un termoarredo a piastre chiuse per un soggiorno moderno

I classici radiatori, ingombranti ed esteticamente poco gradevoli, hanno fatto il loro tempo. Oggi ci sono termoarredo in grado di adattarsi a qualsiasi stile di arredamento senza far sentire troppo la loro presenza o addirittura offrendo lo spunto per soluzioni decorative originali.

Del resto, è proprio lo stile dell’abitazione il primo aspetto da tenere a mente nella scelta di un termoarredo per il soggiorno.

Per un soggiorno classico, ad esempio, si può scegliere un termoarredo verticale con elementi tubolari o un elegante radiatore con pannello decorativo. Anche i classici radiatori con sviluppo orizzontale possono diventare oggetti di design se verniciati con colori di tendenza come il lavanda o il giallo zolfo, perfetti per dare un tocco di colore ad un arredamento eco-chic.

Per il soggiorno moderno, invece, la scelta cadrà su termoarredi di ultima generazione, che uniscono ingombro minimo, elevata resa termica e un design che ricorda le sculture contemporanee.

E per un soggiorno in stile vintage? Le riproduzioni dei vecchi radiatori in ghisa sono una soluzione di grande fascino anche nelle ristrutturazioni. In alternativa, si può optare per un termoarredo freestanding, da appoggio o da appendere. Alcuni hanno forme molto classiche adatte anche ad un arredamento retrò.

In questo approfondimento parleremo dei prezzi dei termoarredo di tendenza per il soggiorno e dei costi di installazione. Inoltre, ti daremo alcune idee per il tuo soggiorno e qualche consiglio per scegliere il radiatore giusto.

Termoarredo soggiorno: prezzi

Quanto può costare un termoarredo per il soggiorno? Il prezzo dipende molto dalla dimensione, dal materiale di cui è realizzato e dal design.

I radiatori in alluminio sono leggermente più economici e, grazie al peso contenuto, possono essere installati anche su pareti in cartongesso, utilizzando appositi sistemi di fissaggio.

I radiatori in acciaio possono costare qualche decina di euro in più, ma garantiscono anche una maggiore resistenza ai graffi e alla corrosione. Inoltre, rilasciando il calore più lentamente, sono indicati anche in abitazioni di non recente costruzione, che di solito hanno una minore coibentazione.

I termoarredi tubolari e i termoarredi a piastre hanno un costo che va da 30 a 80 euro ad elemento. Per fare un esempio, un termoarredo tubolare verticale (3 colonne x 12 elementi x 180 cm), perfetto per un soggiorno classico, può costare sui 450 euro.

I termoarredi a sviluppo orizzontale sono meno diffusi, ma consentono di sfruttare spazi che, altrimenti, resterebbero inutilizzati, come quelli sotto mensole o nicchie oppure sopra mobili bassi. Nei cataloghi dei produttori è possibile trovare diversi modelli di tendenza, alcuni dei quali disegnati da artisti famosi come Daniel Libeskind. Un termoarredo orizzontale per il soggiorno raramente costa meno di 500 euro.

Per finire ci sono i termoarredi a superficie, interessanti per la loro capacità di mimetizzarsi con le pareti. L'unica piastra radiante in genere è in acciaio e può essere protetta da un pannello decorato, anche personalizzabile. Il costo di questa tipologia di termoarredo "a quadro", ideale per il soggiorno con mobili di design, può arrivare anche oltre 1.000 euro.

Termoarredo per il soggiorno: costi di installazione

L'installazione di un termoarredo costa in media 50 euro, cui bisogna aggiungere il costo della chiamata e gli eventuali interventi aggiuntivi (modifica degli attacchi, opere in muratura).

I costi di posa possono variare a seconda delle zone, anche in funzione dei prezzi della manodopera. Per questo motivo, prima di accettare un preventivo, ti consigliamo di confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • capire quali sono i prezzi dei termoarredi nella tua città;
  • trovare professionisti disponibili a trattare sui costi di posa;
  • trovare termoarredi in offerta - alcune ditte godono di convenzioni con i rivenditori e possono acquistare il tuo termoarredo per te ad un prezzo conveniente.

Preventivi per i termoarredi... senza stress

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte?

Se vuoi, puoi richiedere preventivi a installatori della tua zona tramite il nostro portale. Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi per i tuoi nuovi termoarredi da tre ditte specializzate vicine a te.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti alla ricerca della soluzione migliore per te!

Termoarredo per il soggiorno moderno: 3 idee

Cerchi qualche idea per un soggiorno moderno? Ecco 3 soluzioni da cui lasciarti ispirare.

  1. A piastra chiusa. Esteticamente gradevoli e facili da pulire, i termoarredi a piastra chiusa uniscono un design pulito e un ingombro minimo. Il prezzo di un termoarredo bianco (180 x 84 x 10 cm) è di circa 1.700 euro.
  2. Modulari. I termoarredi modulari si possono combinare tra loro per formare interessanti composizioni. E una buona notizia: l'installazione è persino più semplice di quella di un radiatore tradizionale. Il prezzo di due moduli (45,8 x 170 cm) è di circa 1.500 euro.
  3. Combinati. I termoarredi combinati con contenitori, illuminazione o appendiabiti sono ideali per arredare piccoli spazi, ad esempio quando si ristruttura un bilocale. Un esempio è il termoarredo orizzontale doppio con mensola e gancio appendiabiti (100 x 140 cm), che costa sui 1.400 euro.

Sostituire un termosifone con un termoarredo: le agevolazioni fiscali

Con l'ultima Legge di Bilancio sono state prorogate fino al 31 dicembre 2018 le detrazioni fiscali per la ristrutturazione.

Dal 1 gennaio 2018 chi sostituisce i vecchi radiatori con dei moderni termoarredo o o installa valvole termostatiche sui radiatori esistenti ha diritto al rimborso Irpef del 50% della spesa.

Rimane invece al 65% il rimborso Irpef ottenibile per l’installazione di valvole termostatiche a bassa inerzia termica sui caloriferi esistenti, purchè avvenga in concomitanza all'installazione di una caldaia a condensazione di classe A con sistemi di termoregolazione evoluti.

In entrambi i casi l'installazione deve avvenire ad opera di ditte specializzate. Solo i tecnici abilitati sono autorizzati a rilasciare la dichiarazione di conformità (DM 37/2008) necessaria ad ottenere le detrazioni fiscali.

Per approfondire come richiedere la detrazione al 65% puoi leggere il nostro articolo sulla riqualificazione energetica degli edifici.

Questa pagina ti è stata utile?
Se hai voglia dacci un voto cliccando su una delle stelle 5 stelle qui sopra.
Per noi è importante capire se hai apprezzato questo articolo.

f Condividi su Facebook


Attendere..
X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it