Esempio di bagno ristrutturato

La ristrutturazione completa del bagno comprende tutta una serie di lavori che coinvolgono diversi professionisti, dall'idraulico al muratore, all'elettricista al piastrellista.

I costi di ristrutturazione comprendono anche l'acquisto dei materiali, inclusi pavimenti, rivestimenti e sanitari.

Tutte queste variabili possono rendere difficile capire quale sarà il costo finale della ristrutturazione e quindi rientrare in un limite di spesa definito.

In questo articolo cercheremo di aiutarti ad evitare sorprese e a progettare meglio il rifacimento del tuo bagno, con un occhio al budget.

 

Ristrutturazione bagno completo: prezzo

Il costo della ristrutturazione di un bagno completo va da 3mila euro in su e comprende

  • rimozione sanitari e smaltimento a discarica - 50 euro/mc
  • rimozione piastrelle - 9 euro/mq
  • nuovo impianto idraulico - 1500 euro
  • nuovo massetto - 6 euro/mq
  • posa sanitari e piatto doccia - da 800 euro
  • posa piastrelle ceramiche - da 20 euro/mq.

Se non è necessario rifare l'impianto idraulico o spostare i sanitari, puoi ricoprire la piastrellatura esistente con

  • microtopping (finitura liscia o satinata, senza fughe) - da 80 euro/mq
  • smalto per piastrelle - 11 euro/mq.

Prezzi ristrutturazione bagno (completa di opere murarie)

In alcuni casi, ad esempio quando bisogna spostare il wc, è necessario eseguire delle opere murarie per creare un altro punto idraulico e inserire lo scarico a parete. Spostare un punto idraulico costa circa 500 euro.

Eseguire lavori in muratura nell’ambito del rifacimento completo del bagno ha un costo di 80 euro/mq.

Valutare un'offerta per la ristrutturazione del bagno completo

Ad inizio articolo abbiamo parlato di quanto sia difficile valutare se un preventivo per la ristrutturazione del bagno completo è conveniente o no. I prezzi dipendono non solo dalla qualità dei materiali utilizzati, ma anche dai costi della manodopera nella tua zona.

Un modo semplice per essere sicuro di spendere il giusto è confrontare diverse offerte. Confrontare più preventivi ti permette di

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona per i lavori che vuoi eseguire;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa in opera.

Raccogliere preventivi per ristrutturare il bagno in un lampo

Sei sempre di corsa ed hai poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a professionisti vicini a dove vivi tramite il nostro sito. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi ti soddisfa, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te!

 

Progettare il rifacimento del bagno completo

Sai già che aspetto avrà il tuo nuovo bagno una volta rinnovato? No?

Ecco alcuni punti che dovresti considerare per progettare la ristrutturazione utilizzando le soluzioni più moderne per creare un bagno accogliente e funzionale anche in pochi mq.

1. Il bagno a norma

La nostra normativa detta alcune regole su come deve essere un bagno per essere a norma. La prima riguarda la dotazione minima che, per il bagno principale o unico di un'abitazione deve essere wc, bidet, lavabo e doccia. Non deve necessariamente avere una finestra, purché abbia un sistema di ventilazione forzata dell'aria che eviti il ristagno di condensa e cattivi odori.

Nei bagni molto piccoli, il bidet può essere sostituito con un wc con doccetta integrata.

La seconda regola riguarda la piastrellatura che, a seconda dei Comuni, deve arrivare fino a 1,2 m di altezza o al filo superiore della finestra (1,8-2,2 m).

2. Doccia, vasca o tutte e due?

La doccia è comoda, la vasca è rilassante. Oggi non devi rinunciare ad una per avere l'altra, puoi tranquillamente sostituire la vasca con una vasca con doccia integrata, anche con idromassaggio.

Chi invece vuole la vasca, ma ha poco spazio, può scegliere tra i tanti modelli di vasche da incasso ultra compatte.

3. Sanitari salvaspazio o sospesi

Chi ha problemi di spazio o vuole dare al proprio bagno un look più moderno può scegliere i sanitari sospesi filo muro, che offrono un ingombro minimo (appena 50 cm) e facilitano le operazioni di pulizia.

Il lavabo sospeso può essere da incasso o da appoggio. Questi ultimi hanno la caratteristica forma "a ciotola" perfetta per i bagni rustici o eco-chic.

4. Il bagno senza piastrelle

Il bagno senza piastrelle è il massimo della pulizia e della linearità, grazie alle superfici uniformi ma perfettamente pulibili e sanificabili, come impone la normativa. Per realizzarlo puoi utilizzare diversi materiali, antichi e moderni, come

Il risultato sarà molto trendy, perfetto con tutti gli stili di arredamento!

5. Il nuovo servizio in mansarda

Molte mansarde possono essere troppo basse per ospitare ambienti dove soggiornare a lungo, ma vanno benissimo per un bagno di servizio o una lavanderia.

In un nostro precedente articolo abbiamo approfondito come realizzare/ristrutturare un bagno in mansarda.

Ristrutturazione bagno: agevolazioni fiscali 2017

Fino al 31 dicembre 2017 chi ristruttura ha diritto al rimborso Irpef di una parte della spesa sostenuta, in dieci quote annuali di pari importo, con un limite massimo di 96mila euro per unità immobiliare.

Ecco a quali rimborsi hai diritto in base al tipo di intervento:

  • rifacimento impianto idraulico, creazione nuovi punti idraulici o nuovi punti luce, spostamento sanitari, lavori in muratura con modifica della disposizione interna del bagno, contenimento dell'inquinamento acustico fino a raggiungere lo standard previsto per legge, allargamento porte e finestre, installazione radiatori/termobagno - detrazione al 50%.
  • Interventi di miglioramento dell'efficienza energetica es. sostituzione infissi con infissi a risparmio energetico - detrazione al 65%.

Bonus mobili

Prorogato fino al 31 dicembre 2017 anche il bonus mobili, ma solo per interventi di ristrutturazione iniziati dopo il 1 gennaio 2016. Il bonus copre l'acquisto di

  • mobili nuovi (arredi e illuminazione)
  • grandi elettrodomestici di classe A+ o superiore (es. lavatrici, asciugatrici, radiatori elettrici).

Ristrutturazione bagno e IVA agevolata

Oltre alle agevolazioni fiscali, chi ristruttura ha diritto all’applicazione dell’IVA agevolata al 10% su manodopera e beni significativi.

I beni significativi sono i materiali necessari alla ristrutturazione e tutti i beni finiti, ovvero quei beni che, pur facenti parte della ristrutturazione, conservano una propria individualità (es. sanitari, caldaie).


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it