Esempio di bagno ristrutturato con formula chiavi in mano

Sono poche le ditte che si offrono di ristrutturare il bagno “chiavi in mano”, occupandosi di tutto l'aspetto organizzativo dalla progettazione alla pulizia finale.

In genere offerte di questo tipo riguardano ristrutturazioni lampo/economiche, per le quali l'organizzazione del lavoro è particolarmente importante, per non sforare i costi e rispettare i tempi di consegna previsti.

La ristrutturazione classica prevede il coinvolgimento di più professionisti, non necessariamente dipendenti della stessa azienda. Idraulico, muratore, elettricista e piastrellista si alternano occupandosi ognuno di una fase differente del lavoro. Questo fa sì che per ristrutturare servano almeno 7/8 giorni, anche in un bagno piccolo.

Per ristrutturare un bagno chiavi in mano invece bastano da 2 a 4 giorni, il minimo indispensabile per rispettare i tempi di asciugatura dei prodotti utilizzati.

 

Bagno "chiavi in mano", quanto costa?

Una ristrutturazione del bagno economica costa almeno 3 mila euro. Ecco quali lavori comprende e quali sono i prezzi dei singoli interventi.

  • Rimozione pavimenti e rivestimenti - 9 euro/mq
  • rimozione e smaltimento a discarica dei sanitari - 50 euro/mc
  • rifacimento impianto idraulico - 1500 euro
  • posa pavimento e rivestimento - 20 euro/mq
  • rasatura/tinteggiatura - da 6 euro/mq
  • posa piatto doccia/vasca - 250 euro
  • posa sanitari - 100 euro a sanitario
  • posa rubinetti - 35 euro a rubinetto
  • posa accessori, arredi, pulizia - 20 euro/h.

Nel prezzo non sono compresi sanitari e arredi, per i quali dovrai considerare una spesa aggiuntiva che va da 800 a 2 mila euro.

Bagno "chiavi in mano", conviene davvero?

Ristrutturare "chiavi in mano" conviene sia alla ditta che al cliente, perché entrambi risparmiano tempo e denaro. Per essere sicuro di scegliere un'offerta davvero conveniente, però, ti consigliamo di confrontare almeno due o tre preventivi.

Confrontare più offerte comprendenti all’incirca gli stessi lavori ti permette di

  • capire quali sono i prezzi per le ristrutturazioni "chiavi in mano" nella tua zona;
  • scartare subito le proposte meno convenienti e concentrarti su quelle più adatte alle tue esigenze, per trovare quelle che ti offrono il miglior rapporto qualità/prezzo.

Preventivi veloci per il bagno "chiavi in mano"

Hai tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti della tua zona tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi: se nessuno di essi ti soddisfa, non devi fare altro che metterti di nuovo in cerca della soluzione più adatta a te!

 

Bagno "chiavi in mano", serve un contratto?

Il contratto di appalto è una indispensabile forma di tutela per te e per chi esegue i lavori. Deve contenere

  1. La descrizione dei lavori che eseguirà la ditta.
  2. Gli aspetti di cui invece dovrai occuparti tu (ad esempio la richiesta di permessi a costruire).
  3. La data di consegna.
  4. Il prezzo finale "chiavi in mano".

Alcuni contratti hanno allegato un disegno tecnico del bagno rinnovato ed un capitolato lavori con l’elenco dettagliato degli interventi e il prezzo unitario.

Rifacimento bagno "chiavi in mano", il pagamento

Quando si ristruttura "chiavi in mano" è non obbligatorio pagare alla consegna. Alcune imprese offrono la possibilità di pagamenti dilazionati a tasso zero.

I pacchetti per rifacimento bagno "chiavi in mano" sono finanziabili anche tramite mutuo per ristrutturazione, anche in abbinamento ad altri lavori. L'importo minimo finanziabile in genere è di 15 mila euro.

Bagno completo "chiavi in mano" e agevolazioni fiscali

Alcuni lavori come la sostituzione del pavimento e delle piastrelle sono considerati "manutenzione ordinaria" e non darebbero diritto ai rimborsi Irpef del 50% della spesa sostenuta, previsti sono per gli interventi di manutenzione straordinaria.

Se eseguiti insieme a lavori di manutenzione straordinaria come il rifacimento dell'impianto idraulico, però, sono considerati manutenzione straordinaria "per assorbimento". Questo facilita la richiesta dei rimborsi Irpef.

In genere chi esegue i lavori si occupa di preparare la documentazione per chiedere i rimborsi, mentre tu dovrai solo ricordarti di pagare con bonifico parlante, indicando nella causale

  • Bonifico per detrazioni previste all’art.16 bis del Dpr 917 del 1986;
  • Data e numero della fattura a cui si riferisce il pagamento;
  • Nome, cognome e codice fiscale dei beneficiari del rimborso Irpef nonché intestatari della fattura;
  • Partita IVA/codice fiscale della ditta che ha emesso la fattura.

Bagno "chiavi in mano" e Iva al 10%

Per i lavori in appalto come questo si applica l'Iva agevolata al 10% su manodopera e beni significativi, come sanitari e caloriferi, purché forniti dalla stessa ditta che esegue i lavori.

Il valore dei beni significativi rimborsabili può essere al massimo pari a quello della manodopera.

In altre parole se il mio bagno nuovo "chiavi in mano" mi costa 5mila euro di cui

  • 2.000 euro di manodopera
  • 3.000 euro di beni significativi

In fattura avrò 2.000 x 2 al 10% e i restanti 1.000 al 22%.

Bagno completo "chiavi in mano", vantaggi e svantaggi

Conviene ristrutturare "chiavi in mano"? Ecco pro e contro dei lavori tutto compreso.

Pro

  1. Tanti professionisti, un solo referente. Nel tuo bagno interverranno idraulico, elettricista, piastrellista, muratore, falegname, etc. ma tu ti relazionerai con una sola persona.
  2. Prezzi convenienti (ma non sempre). In alcuni casi lavorare "chiavi in mano" permette di programmare meglio la ristrutturazione e quindi abbattere i costi. Non è sempre scontato, però. Ad esempio in alcune ristrutturazioni più complesse conviene pagare a misura.
  3. Tempi di consegna più brevi. Le ditte che lavorano “a pacchetto" sono ben organizzate e riescono a ristrutturare in tempi più brevi.
  4. Nessun pensiero fino alla consegna. Non devi liberare l'appartamento né occuparti di seguire i lavori. La ditta penserà a ristrutturare il bagno causando il minimo disagio possibile.

 

Contro

  1. Niente modifiche in corso d'opera. Nei lavori "chiavi in mano" si decide prima quali saranno i lavori da fare, scegliendo arredi e rivestimenti. Una volta iniziati i lavori, non si può cambiare idea.
  2. Prezzo poco trattabile. I pacchetti "chiavi in mano" hanno volutamente prezzi bassi, per cui è difficile ottenere sconti.

X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it