Pavimento EsternoEsempio di pavimento esterno

Come si sceglie una pavimentazione esterna?

I punti da considerare sono pochi e semplici.

  • Resistenza al carico - ogni materiale resiste a non più di un certo peso per mq. La resistenza al carico può essere dovuta ad uno spessore maggiore oppure alle caratteristiche del materiale.
  • Resistenza a umidità/luce solare/sbalzi di temperatura - un pavimento da esterno dovrà avere prestazioni eccellenti in questi tre ambiti.
  • Durata - una pavimentazione esterna è spesso di grandi dimensioni: sostituirla rappresenta un costo importante. La durata è quindi un aspetto da tenere in considerazione.

I pavimenti per esterni che offrono una buona combinazione di queste tre caratteristiche sono quelli in cemento e pietra naturale. In alcuni casi, è possibile utilizzare anche rivestimenti in legno o in resina, a patto di scegliere pavimentazioni appositamente studiate per gli esterni, di cui parleremo in seguito.

 

Pavimenti per esterni economici

Le pavimentazioni per esterni più economiche sono certamente quelle in cemento, se si considerano anche durata e manutenzione. Per pavimenti per esterni autobloccanti i prezzi vanno da 13 euro/mq in su. Va aggiunto il costo della posa in opera, circa 15 euro/mq.

A breve distanza seguono i rivestimenti in pietra naturale, specie se si tratta di pietre locali, e il cotto. I prezzi di entrambi vanno da 35 euro/mq in su.

Non abbiamo volutamente menzionato i rivestimenti da esterni in Pvc e gres porcellanato. Piastrelle in gres o in pvc di spessore adeguato (oltre i 2 cm) possono essere utilizzate anche per gli esterni. I costi di queste piastrelle spessorate sono abbastanza contenuti: 12 euro/mq per il Pvc, 9 euro/mq per il gres escluso il costo di posa.

Purtroppo sono rivestimenti piuttosto delicati, che andrebbero riservati a zone ad impiego misto, ad esempio un cortile carrabile o un terrazzo esterno.

Risparmiare senza rinunciare alla qualità

Una pavimentazione esterna deve resistere a freddo, sole, umidità, usura, urti: un pavimento di bassa qualità durerà poco. Se vuoi ridurre i costi, prima di ripiegare su un pavimento di qualità inferiore, ti consigliamo di confrontare diverse offerte nella tua zona.

Confrontare più offerte ti permette di

  • trovare pavimenti da esterni in offerta, anche di produzione locale - di solito più economici perchè non commercializzati tramite la grande distribuzione;
  • trovare imprese che fanno pagare meno la manodopera. Considera che molti professionisti sono più disponibili a trattare sul prezzo per i lavori in zona, perchè risparmiano sui costi del trasporto.

Inoltre, alcuni pavimentisti godono di speciali convenzioni con i rivenditori di prodotti per l'edilizia e possono farti risparmiare sull'acquisto dei materiali.

Confrontare i preventivi: un lavoro lungo che paga

Raccogliere e confrontare più preventivi richiede tempo, ma paga in termini di risparmio. Se non hai molto tempo da dedicare a questa attività (e se vuoi), puoi richiedere diversi preventivi a ditte specializzate nella tua zona tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta. In poche ore riceverai tre preventivi da altrettanti professionisti del settore vicini a te, completi di prezzi.

I preventivi che ricevi tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che metterti di nuovo alla ricerca della soluzione giusta per te.

 

Pavimenti per esterni: prezzi

Vediamo brevemente i costi delle pavimentazioni che abbiamo elencato.

I pavimenti per esterni autobloccanti, in cemento, da impiegare direttamente sul sottofondo esistente senza l'utilizzo di malte o colle, costano appena 16 euro/mq. Hanno uno spessore consistente (6 cm) e possono riprodurre la pietra naturale nelle sue diverse sfumature.

I masselli autobloccanti, grazie alle loro caratteristiche drenanti, vengono impiegati direttamente sul terreno per evitare allagamenti e aquaplaning. I prezzi di questi rivestimenti vanno da 13 euro/mq.

I pavimenti per esterni in cemento monolitico costano circa 40 euro/mq. I prezzi possono diminuire leggermente se si pavimentano superfici superiori a 100 mq. I pavimenti in cemento stampato riproducono la pietra naturale, il cotto o il legno, ma sono continui (senza fughe).

Pavimenti per esterni in resina

I pavimenti per esterni in resina costano da 40 euro/mq in su. Per gli esterni si utilizzano rivestimenti multistrato con strato superficiale di tipo poliuretanico. I rivestimenti da esterni più resistenti, quindi, possono arrivare a costare anche 70 euro/mq.

Pavimenti per esterni in pietra e cotto

I pavimenti in pietra naturale costano da 35 euro/mq in su, a seconda della pietra utilizzata. Le pietre sedimentarie di provenienza locale sono più economiche, mentre i graniti e i marmi possono arrivare a costare oltre 100 euro/mq.

Il cotto, per finire, è una pavimentazione adatta agli esterni, se opportunamente trattata con sigillanti superficiali (è un materiale poroso). Un cotto da esterno costa circa 35 euro/mq.

Pavimenti per esterni in legno

Il legno da esterni, altrimenti detto WPC, ha un costo simile a quello di un parquet pregiato: circa 90 euro/mq. Il WPC viene utilizzato in particolare per realizzare pavimenti a secco per esterni. I pavimenti a secco o flottanti, infatti, hanno il pregio di poter essere collocati sopra al rivestimento precedente senza utilizzare colle o malte. La posa è veloce e la rimozione agevole. Ideale per proteggere la vecchia pavimentazione in attesa di ripristinarla.

Pavimentazione esterna antiscivolo

Nei climi molto freddi e umidi, pioggia e ghiaccio possono rendere la pavimentazione meno sicura sia per le vetture che per le persone.

In questi casi sono previste soluzioni specifiche per ciascun tipo di rivestimento.

Le piastrelle per esterni prefinite (con finitura realizzata direttamente in fabbrica) hanno quasi tutte uno strato superficiale antiscivolo, specie se carrabili.

Per i rivestimenti in cemento è possibile utilizzare speciali impregnanti superficiali antisdrucciolo, che rendono la superficie più resistente anche ad oli e agenti corrosivi.

In alternativa, si possono utilizzare i masselli in cemento drenante, di cui abbiamo già parlato.

Per i rivestimenti in resina, invece, si possono utilizzare insieme speciali filler bicomponente in resina epossidica e lo spolvero al quarzo.

 

Pavimentazione esterna carrabile

Un discorso a parte andrebbe fatto per i pavimenti da esterni carrabili per parcheggi o vialetti privati.

Anche in questo caso, il cemento è sicuramente la scelta più efficace, perché unisce costi contenuti ad una straordinaria resistenza. E' molto importante la scelta del tipo di cemento da utilizzare, da valutare anche sulla base del traffico che il pavimento dovrà sopportare.

Inoltre, dato che il calcestruzzo è un rivestimento monolitico realizzato sul posto in maniera artigianale, è importante scegliere bene a chi affidare il lavoro. Un sopralluogo gratuito è utile per valutare le difficoltà della posa in opera, il tipo di cemento da impiegare e le finiture più adatte.

Media calcolata su 3 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.
Altre pagine che potrebbero interessarti:

Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it