Esempio di casa di campagna ristrutturata

Hai in mente di ristrutturare una vecchia casa di campagna?

Le case rurali sono tutte quelle abitazioni concepite per lo svolgimento di un'attività agricola. A seconda delle zone d’Italia si va dal maso veneto alla corte lombarda, dal casale toscano fino al trullo pugliese, con evidenti differenze nella struttura architettonica. Inoltre fanno parte dell’architettura rurale immobili ad uso non abitativo come il granaio, il mulino ad acqua o il frantoio.

La prima regola quando si ristruttura un immobile rurale è non snaturare l'aspetto originario, lo stesso principio del restauro conservativo. A volte è inevitabile rifare la disposizione interna, per ricavare le stanze necessarie a tutte le funzioni dell'abitazione. Anche in questo caso si cercherà di sottolineare le peculiarità dell'immobile originale, utilizzando per quanto possibile materiali naturali.

In questo articolo troverai alcune idee per ristrutturare una casa indipendente in un’area rurale, senza toglierle fascino e senza spendere troppo.

 

Ristrutturare casa di campagna: prezzi

Ristrutturare una casa di campagna ha costi che vanno da 850 a 1.000 euro/mq, riferiti ad un rudere, ovvero ad un immobile - in genere in pietra - di cui è possibile salvare solo la struttura esterna.

Ristrutturare una casa indipendente in buone condizioni, invece, costa da 250 a 600 euro/mq. I costi variano a seconda delle zone, con punte massime nell'hinterland delle grandi città e nelle località molto distanti dall'abitato, in cui ci sono costi aggiuntivi per la trasferta di operai e attrezzature.

Ristrutturare in economia

Nelle aree rurali spesso si lavora in economia, con il proprietario che assume di volta in volta maestranze specializzate ed esegue una parte dei lavori da solo. Anche lavorando in economia, per avere gli incentivi fiscali per la ristrutturazione della casa di campagna bisogna dimostrare le spese, cosa non sempre facile. Per essere sicuro di ottenere i rimborsi Irpef, è bene rivolgersi sempre a ditte (anche individuali) in grado di emettere fattura e di accettare pagamenti con bonifico parlante.

Quanto spenderò? Confrontare le offerte

Un modo semplice per capire quali sono i prezzi di mercato in un'area rurale è confrontare più offerte. Confrontare anche solo due o tre preventivi ti permette anche di trovare imprese disponibili a trattare sui costi della manodopera o a lavorare "in economia", pur producendo tutta la documentazione necessaria per ottenere le agevolazioni fiscali.

Hai tanti impegni e poco tempo per raccogliere i preventivi? Se vuoi, puoi richiedere preventivi per la ristrutturazione della tua casa di campagna a ditte specializzate tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre imprese edili della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi. Se nessuno di essi fa al caso tuo non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più adatta a te!

 

Ristrutturare casa in campagna: idee

Uno dei problemi maggiori, nel redigere un progetto di ristrutturazione di una casa di campagna, è decidere come utilizzare ambienti tipici dell'architettura rurale come

  • soffitta o sottotetto (un tempo utilizzato come magazzino per attrezzi agricoli e generi alimentari)
  • stalla
  • fienile
  • cantina.

Se non sai come usare questi ambienti, ecco qualche esempio per la ristrutturazione della tua casa di campagna.

Soffitta o sottotetto non abitabile

Per sfruttare un sottotetto non abitabile hai due possibilità:

  1. alzare la linea di colmo - più facile se l'immobile ha il tetto in legno, più complesso se ha il tetto in laterocemento;
  2. utilizzare la soffitta o il sottotetto come ripostiglio o locale di servizio. Ad esempio puoi farne un bagno con lavanderia.

In alcune vecchie case di campagna il bagno è successivo alla costruzione dell'immobile e può essere stato ricavato dalla camera da letto o addirittura dalla cucina abitabile. In quest'ultimo caso andrebbe spostato o almeno separato, con la creazione di un piccolo antibagno.

Stalla

La stalla è un grosso ambiente con pavimento sterrato o in pietra, utilizzato per custodire gli animali. E' al piano terra, il che lo rende perfetto per creare un rustico con bagno e piccola cucina, magari con annesso garage.

Fienile

Il fienile è una costruzione separata dall'abitazione, in genere in legno e pietra, solitamente a due piani. Essendo stretto e lungo può essere usato per creare un piccolo cielo terra da affittare per l'estate.

In alternativa puoi dividere zona giorno e zona notte in due costruzioni: l'edilizia "diffusa", tipica delle zone rurali, è da tempo stata rivalutata in architettura con risultati molto piacevoli, in particolare in alcune aree della Sardegna.

Cantina

Nella tua casa c'è una stanza esposta a Nord, con i caratteristici rivestimenti in pietra? E' la cantina, abbastanza inospitale per le persone, perfetta per vini e insaccati!

In genere ha un ingresso indipendente perciò, se le vuoi cambiare destinazione d'uso, puoi farne un ambiente rustico o un piccolo laboratorio. In una cantina umida o interrata è d’obbligo provvedere ad un adeguato isolamento termico!

Rivestimenti e pavimenti per case di campagna

Quali sono i pavimenti migliori per una casa rurale? Sicuramente quelli di origine naturale, come

Per quanto riguarda le pareti, oltre alla classica imbiancatura a base calce, ottima per risanare in maniera naturale travi in legno e pareti soggette a macchie di umidità, puoi utilizzare rivestimenti decorativi dal potente effetto antisettico come il marmorino o lo stucco veneziano.

Agevolazioni fiscali per la ristrutturazione di una casa di campagna

Bisogna distinguere tra

  • restauro/risanamento conservativo - per la ristrutturazione di immobili sottoposti alla tutela della Soprintendenza ai Beni Culturali è previsto il rimborso Irpef pari al 50% della spesa sostenuta, anche per i lavori di manutenzione ordinaria; si usano materiali e tecniche il più possibile affini a quelli dell'epoca di costruzione dell'immobile.
  • Ristrutturazione - è previsto il rimborso Irpef del 50% della spesa sostenuta solo se c'è modifica dell'esistente, ad esempio la modifica della disposizione interna dell'immobile.

Inoltre, è previsto l'ecobonus con rimborso del 65% della spesa sostenuta per chi migliora l'efficienza energetica dell'abitazione, ad esempio sostituendo i vecchi infissi con infissi a risparmio energetico.


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it