pareti divisorie per cucina soggiorno e bagno

Le pareti divisorie ti permettono di disporre degli interni nella tua abitazione proprio come vuoi tu, a costi contenuti, senza eseguire lavori in muratura.

Da sempre utili per organizzare in modo razionale spazi polifunzionali (monolocale, uffici), oggi sono usate anche per dividere, organizzare o addirittura creare ambienti senza dover chiedere permessi o modificare la planimetria catastale.

Basta una parete in cartongesso, ad esempio, per realizzare una cabina armadio in camera da letto o dividere il bagno in due, creando un piccolo antibagno con caldaia e lavanderia. Il cartongesso è così versatile che può essere impiegato anche in ambienti umidi (bagno, cucina) o a rischio di incendio.

Le pareti mobili in legno in genere servono per garantire un migliore isolamento termoacustico. Le splendide pareti in legno naturale hanno anche un indubbio valore decorativo. Le pareti in vetro, invece, sono perfette per chiudere gli ambienti senza ostacolare il passaggio della luce.

Pareti divisorie economiche

Le pareti divisorie più economiche sono quelle in cartongesso, che costano in media 35 euro/mq incluso il montaggio.

Le soluzioni modulari in legno, realizzate con telaio metallico e pannelli di compensato o legno melaminico, hanno un prezzo base di 45 euro/mq. Possono essere usate per nascondere cablaggi oppure per realizzare pareti isolanti.

Le pareti attrezzate con ante in legno melaminico costano circa 120 euro/mq e sono particolarmente utili per chi, oltre a razionalizzare la disposizione dell’ambiente, vuole guadagnare anche tanto spazio dove riporre gli oggetti.

Una parete divisoria in vetro ha un prezzo base di circa 60 euro/mq. Dei prezzi delle diverse tipologie parliamo più avanti in una sezione dedicata.

Le pareti divisorie scorrevoli per l'abitazione hanno un prezzo medio di 240 euro/mq. I prezzi si riferiscono alla parte in luce, senza il telaio che è già incluso nel prezzo. Le ante scorrevoli offrono il minor ingombro possibile e sono particolarmente indicate per gli ambienti piccoli.

Pareti divisorie per la casa: un consiglio per risparmiare

I prezzi delle pareti divisorie prefabbricate variano sensibilmente a seconda delle località in funzione dei costi di montaggio.

Per essere sicuro di scegliere un preventivo davvero conveniente ti consigliamo di confrontare sempre più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permetteranno di

  • farti un'idea dei prezzi delle pareti divisorie nella tua zona;
  • trovare ditte disponibili a trattare sui costi di montaggio;
  • trovare buone offerte anche per quanto riguarda i materiali.

Molti professionisti, lavorando nel settore edile, godono di convenzioni con i rivenditori e possono acquistare le tue pareti per te a prezzo scontato.

Raccogliere preventivi per le pareti divisorie senza stress

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi chiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate in pareti divisorie vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non ti impegnano in alcun modo: se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca dell'offerta giusta per te!

Pareti divisorie in cartongesso

Le pareti divisorie in cartongesso vengono usate per un'infinità di applicazioni diverse. Ad esempio possono essere usate per creare una doccia walk in nel tuo bagno, ottenendo così una doccia spaziosa anche in un bagno molto piccolo.

Le pareti divisorie per i bagni vengono realizzate in cartongesso resistente all'acqua - tipo Aquapanel indoor di Knauf - a circa 43 euro/mq più il montaggio (20-30 euro/mq) e la piastrellatura (da 25 euro/mq).

Possono essere utilizzate anche per creare pareti divisorie tra cucina e soggiorno economiche e creative. Qualche esempio? Con il cartongesso si può realizzare una parete a tutta altezza da rivestire con pannelli effetto pietra, caldi ed eleganti.

Oppure puoi creare una bellissima cucina con isola. Le isole in muratura sono l’alternativa contemporanea al muretto basso usato fino a qualche anno fa per dividere il soggiorno dalla cucina a vista.

Pareti divisorie in vetro

L’utilizzo più classico delle pareti divisorie in vetro è per dividere in due una stanza con finestre poste tutte su un solo lato. Grazie alle pareti fonoisolanti è possibile avere lo stesso un po’ di privacy e, con le pareti satinate, è possibile creare una seconda stanza che non dipenda esclusivamente dalla luce artificiale.

La sicurezza di queste strutture è massima: in genere si tratta di vetro temperato antisfondamento, singolo o doppio.

Esistono tantissime tipologie di pareti in vetro, dalle semplici pareti fisse con profili metallici e pannelli vetrati (da 60 euro/mq ) alle pareti in vetro con porta, che costano in media 85 euro mq più 500 euro per ogni porta a battente o 600 euro per le porte scorrevoli.

Le pareti in vetro per isolamento acustico, con decorazioni o satinatura costano circa 100 euro/mq. Le pareti in vetro monolitiche, elegantissime grazie all’assenza di profili, integrabili anche con mobili contenitore o persino con elementi strutturali come archi e colonne, possono arrivare a costare anche a 200 euro/mq.

Pareti divisorie in legno

Le pareti divisorie in legno possono essere di tre tipi:

  • con struttura in legno e rivestimento in cartongesso o pannelli in legno
  • con struttura metallica e rivestimento in legno
  • interamente in legno.

Le prime due tipologie vengono usate in genere per l'isolamento termoacustico, mentre la terza è principalmente decorativa.

Realizzare una parete divisoria con pannelli in legno naturale, acquistabili anche nei negozi di articoli per la casa, costa circa 44 euro/mq più il montaggio.

Pareti divisorie mobili

Le pareti divisorie mobili possono essere

  • rimovibili
  • manovrabili.

Le prime possono essere spostate in ogni punto dell'abitazione a seconda delle esigenze, mentre le seconde sono ancorate a guide e possono essere aperte o chiuse a libro, per il minimo ingombro.

I prezzi sono notevolmente diversi.

Le pareti mobili più semplici possono costare anche solo 100 euro, che salgono a 150 per le pareti mobili attrezzate, come le pareti libreria bifacciali o le pareti attrezzate modulari.

Le pareti manovrabili, invece, hanno un costo medio di 400 euro/mq.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it