Bagno lungo e strettoEsempio di bagno lungo e stretto ristrutturato

Un bagno lungo e stretto pone diversi problemi in termini di disposizione interna dei sanitari, senza contare la necessità di trovare uno spazio adeguato dove collocare un’ eventuale doccia o vasca da bagno.

I quesiti tecnici da affrontare cambiano a seconda se il bagno stretto di forma rettangolare è di piccole dimensioni , se presenta una o più finestre, ed infine a seconda della necessità o meno di spostare i sanitari lontano dalla loro predisposizione.

In questo articolo troverai alcune soluzioni per la ristrutturazione di un bagno rettangolare che ti permetteranno di renderlo più comodo e spazioso. Inoltre, ti daremo alcuni piccoli consigli per trovare il professionista giusto cui affidare il progetto di ristrutturazione del tuo bagno rettangolare, che ti permetteranno di risparmiare senza rinunciare ad un lavoro svolto a regola d'arte.

 

Come progettare un bagno stretto e lungo

1 - Prendi bene le misure

Per elaborare un progetto che permetta di migliorare la disposizione di un bagno rettangolare, occorre per prima cosa prendere correttamente le misure necessarie. Puoi farlo con il classico metro da muratore oppure con un distanziometro. L'importante è che tu rilevi tutte le dimensioni della stanza, incluse quelle di eventuali nicchie o sporgenze, annotandole su carta. Occorre anche annotare la posizione di scarichi e predisposizioni per i sanitari, di eventuali finestre, nonché di prese e punti luce.

Infatti, i contatti elettrici che si trovano in prossimità di acqua devono essere protetti secondo quanto indicato dalla normativa Cei 64-8, che individua varie fasce di pericolosità a partire dal centro del piatto doccia (la zona di maggior rischio).

2 - Attento alla disposizione dei sanitari

In un bagno rettangolare piccolo e stretto, quello che presenta maggiori problematiche, spesso occorre allineare tutti i sanitari sulla parete più lunga. Per essere a norma di legge, però, i sanitari ed il lavabo dovrebbero avere delle distanze minime che, tra l'altro, sono anche quelle che rendono effettivamente utilizzabili gli stessi! Quindi, buon senso alla mano, il legislatore ci ricorda che

 

  • Il water deve distare 20 centimetri dal bidet, 10 centimetri dalla doccia, 10 centimetri dal lavabo ed essere installato almeno a 15 centimetri dal muro.
  • Il bidet deve distare 20 centimetri dalla doccia, 10 centimetri dal lavabo ed essere a 20 centimetri dal muro.
  • Tra lavabo e doccia devono esserci almeno 5 centimetri e 10 tra due lavabi gemelli.

 

Quindi, la parete lungo la quale decidiamo di mettere i sanitari dovrebbe avere una lunghezza minima di 80 cm. E' sempre meglio, in questi casi, optare per sanitari salvaspazio o a filo muro, per guadagnare cm preziosi sia in larghezza che in profondità. 

Il lavabo sospeso o da appoggio permette di utilizzare lo spazio sottostante il lavello per realizzare un piccolo mobile dove mettere asciugamani o prodotti per la pulizia. Ne esistono anche di profondi appena 50 cm, che si sviluppano in altezza o in lunghezza.

Laddove possibile, è opportuno valutare la possibilità di spostare un muro divisorio per guadagnare qualche cm in più nella stanza da bagno ed arrivare almeno a 120 cm, una lunghezza che permetterebbe di mantenere la giusta distanza tra i sanitari e di posizionarli in modo da non interferire con l’apertura della porta. In caso contrario, dovrai probabilmente sostituire la classica porta ad apertura standard con una porta a scomparsa o con apertura a libro.

3 - Se non hai altre possibilità e il comune lo permette, togli qualcosa

Infine, se il bagno piccolo e rettangolare è un secondo bagno o un bagno in camera da letto, si potrà rinunciare al bidet, compatibilmente con il Regolamento edilizio del tuo Comune, acquistando diverso spazio utile.

 

Come progettare un bagno lungo e stretto: doccia e vasca

In un bagno rettangolare con doccia, se lo spazio a disposizione è inferiore alla larghezza dei piatti doccia standard (70 cm) occorrerà pensare a soluzioni alternative, alcune delle quali possono essere:

  • Creare un box doccia "passante" a centro stanza, con piatto doccia a filo del pavimento e protezioni a scomparsa nel muro;
  • Creare un box doccia con finestra all'interno, se il lato corto è proprio quello dove si trova la finestra. Esistono diverse soluzioni in questo senso che permettono di realizzare un box doccia piuttosto ampio anche in un bagno rettangolare piccolo. Per approfondire le possibilità che hai a disposizione, ti rimandiamo ad un articolo che abbiamo realizzato proprio sulla doccia con finestra all’interno.
  • Spostare il wc di qualche cm per fare posto ad un’ampia cabina doccia. Anche qui se vuoi ti rimandiamo ad un apposito approfondimento sulle problematiche che può creare lo spostamento del wc in relazione alla disposizione dello scarico.

 

In un bagno rettangolare con vasca, invece, lo spazio minimo necessario per la collocazione di una vasca da bagno standard è di 170x70 cm. Esistono anche vasche da bagno di piccole dimensioni, anche piuttosto economiche, che necessitano di una superficie di appena 105x43 cm e che possono essere collocate anche sotto una finestra.

 

Come risparmiare sulla ristrutturazione del bagno lungo e stretto

I costi di realizzazione di tutte queste opzioni sono principalmente legati alla manodopera, quindi, per risparmiare ed essere sicuri di avere un lavoro fatto a regola d’arte occorrerà valutare diversi preventivi di ditte specializzate. 

Se vuoi, compilando una breve richiesta tramite il nostro portale, riceverai tre preventivi gratuiti da tre ditte diverse che lavorano vicino a te. I preventivi sono realizzati da ciascun professionista sulla base della tua richiesta e sono dettagliati e completi di prezzi.

Secondo la nostra esperienza tre preventivi sono più che sufficienti per valutare le alternative disponibili nella tua zona. Affidare questo genere di lavori a ditte che lavorano fuori zona, infatti, comporterebbe un aggravio dei costi legato proprio alla necessità di pagare la trasferta agli operai di cui è composta la squadra.

In poche ore, avrai tutti i preventivi che ti servono per valutare a chi affidare il lavoro e per avere un’idea del costo medio nella tua zona per il tipo di progetto che hai scelto.

 

Come piastrellare un bagno lungo e stretto

I rivestimenti in un bagno lungo e stretto andrebbero scelti sulla base di due regole fondamentali:

  1. Le piastrelle dovrebbero essere di colori chiari o neutri, con fughe strette per dare un senso di continuità. 
  2. Le decorazioni andrebbero ridotte al minimo ed essere limitate ad una sola parete - di solito quella di fondo.

Per risparmiare e rendere gli spazi visivamente più luminosi, potresti rivestire la piastrellatura esistente, se integra, con una resina impermeabilizzante, utilizzando appositi stencil per la decorazione. Una recente tendenza, ad esempio, propone di decorare anche il soffitto sottolineando la forma particolare del bagno, anziché cercare di renderla meno evidente.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it