Pianoforte da traslocareScopri come traslocare il tuo pianoforte in sicurezza

Il trasloco del pianoforte è una delle difficoltà che le ditte di traslochi affrontano con maggiore frequenza.

Il pianoforte infatti è uno strumento diffusissimo ed il suo studio è una tappa obbligata per tantissimi musicisti dediti all'apprendimento di altri strumenti, per chi studia canto o composizione. 

Nelle sue numerose varianti verticali, a mezzacoda, a coda e a gran coda, un pianoforte ha un costo variabile da 1000 euro a ... incalcolabile.

Non sorprende quindi che il trasloco del pianoforte venga vissuto con una certa preoccupazione sia dalle ditte di traslochi che da chi il pianoforte lo suona, per motivi di studio o per passione. Si tratta infatti di uno strumento piuttosto delicato che, se non trattato adeguatamente, finisce per chiedere un conto salato sia alla ditta di traslochi che al proprietario.  

In questo articolo troverai consigli utili per organizzare il trasloco di questo stupendo strumento evitando gli inconvenienti (tranne, ovviamente, l'accordatura post-trasloco che è d'obbligo).

 

 

Perchè il trasloco del pianoforte fai da te non è una buona idea...

Stai pensando seriamente di risparmiare sul trasloco spostando il tuo pianoforte con l’ausilio di due o tre amici, invece di chiamare una ditta? Anche se il tuo è un piccolo trasloco, ti consigliamo vivamente di ripensarci. 

Ecco alcuni dati sul peso di un pianoforte che ti aiuteranno a ponderare meglio la cosa.

La maggior parte del peso del pianoforte non deriva dal mobile (la parte esterna in legno), ma dalla meccanica interna, in particolare dalla piastra a forma di arpa in ghisa o in acciaio che tiene le corde in tensione.

Il pianoforte verticale classico, diciamo un piano verticale in abete di media qualità di marca Yamaha, di quelli che si trovano in ogni oratorio, pesa intorno ai 150 kg.

I pianoforti a mezza coda e a coda invece vanno da 250 a 350 kg, fino ai 550 kg dei pianoforti "gran concerto". Dei veri e propri giganti che fanno sudare solamente a guardarli. 

E' evidente che è assolutamente impossibile traslocare un pianoforte a braccia, anche perchè andrà girato più volte prima di poterlo collocare nella nuova casa.

Inoltre, il rischio di caduta è altissimo ed il rischio maggiore non sono i danni al mobile esterno, ma i danni alla complicatissima meccanica interna, costituita da un numero altissimo di componenti (fino a 5000).

Anche per questo, pur avendo a disposizione tanti amici volenterosi, l'alternativa più economica rimane sempre assumere una ditta professionale, che sia in possesso di tutta  l'attrezzatura idonea al trasloco del pianoforte in poco tempo e senza rischi. 

 

Il trasloco del pianoforte, i prezzi e come risparmiare

Come abbiamo detto, il fai-da-te nel trasloco del pianoforte è del tutto anti economico. 

Per risparmiare invece potresti confrontare, anche online, le offerte delle ditte di traslochi nella tua zona e richiedere diversi preventivi. 

Infatti, alcune ditte che hanno spesso a che fare con il trasloco di pianoforti ed hanno una certa esperienza possono praticare prezzi veramente minimi, a partire da 250 euro

Il trasloco di un pianoforte di pregio o fuori regione invece parte da 500 euro.

Se vuoi, puoi richiedere tre preventivi per il trasloco del pianoforte anche tramite il nostro portale, specificando il tipo di pianoforte, il piano di partenza e di arrivo (come abbiamo visto, le scale rappresentano una notevole complicazione) e la distanza tra le due abitazione. 

Confrontando i preventivi, potrai trovare gratuitamente e velocemente la soluzione più adatta al tuo budget.

 

 

Il trasloco del pianoforte, alcuni consigli

Ecco alcuni consigli per limitare al minimo i danni al tuo pianoforte durante il trasloco:

Assicura il trasloco del tuo pianoforte

Quando assumi una ditta per il trasloco del pianoforte, la credenziale più importante è la copertura assicurativa adeguata. Il pianoforte può scivolare, cadere, inarcarsi, danneggiarsi in mille modi, anche tra le mani dei più esperti traslocatori.

Nella stragrande maggioranza dei casi, la copertura assicurativa sarà il primo pensiero anche della ditta di traslochi, che ne sceglierà una tale da coprire ampliamente il valore al nuovo del piano stesso.

Se il tuo è un pianoforte antico o di particolare pregio o, semplicemente, non sei convinto della polizza di assicurazione della ditta, puoi comunque contattare il tuo assicuratore di fiducia e chiedere che ti venga fatta una polizza aggiuntiva.

Smontaggio della tastiera

In alcuni casi, le ditte di traslochi potrebbero proporti di smontare la tastiera interna del pianoforte, in modo da poterlo assicurare con facilità con cinghie piuttosto strette senza rovinare i tasti. Se non vuoi (soprattutto per evitare che i tasti si ammorbidiscano troppo o offrano una resistenza variabile al tocco) chiarisci da subito che debbono trovare una soluzione alternativa.

Attenzione agli sbalzi di temperatura

Fai particolare attenzione agli sbalzi di temperatura che il pianoforte potrebbe subire durante il trasloco. Una coperta in stoffa o in PVC apposita per pianoforti andrebbe applicata sempre quando il pianoforte è in deposito ed anche quando, durante il trasloco, viene provvisoriamente appoggiato in prossimità di correnti d'aria.

Il pianoforte non andrebbe mai appoggiato vicino a fonti di calore nè esposto alla luce solare diretta durante il trasloco, per evitare che i materiali possano deformarsi influenzando negativamente il suono.

E’ molto importante chiudere bene il coperchio della tastiera, che protegge i tasti da eventuali danni. 

Accorda nuovamente il pianoforte dopo il trasloco

Dopo il trasloco, il pianoforte andrebbe accordato nel giro di pochi giorni. Non lasciare il pianoforte senza accordatura per lunghi periodi o perderai irrimediabilmente la qualità del suono.

Stabilisci con anticipo la nuova posizione del tuo pianoforte

Stabilisci prima dove collocare il pianoforte nella nuova casa. Armato di metro, prendi tutte le misure dello strumento e trovagli un posto dove sia protetto da sbalzi termici e di umidità e dove stia comodo (non andrebbe mai appoggiato direttamente al muro nè dovrebbe essere usato per sorreggere lampade, soprammobili, candelabri o altro).

 

Come si fa il trasloco del pianoforte

Come avviene esattamente il trasloco del pianoforte?

Se non ti è mai capitato di assistere a questo evento, ecco cosa farà esattamente la ditta di traslochi per portare il tuo pianoforte dalla tua abitazione fino al camion.

L'attrezzatura necessaria al trasloco del pianoforte

Innanzitutto, la ditta di traslochi che assumerai dovrebbe avere la seguente attrezzatura minima:

 

  • una slitta in legno o altro materiale, per il trasporto del pianoforte lungo le scale;
  • un carrello con ruote per il trasporto del pianoforte su superfici verticali;
  • teli di plastica da trasloco per avvolgere il piano in modo da proteggere il mobile in legno da scalfiture o urti, dato che sistemare i danni alla verniciatura esterna è molto costoso;
  • cinghie professionali da trasloco.

 

Il procedimento 

Per prima cosa i traslocatori avvolgeranno il pianoforte in un telo di plastica protettiva per evitare scalfiture.

Dopo aver smontato le gambe se si tratta di un pianoforte a coda, i traslocatori inclineranno il pianoforte verticalmente e non lateralmente, per non danneggiare il delicato meccanismo interno, in modo da collocarlo su un carrello da trasporti pesanti, senza mai sollevarlo del tutto.

In due o tre persone, a seconda se si tratti di un pianoforte verticale o a coda, è possibile spostare un pianoforte lungo superfici lisce, inclinate o persino leggermente accidentate utilizzando solamente un carrello da lavoro. 

Per le scale, il discorso cambia ed il peso del pianoforte si fa sentire molto più, soprattutto perchè non si tratta di un peso distribuito uniformemente, ma sbilanciato a favore del fondo dove si trovano corde, somiere e piastra.

Qui il pianoforte, mantenuto in verticale, va issato un angolo alla volta sulla apposita slitte da trasporto. Poi, gradino dopo gradino, il pianoforte viene portato giù per le scale. Spesso, per ruotare il carrello o la slitta, è necessario togliere due angoli del pianoforte dalla slitta, ruotarla, rimetterlo sulla slitta e proseguire il viaggio. 

La fatica in questa fase del procedimento è assicurata. 

Il carico sul camion, dato che disporrà di una pedana sollevatrice, sarà piuttosto semplice.

Assicurati che il carrello venga sfilato da sotto al pianoforte durante la marcia del camion, anche se ci sono i traslocatori a tenerlo. 

Inoltre, il pianoforte andrebbe collocato con il lato tastiera rivolto verso la parete del veicolo. In questo modo, anche se dovesse scivolare e toccare le pareti, si eviteranno danni al mobile in legno, molto costosi da riparare.

 

Buon trasloco!

Media calcolata su 5 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it