Termovisione esterna di un'abitazione con basso isolamento termicoPurtroppo spesso le nostre case hanno grandi dispersioni termiche.. e questo ci costa molto in bolletta!

L'isolamento termico di una casa è importantissimo per almeno tre motivi:

  • riduce i consumi energetici e i tempi di funzionamento degli impianti di riscaldamento/raffrescamento;
  • riduce il rischio di formazione di condense e muffe;
  • contribuisce a migliorare l'isolamento acustico.

Esistono diverse modalità con cui è possibile isolare l'abitazione.

Le case costruite prima degli anni '70 a volte hanno un'intercapedine nelle pareti che è possibile riempire di schiuma isolante (insufflaggio). In alternativa, si possono rivestire le pareti con un cappotto isolante interno o esterno.

Tutti questi interventi di miglioramento dell'isolamento termoacustico permettono di ottenere il bonus fiscale al 65% per le spese di miglioramento dell'efficienza energetica delle abitazioni.

L'intervento più efficace, perchè non vincolato a limiti di spessore, è la realizzazione di un cappotto termico esterno.

Isolamento termico a cappotto: prezzi

I costi di un cappotto termico variano a seconda dello spessore dello strato isolante e del materiale utilizzato.

Per un cappotto esterno è possibile usare materiali più economici e spessori maggiori, ottenendo un ottimo potere isolante al costo di circa 20 euro/mq. I costi aumentano se è necessario allestire un ponteggio (circa 7 euro/mq a seconda del tipo di ponteggio).

In un appartamento in condominio un cappotto esterno parziale non è sempre fattibile.

Si può comunque optare per l'insufflaggio, che costa circa 17 euro/mq, oppure creare un cappotto termico interno al costo di circa 28 euro/mq.

La creazione di un controsoffitto isolante interno o esterno invece costa circa 35 euro/mq (qualche euro in più per i pannelli fonoassorbenti ad alta densità).

Un consiglio per risparmiare

I prezzi variano molto da località a località, in funzione dei costi della manodopera.

Se non sei sicuro dei prezzi che ti vengono proposti, puoi verificare se sono realmente convenienti confrontando due o tre offerte.

Confrontare più preventivi ti permette di

  • capire quali sono i prezzi medi nella tua zona dei diversi sistemi per isolamento termico;
  • trovare imprese specializzate disponibili a trattare sui costi di posa in opera - alcune ditte praticano sconti per a) grandi metrature b) lavori entro una certa distanza dalla sede aziendale.

Ti consigliamo anche di chiedere un sopralluogo gratuito. Se la ditta ha modo di verificare che il lavoro non comporta particolari difficoltà, può applicare uno sconto ulteriore fino al 20%.

Raccogliere i preventivi in modo semplice

Hai già tanti impegni e non hai tempo per confrontare le offerte? Se vuoi, puoi richiedere preventivi ad imprese edili vicine a dove vivi tramite il nostro sito.

Basta compilare una breve richiesta e in poche ore riceverai tre preventivi completi di prezzi da tre ditte specializzate della tua zona.

I preventivi che riceverai tramite il nostro portale sono gratuiti e non impegnativi: se nessuno di essi fa al tuo caso, non devi fare altro che rimetterti in cerca della soluzione più giusta per te.

 

Isolamento termico interno

Qual'è il sistema di isolamento termo acustico più adatto alla tua casa?

Dipende dalle tue esigenze.

Se vivi in un clima particolarmente freddo, in cui la temperatura interna è molto superiore a quella esterna, ti consigliamo di pensare ad un cappotto isolante interno a basso spessore, ad esempio in aerogel.

E' sicuramente costoso (circa 125 euro/mq), ma ti permette di isolare bene almeno le pareti che danno sull'esterno, senza ridurre troppo la superficie calpestabile e la dimensione degli infissi.

Isolamento termico interno a basso spessore

Oltre all'aerogel, esistono sistemi isolanti per interni di appena 20 mm di spessore compreso lo strato di finitura. Sono le nanoresine, utili per isolare abitazioni in zone climatiche temperate.

Si applicano come un normale strato di rasatura e vanno a riempire le microporosità del muro, rendendolo perfettamente impermeabile. Inoltre, intrappolano delle particelle d'aria che costituiscono lo strato isolante vero e proprio.

Questi rivestimenti hanno due vantaggi oltre allo spessore ridotto: sono relativamente economici e veloci da applicare. Lo svantaggio è lo scarso potere isolante.

Isolamento termico interno e umidità

Se l'umidità esterna è molto alta o se hai pareti soggette ad infiltrazioni dall'esterno il polistirene (XPS in particolare) è la soluzione migliore, essendo perfettamente impermeabile.

Se invece il tuo problema è l’umidità di risalita, è meglio scegliere uno strato isolante traspirante ma impermeabile, come la fibra di vetro o la lana di roccia.

Per le condense dovute semplicemente ai ponti termici ti consigliamo i pannelli in legno e sughero, perfettamente traspiranti e più economiche della lana minerale.

Isolamento termico interno e durata

I pannelli isolanti più robusti e durevoli sono quelli in

  • fibra di legno
  • sughero
  • poliuretano.

Le fibre naturali sono ecocompatibili, ma hanno lo svantaggio di essere poco resistenti all'acqua e al fuoco. Il poliuretano è ignifugo, resistente all'acqua e traspirante. Purtroppo, è più costoso rispetto ad altri materiali isolanti.

Per approfondire le caratteristiche dei diversi materiali per isolamento termico puoi leggere anche Materiali per cappotto termico esterno.

Isolamento termico dell’intercapedine

Se hai un'abitazione con intercapedine, è possibile riempirla di schiuma isolante praticando dei fori nelle pareti esterne o interne ad intervalli regolari.

Prima di procedere all’insufflaggio si verificherà che l’intercapedine sia effettivamente vuota. In caso contrario sarà necessario rimuovere eventuali strati isolanti precedenti.

Per isolare l’intercapedine è possibile usare

  • poliuretano espanso (EPS)
  • argilla
  • fibra di vetro
  • cellulosa.

L'insufflaggio ha il vantaggio di essere più economico e veloce rispetto al cappotto esterno, ma può peggiorare i problemi di condensa dovuta ai ponti termici. L'ideale sarebbe creare un cappotto termico parziale almeno in prossimità dei punti meno isolati (es. la zona intorno agli infissi e cassonetti delle finestre, i pilastri portanti).

Isolamento termico e controsoffitto

Per l'isolamento del soffitto è possibile realizzare un controsoffitto sia esterno che interno.

Nel primo caso si crea un'intercapedine con una struttura metallica all'interno della quale vengono posti dei pannelli isolanti. I materiali usati possono essere

  • lana minerale
  • polistirene
  • sughero
  • canapa
  • fibra di vetro.

E' possibile utilizzare anche pannelli isolanti rigidi, già composti, in polistirene o lana minerale.

In alternativa si può realizzare un controsoffitto esterno. In questo caso si userà sempre una struttura metallica riempita di materiali ad elevata resistenza meccanica, come XPS (polistirene estruso) o lana minerale, con in più un rivestimento superficiale in cemento.

 

Altri articoli che ti possono interessare:


X
Richiedi un Preventivo con
TiRichiamo.it