Esempio ristrutturazione bilocale

Se devi ristrutturare un bilocale di 50 mq, una delle tipologie di mini appartamento più diffuse nelle nuove costruzioni, potresti trovarti di fronte ad una disposizione degli ambienti basata su uno standard definito, con

  • soggiorno con angolo cottura
  • camera matrimoniale
  • bagno.

In questo caso progettare la ristrutturazione è relativamente semplice, perché gli impianti saranno in buone condizioni, con gli allacci, punti idraulici e punti elettrici nei posti “giusti”. Al massimo dovrai sostituire la caldaia e i sanitari, se rovinati. Inoltre, potresti aver bisogno di rifare le piastrelle, sostituire gli infissi e rifare i pavimenti. Uno sguardo agli intonaci per ripristinare eventuali crepe o cavillature, una tinteggiata ed avrai un appartamento come nuovo.

Più difficile ristrutturare se l'appartamento viene da un frazionamento di un appartamento più grande, magari non in regola con le attuali normative per l'abitabilità. In questo caso vedremo quali sono i costi per ristrutturarlo completamente e come fare a contenerli.

 

Ristrutturare un bilocale, il costo

Ristrutturare un bilocale ha un costo medio di 400 euro/mq, variabile a seconda dei prezzi della manodopera nelle diverse località. I preventivi più alti si vedranno, naturalmente, nel Nord Italia, nelle grandi città e nelle zone a bassa concorrenza.

Ristrutturare completamente un mini - appartamento, con una formula "chiavi in mano" ti permette di risparmiare, specie nelle ristrutturazioni più semplici. I prezzi medi in questo caso vanno da 250 euro/mq, anche qui con ampie variazioni a seconda delle zone.

Ristrutturare un bilocale e risparmiare

Se devi ristrutturare e vuoi contenere i costi, confrontare più offerte è un ottimo modo per capire se un preventivo è davvero conveniente.

Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette di

  • farti un'idea dei prezzi medi delle ristrutturazioni nella tua zona;
  • trovare imprese edili disponibili a trattare anche sul prezzo di piccole ristrutturazioni.

Quando chiedi un preventivo per una ristrutturazione, ricordati di chiedere sempre anche un sopralluogo gratuito. Un sopralluogo permetterà alla ditta di valutare le reali difficoltà della ristrutturazione, compilando un preventivo più preciso.

Preventivi per ristrutturare il bilocale se hai poco tempo

Hai tanti impegni e poco tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi a ditte specializzate nella tua zona tramite il nostro sito.

Basta compilare un breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre imprese edili vicine a dove vivi.

I preventivi che riceverai tramite il nostro sito sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

 

Ristrutturazione bilocale, i costi dei singoli interventi

Vediamo ora in maniera dettagliata quali sono i costi per ristrutturare un bilocale, in modo da aiutarti valutare quanto può costare la tua ristrutturazione.

Tieni sempre presente una regola generale: per le ristrutturazioni più grandi eseguite in un'unica occasione hai più opportunità di avere sconti anche fino al 20%, rispetto ai singoli interventi dilazionati nel tempo. L’unico aggravio di costi per le grandi ristrutturazioni può essere la necessità di chiedere un finanziamento, che può costare anche il 5% dell’intero valore della ristrutturazione.

Progettazione/Costi burocratici

Non sempre la ristrutturazione di un bilocale esige progetti complicati e l'aiuto di un tecnico (geometra, ingegnere o architetto che sia). In ogni caso, se bisogna intervenire sugli impianti (ad es. per spostare il wc) oppure cambiare la disposizione degli interni, assumere un progettista può aiutarti a risparmiare tempo e denaro per le pratiche burocratiche, assicurandoti il miglior risultato possibile. I costi medi sono intorno al 7-10% del costo totale della ristrutturazione, cui bisogna aggiungere un 2-3% per i costi burocratici (permessi, riaccatastamento, etc).

Demolizione

La demolizione dei rivestimenti (pavimenti, piastrelle) costa circa 9 euro/mq, cui bisogna aggiungere circa 50 euro/mc per lo smaltimento a discarica di piastrelle, ma anche di sanitari e arredo cucina.

Opere in muratura

Le opere in muratura necessarie a cambiare la disposizione degli interni, es. creare un bagno con lavanderia, costano circa 80 euro/mq.

Rifare il bagno

Rifare l'impianto idraulico ha un costo medio di 1.500 euro.

In un bagno piccolo devi preventivare anche un costo base di circa 1.500 euro per fornitura e posa di sanitari, lavandino e piatto doccia (le rubinetterie e gli allacci in alcuni casi si pagano a parte, da 50 euro per punto idraulico).

Fornitura e posa piastrelle

Sia in bagno che in cucina, se usi piastrelle in ceramica con posa dritta avrai un costo totale di circa 25 euro/mq. Le piastrelle più economiche costano circa 5 euro/mq

Fornitura e posa pavimento

I moderni pavimenti in gres porcellanato effetto legno costano circa 15 euro/mq, più la posa (altri 20 euro/mq).

Rifare l'impianto termico

In molte abitazioni precedenti agli anni '70 l'impianto termico non è a norma. Rifarlo installando una caldaia a recupero di calore, in modo da poter usufruire delle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione, costa circa 5mila euro.

Sostituire gli infissi

Specie negli appartamenti non recenti sostituire gli infissi esistenti con infissi a risparmio energetico ti permette di ridurre drasticamente la dispersione termica e di usufruire del bonus fiscale al 65% per gli interventi di efficientamento energetico.

 

Rifare gli intonaci, risolvere problemi di umidità

Alcuni appartamenti possono avere il problema delle macchie di umidità e muffa sulle pareti. In un nostro precedente articolo abbiamo parlato di come eliminare la muffa in maniera duratura. Una volta bonificati gli intonaci, rasatura e tinteggiatura costano circa 12 euro/mq.

Migliorare l'isolamento termico

In moltissimi casi la muffa è dovuta ai ponti termici tra interno ed esterno, che causano condensa e umidità all'interno dell'abitazione. Il problema può essere notevolmente ridotto o eliminato con un cappotto termico esterno. Se però vivi in condominio potresti dover ripiegare su un cappotto termico interno. Gli isolanti a basso spessore aiutano a non sottrarre cm calpestabili e a ridurre la dimensione degli infissi all'appartamento solo in maniera marginale.

Sicurezza

Anche gli interventi per migliorare la sicurezza dell'abitazione e prevenire i furti sono incentivati con le agevolazioni fiscali per la ristrutturazione. Si va dalla posa di vetri antisfondamento alle grate di sicurezza, fino ai massicci interventi per la sicurezza antisismica, che godono di detrazioni particolarmente elevate.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it