulle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it