Architetto che mostra il progetto di una ristrutturazione completa

La ristrutturazione completa di un appartamento richiede uno sforzo organizzativo notevole.

La fase di progettazione è la più importante e per questo spesso viene affidata ad un tecnico (architetto, ingegnere o geometra).

In questa fase

  • si esegue un sopralluogo dell'immobile per valutare la presenza di eventuali problematiche strutturali;
  • si raccoglie la documentazione relativa all'abitazione (planimetrie, dati catastali);
  • si definiscono le esigenze del committente (es. creare un secondo bagno).

In seguito si realizza un'elaborazione grafica del progetto e si calcolano le fasi di avanzamento lavori. Si verifica anche la necessità di chiedere o meno dei permessi a costruire e si prepara la documentazione necessaria per chiedere un eventuale mutuo per ristrutturazione (come la perizia sull'immobile ai fini dell'ipoteca).

 

Ristrutturazione completa appartamento, quanto costa?

Una ristrutturazione completa ha un prezzo al mq che va da 200 euro in su, a seconda dei costi della manodopera nelle diverse località.

Ad esempio una ristrutturazione completa a Milano ha un costo di base di 480 euro/mq, che scende a 400 euro/mq per una ristrutturazione completa a Roma e a 350 euro/mq per una ristrutturazione completa a Bologna.

Ristrutturazione completa, consigli per risparmiare

Ristrutturare è un investimento che dura nel tempo; per non compromettere il risultato finale bisogna cercare occasioni di risparmio, ma in modo intelligente.

Tre sono i consigli che a nostro avviso ti aiutano a rientrare nel tuo budget, ottenendo lavori di qualità a prezzo conveniente.

1. Confronta le offerte

Confrontare le offerte ti permette di capire quali sono i prezzi medi nella tua zona e di valutare più soluzioni sulla base dell'esperienza di professionisti del settore.

2. Stabilisci le priorità

Messa a norma degli impianti, problemi di umidità, isolamento termoacustico, bonifica dell'eternit (specie in una casa degli anni '70 o precedente), consolidamento strutturale: questi aspetti in genere hanno la precedenza.

3. Chiedi le agevolazioni fiscali

Le agevolazioni fiscali ti permettono di recuperare una parte consistente delle spese sostenute. Per ulteriori informazioni abbiamo preparato una guida aggiornata alle detrazioni fiscali per la ristrutturazione.

Raccogliere preventivi quando hai poco tempo

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi ad imprese edili vicine a dove vivi tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

 

I prezzi della ristrutturazione completa di un appartamento

Vediamo ora quali lavori comprende una ristrutturazione completa e i costi medi. Ti servirà a fare un calcolo di massima di quanto spenderai!

  • Progettazione, asseverazione, riaccatastamento - circa 10% del costo totale
  • Permessi - 2/3% del costo totale
  • Demolizione e smaltimento sanitari - 50 euro/mc
  • Demolizione e smaltimento pavimenti - 9 euro/mq
  • Nuovo impianto termico - può costare da 5mila a 12mila euro, a seconda del tipo di caldaia / condizionatore
  • Nuovo impianto idraulico - in media costa 30 euro/mq
  • Posa dei sanitari (circa 200 euro), di piatto doccia/vasca (altri 250 euro) e dei rubinetti (50 euro l'uno)
  • Sostituzione infissi - il prezzo base è di 250 euro ad infisso
  • Isolamento termico - in media 60 euro al mq, 30 euro/mq
  • Fornitura e posa pavimenti/rivestimenti - da 29 euro/mq
  • Rasatura, tinteggiatura - da 12 euro/mq (più costi di bonifica di eventuali macchie di umidità).

Per le ristrutturazioni standard alcune ditte fanno un preventivo di ristrutturazione completa "chiavi in mano", che in alcuni casi ti permette di risparmiare. Prima di decidere, però, è bene leggere con attenzione il capitolato lavori e farsi fare un secondo preventivo a misura per valutare la differenza di prezzo, possibilmente da una seconda ditta.

Ristrutturazione completa appartamento, interventi straordinari

In alcuni casi, oltre alla ristrutturazione completa degli interni, bisogna fare degli interventi più importanti. I più frequenti sono

  • rifare il tetto;
  • modificare la volumetria dell'immobile, es. alzare i soffitti di una mansarda bassa;
  • modificare la disposizione degli interni, es. creare un secondo bagno;
  • porre fine alle infiltrazioni es. rifare la guaina del solaio controterra;
  • ridurre i ponti termici, es. isolare il terrazzo.

In questo caso la ristrutturazione completa della casa avrà un prezzo più elevato, circa 800/1.000 euro al mq, per via della necessità di allestire un ponteggio o di fare opere in muratura.

Ristrutturazione completa con adeguamento sismico

L'Italia, ad esclusione di alcune zone, è un Paese a grave rischio sismico. Per questo nella Legge Finanziaria 2017 sono stati inseriti incentivi fiscali fino all'85% per chi esegue interventi di contenimento del rischio sismico.

L’adeguamento sismico di un immobile comporta

  • una fase di valutazione dell'attuale rischio sismico per l'edificio, ad opera di un tecnico specializzato;
  • la definizione degli interventi da eseguire, basati sulle caratteristiche dell'immobile, la destinazione d'uso, l'anno di costruzione e i materiali utilizzati;
  • l'esecuzione degli interventi;
  • la produzione di una nuova documentazione che attesta la nuova classe di rischio sismico dell'immobile.

Quali lavori per la sicurezza antisismica

Molti edifici sono stati costruiti con struttura in cemento armato prefabbricata, il che rende piuttosto semplice individuare quali possono essere i punti deboli in caso di terremoto. Ecco quali sono i lavori di consolidamento più diffusi.

  • Contrafforti - servono a consolidare le fondamenta.
  • Isolatori sismici - servono ad isolare l'edificio dal terreno, evitando il propagarsi dell'onda sismica.
  • Telai a croce - servono a consolidare le pareti interne.
  • Incatenamento - le pareti vengono fissate le une alle altre.
  • Verifica della muratura - a volte i serramenti originali sono stati chiusi con muri di tamponamento, che possono crollare in caso di sisma.
  • Tiranti - a volte i solai non sono sufficienti a tenere insieme le pareti esterne ed occorre aggiungere dei tiranti in acciaio o una soletta in cemento armato.
  • Cordoli in cemento armato - sono l'alternativa all'incatenamento per tenere insieme le pareti esterne e il tetto.

Il consolidamento delle murature in pietra può avvenire mediante iniezioni di malta, mentre nelle pareti in cemento si procede all'inserimento sotto l'intonaco di una rete elettrosaldata per creare delle pareti armate.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it