Esempio di Facciata in PietraEsempio di Facciata in Pietra Moderna

Le facciate in pietra sono un elemento distintivo della nostra architettura, in particolare nelle zone rurali e nelle città d'arte. Il fascino di questo rivestimento, però, può essere facilmente riprodotto anche su abitazioni di nuova costruzione grazie ai moderni rivestimenti in pietra per facciate, leggerissimi e capaci di imitare quasi tutti i materiali lapidei usati in architettura.

Chi ha un'abitazione in pietra e desidera togliere l'intonaco e lasciare le facciate in pietra a vista, può beneficiare di trattamenti come la sabbiatura, realizzati con un getto ad alta pressione di sabbia o quarzo, che elimina lo strato superficiale di incrostazioni e sporco, rivelando la pietra naturale in tutta la sua bellezza.

Per pietre calcaree (es. tufo) e marmi si utilizza un metodo più delicato, che non prevede l'utilizzo di sabbia ma di bicarbonato di sodio.

La sabbiatura prepara la facciata alla stesura di un impregnante antipioggia e anti alga, che la protegge dall'umidità esterna e dall'attacco delle muffe.

 

Facciata in pietra per esterni: prezzi

Per rivestire le facciate si utilizzano diversi tipi di pietra naturale sotto forma di lastre, pianelle o scaglie. A seconda del tipo di pietra i prezzi vanno da 26 euro/mq per le lastre più spesse fino ai 35-40 euro/mq per le lastre a basso spessore (3 cm) da incollare direttamente sull’intonaco esterno. Costi leggermente superiori per i marmi (circa 45 euro/mq).

Restauro facciate in pietra

Vuoi riportare all'originale splendore una facciata in pietra intonacata? La rimozione degli intonaci (incluso lo smaltimento a discarica) costa in media 10 euro/mq.

Se decidi di eseguire una sabbiatura con sabbia silicea, i prezzi partono da 3,5 euro/mq per arrivare a 5,5 euro/mq per l'idrosabbiatura (che produce meno polvere) e la sabbiatura con bicarbonato.

L'applicazione di un trattamento protettivo consolidante che rende la superficie idrorepellente, anche ad effetto bagnato, costa circa 1,5 euro/mq.

 

Facciate esterne in pietra: un consiglio per risparmiare

I costi variano sensibilmente da località a località, in funzione dei costi della manodopera. Un modo semplice per essere sicuro di scegliere un preventivo realmente conveniente è confrontare diverse offerte. Confrontare più preventivi ti permette di

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona per le facciate in pietra;
  • trovare imprese edili disponibili a trattare sui costi della manodopera - alcune ditte praticano sconti per i lavori oltre i 50 mq, perchè ammortizzano meglio i costi dei materiali e del trasporto delle attrezzature.
  • Chiedere un sopralluogo gratuito. Un sopralluogo permette alla ditta di compilare un preventivo più preciso, specie riguardo ai costi.

 

Raccogliere i preventivi velocemente

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate vicine a dove vivi tramite il nostro portale.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre imprese della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi: se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te.

 

Facciate in pietra ricostruita

La pietra ricostruita è un composto di cemento, ghiaia e sabbia colorato con pigmenti naturali, cui viene data forme più o meno regolari a seconda delle esigenze. Può imitare qualsiasi muro in pietra naturale, da quelli a secco a quelli ad opus incerto, fino ai rivestimenti in travertino.

I costi di questi rivestimenti se si include la manodopera sono molto simili a quelli della pietra naturale, circa 50 euro/mq. I vantaggi sono naturalmente la facilità di posa e di manutenzione, dato che la pietra ricostruita è molto facile da lavorare.

Gli svantaggi riguardano invece la durata: la pietra naturale è notevolmente più resistente.

 

Facciate in pietra leccese

La pietra leccese è una pietra calcarea che unisce una buona compattezza ad una grande facilità di lavorazione. Permette di ottenere delle lastre regolari a basso spessore perfette per i rivestimenti, che possono avere finitura liscia o rustica a seconda delle esigenze.

Le lastre possono avere bordi dritti o bisellati, con fughe di diverse dimensioni (la fuga minima è di 3mm per assecondare la naturale dilatazione del materiale).

La pietra leccese si può posare a malta o a colla, mentre per la stuccatura si usano i normali stucchi cementizi per piastrelle.

I colori vanno dal grigio al giallo al rosa, a seconda delle caratteristiche geologiche del territorio da cui proviene la pietra.

 

Facciate in pietra e intonaco

Pietra ed intonaco possono convivere seguendo diversi stili.

Quando si decide di intonacare una parete in pietra, ad esempio, spesso si sceglie di lasciare scoperta una porzione irregolare per motivi decorativi, per mostrare "cosa c'è sotto".

Nelle facciate moderne, i rivestimenti in pietra ricostruita possono servire a creare decori sulla facciata, che possono essere

  • lineari - si usano pietre regolari per rivestire spigoli, pilastri o per creare delle cornici attorno alle finestre.
  • funzionali - si usano imbotti e modanature in pietra per decorare finestre ad arco o balaustre in pietra per i terrazzi.

Nelle facciate di ville in pietra, in particolare quelle a blocco unico, si può utilizzare uno stile rinascimentale che ricorda le ville palladiane, lasciando a vista la parte inferiore delle facciate e intonacando la parte superiore.

 

Facciate in pietra e mattoni

Quando si ristruttura un immobile, è frequente imbattersi in tamponature in mattoni che sostituiscono le pareti mancanti di un muro in pietra. Una tendenza degli ultimi anni è di lasciare queste tamponature a vista. L'effetto rustico che si ottiene è molto apprezzato.

Si possono usare mattoni pieni anche per consolidare archi e volte, creando dei rinfianchi (frenelli) da lasciare sempre, rigorosamente, a vista.

 

Facciate ventilate in pietra naturale

La pietra naturale viene spesso utilizzate anche per creare delle facciate ventilate, ossia delle pareti protettive che non vengono appoggiate direttamente sui muri esterni, ma vengono fissate alle pareti con una sottostruttura che le tiene separate, creando un'intercapedine all'interno della quale c'è un continuo ricircolo di aria.

In questo modo si facilita l'evaporazione dell'acqua contenuta nelle pareti soggette a umidità di risalita e si protegge la facciata dagli agenti atmosferici, migliorando l'isolamento termoacustico e contribuendo al risparmio energetico.

Per le facciate ventilate in pietra si possono usare sia pietre naturali (in particolare porfidi, marmi e graniti che consentono uno spessore minore) sia pietra ricostruita.

Media calcolata su 7 voti
Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it